Prima di distribuire il dispositivo, leggere le informazioni contenute nei seguenti articoli.

Nella tabella seguente vengono elencate le specifiche fisiche e dell'ambiente operativo di Telefono Cisco Webex Room.

Per ulteriori informazioni, consultare la Scheda tecnica di Telefono Cisco Webex Room (https://www.cisco.com/c/en/us/products/collaboration-endpoints/webex-room-phone/datasheet-listing.html).

Tabella 1. Specifiche fisiche e operative

Specifica

Valore o intervallo

Temperatura di esercizio

Da 32° a 104°F (da 0° a 40°C)

Umidità relativa di funzionamento

Dal 10 al 90% (in assenza di condensa)

Temperatura di conservazione

Da 14° a 140°F (da -10° a 60°C)

Lunghezza

10,9 mm (278 pollici)

Larghezza

10,9 mm (278 pollici)

Altezza

2,4 mm (61,3 pollici)

Peso

1,809 kg (3,98 lb)

Alimentazione

IEEE PoE classe 3 tramite un iniettore PoE. Il telefono è compatibile con i switch blade di IEEE 802.3af e 802.3at e supporta sia Cisco Discovery Protocol che Link Layer Discovery Protocol - Power over Ethernet (PoE LLDP).

Funzionalità di sicurezza

Avvio protetto

Cavi elettrici

Due cavi HDMI sono in dotazione al telefono. Un cavo di 3 metri per ingresso HDMI e un cavo di 8 metri per uscita HDMI.

Requisiti di distanza

La Specifica Ethernet presume che la lunghezza massima dei cavi tra ciascun telefono per chiamate in conferenza e lo switch sia di 100 metri.

Telefono Cisco Webex Roomsupporta i seguenti codec:

  • G.711 A-law

  • G.711 mu-law

  • G.722

  • G.729a/G.729ab

  • Opus

Il telefono Telefono Cisco Webex Room supporta più norme di settore e protocolli di rete Cisco richiesti per la comunicazione voce. Nella tabella seguente viene fornita una panoramica dei protocolli di rete supportati dai telefoni.

Tabella 2. Protocolli di rete supportati su Telefono Cisco Webex Room

Protocollo di rete

Scopo

Note per l'utilizzo

CDP (Cisco Discovery Protocol)

CDP è un protocollo di rilevamento dispositivo eseguito su tutte le apparecchiature prodotte da Cisco.

Un dispositivo può utilizzare CDP per comunicare la propria presenza ad altri dispositivi e ricevere informazioni sugli altri dispositivi in rete.

Il telefono utilizza CDP per comunicare informazioni quali un ID VLAN ausiliario, dettagli di gestione energetica per porta e informazioni di configurazione QoS (Quality of Service) con lo switch Cisco Catalyst.

Dynamic Host Configuration Protocol (DHCP)

DHCP alloca e assegna dinamicamente un indirizzo IP ai dispositivi di rete.

DHCP consente di collegare un telefono alla rete e di rendere operativo il telefono senza dover assegnare manualmente un indirizzo IP o configurare parametri di rete aggiuntivi.

DHCP è abilitato per impostazione predefinita. Se è disabilitato, occorre configurare manualmente indirizzo IP, subnet mask, gateway e un server TFTP localmente su ogni telefono.

Si consiglia di utilizzare l'opzione personalizzata DHCP 150. Con questo metodo, si configura l'indirizzo IP del server TFTP come valore dell'opzione. Per ulteriori configurazioni DHCP supportate, consultare la documentazione relativa alla versione di Cisco Unified Communications Manager in uso.


 

Se non è possibile utilizzare l'opzione 150, utilizzare l'opzione DHCP 66.

Hypertext Transfer Protocol (HTTP)

HTTP è il protocollo standard per il trasferimento di informazioni e lo spostamento di documenti su Internet e nel Web.

I telefoni utilizzano HTTP per i servizi XML, il provisioning, l'aggiornamento e per la risoluzione dei problemi.

Hypertext Transfer Protocol Secure (HTTPS)

HTTPS (Hypertext Transfer Protocol Secure) è una combinazione del protocollo Hypertext Transfer Protocol con il protocollo SSL/TLS per fornire crittografia e identificazione sicura dei server.

Le applicazioni Web con supporto HTTP e HTTPS dispongono di due URL configurati. I telefoni che supportano HTTPS utilizzano l'URL HTTPS.

Se la connessione al servizio utilizza HTTPS, viene visualizzata per l'utente un'icona di blocco.

IEEE 802.1x

Lo standard IEEE 802.1X definisce un controllo degli accessi su base client-server e un protocollo di autenticazione che limita ai client non autorizzati la connessione a una LAN attraverso porte accessibili pubblicamente.

Fino all'autenticazione del client, il controllo degli accessi 802.1X consente solo il traffico EAPOL (Extensible Authentication Protocol over LAN) attraverso la porta a cui è collegato il client. In seguito alla riuscita dell'autenticazione, il traffico normale può passare attraverso questa porta.

Il telefono implementa lo standard IEEE 802.1X tramite supporto per i seguenti metodi di autenticazione: EAP-FAST ed EAP-TLS.

Protocollo Internet (IP)

IP è un protocollo di messaggistica che indirizza e invia pacchetti in rete.

Per comunicare con IP, i dispositivi di rete devono avere indirizzo IP, subnet e gateway assegnati.

Le identificazioni di indirizzi IP, subnet e gateway vengono assegnate automaticamente se si utilizza il telefono con Dynamic Host Configuration Protocol (DHCP). Se non si utilizza DHCP, occorre assegnare manualmente queste proprietà localmente a ciascun telefono.

I telefoni supportano l'indirizzo IPv6. Per ulteriori informazioni, consultare la documentazione relativa alla versione di Cisco Unified Communications Manager in uso.

Protocollo LLDP (Link Layer Discovery Protocol)

LLDP è un protocollo di rilevamento di rete standardizzato (simile a CDP) supportato su alcuni dispositivi Cisco e di terze parti.

Il telefono supporta LLDP sulla porta PC.

Protocollo LLDP-MED (Link Layer Discovery Protocol-Media Endpoint Devices)

Il protocollo LLDP-MED è un'estensione dello standard LLDP sviluppato per i prodotti voce.

Il telefono supporta LLDP-MED sulla porta SW per comunicare informazioni quali:

  • Configurazione VLAN vocale

  • Rilevamento dei dispositivi

  • Gestione energetica

  • Gestione delle scorte

Per ulteriori informazioni sul supporto del protocollo LLDP-MED, consultare il white paper LLDP-MED and Cisco Discovery Protocol al seguente indirizzo:

https://www.cisco.com/en/US/tech/tk652/tk701/technologies_white_paper0900aecd804cd46d.shtml

RTP (Real-Time Transport Protocol)

RTP è un protocollo standard per trasportare dati in tempo reale, come voce e video interattivi, su reti dati.

I telefoni utilizzano il protocollo RTP per inviare e ricevere traffico vocale in tempo reale da altri telefoni e gateway.

Protocollo RTCP (Real-Time Control Protocol)

RTCP funziona insieme a RTP per fornire dati QoS (come jitter, latenza e ritardo round trip) su flussi RTP.

RTCP è abilitato per impostazione predefinita.

Protocollo Session Description Protocol (SDP)

SDP è la porzione del protocollo SIP che determina i parametri disponibili durante una connessione tra due endpoint. Le conferenze vengono stabilite utilizzando soltanto le capacità SDP supportate da tutti gli endpoint nella conferenza.

Le capacità SDP, come ad esempio i tipi di codec, il rilevamento DTMF e il rumore di comfort, vengono solitamente configurate su base globale da Cisco Unified Communications Manager o da Media Gateway durante il funzionamento. Alcuni endpoint SIP possono consentire la configurazione di tali parametri direttamente sull'endpoint.

Protocollo SIP (Session Initiation Protocol)

SIP è lo standard Internet Engineering Task Force (IETF) per conferenze multimediali su IP. SIP è un protocollo di controllo a livello di applicazione basato su ASCII (definito in RFC 3261) utilizzabile per stabilire, mantenere e terminare le chiamate tra due o più endpoint.

Analogamente ad altri protocolli VoIP, SIP consente di affrontare tutte le funzioni di segnalazione e la gestione delle sessioni in una rete telefonica a pacchetti. La funzione di segnalazione consente di portare le informazioni sulla chiamata oltre i confini della rete. La gestione delle sessioni consente di controllare gli attributi di una chiamata end-to-end.

Protocollo SRTP (Secure Real-Time Transfer protocol)

SRTP è un'estensione del profilo audio/video Real-Time Protocol (RTP) e assicura l'integrità dei pacchetti RTP e Real-Time Control Protocol (RTCP) fornendo autenticazione, integrità e crittografia dei pacchetti dei supporti tra due endpoint.

I telefoni utilizzano SRTP per la crittografia dei supporti.

Protocollo TCP (Transmission Control Protocol)

TCP è un protocollo di trasporto orientato alla connessione.

I telefoni utilizzano il protocollo TCP per il collegamento a Cisco Unified Communications Manager e per accedere ai servizi XML.

Protocollo TLS (Transport Layer Security)

TLS è un protocollo standard per la protezione e l'autenticazione delle comunicazioni.

Quando si implementa la sicurezza, i telefoni utilizzano il protocollo TLS quando ci si registra in sicurezza con Cisco Unified Communications Manager. Per ulteriori informazioni, consultare la documentazione relativa alla versione di Cisco Unified Communications Manager in uso.

Protocollo TFTP (Trivial File Transfer Protocol)

TFTP consente di trasferire i file in rete.

Sul telefono, TFTP consente di ottenere un file di configurazione specifico al tipo di telefono.

TFTP richiede un server TFTP nella rete, che può essere identificato automaticamente dal server DHCP. Se si desidera che un telefono utilizzi un server TFTP diverso da quello specificato dal server DHCP, occorre assegnare manualmente l'indirizzo IP del server TFTP mediante il menu Impostazione rete del telefono.

Per ulteriori informazioni, consultare la documentazione relativa alla versione di Cisco Unified Communications Manager in uso.

Protocollo UDP (User Datagram Protocol)

UDP è un protocollo di messaggistica senza connessione per la consegna dei pacchetti dati.

UDP viene utilizzato soltanto per i flussi RTP. La segnalazione SIP sui telefoni non supporta il protocollo UDP.

Il dispositivo supporta le seguenti lingue:

  • Olandese

  • Inglese (USA)

  • Inglese (Regno Unito)

  • Francese (Francia)

  • Francese (Canada)

  • Tedesco

  • Italiano

  • Portoghese (Brasile)

  • Portoghese (Portogallo)

  • Spagnolo (Spagna)

  • Spagnolo (America Latina)

È possibile utilizzare lo strumento Cisco Webex Network Test per testare la connessione di rete. Lo strumento è disponibile all'indirizzo https://mediatest.webex.com. Verifica i seguenti attributi di rete:

  • Connettività TCP

  • Ritardo TCP

  • Velocità di download TCP

  • Velocità di caricamento TCP

  • Connettività UDP

  • Ritardo UDP

  • Tasso di perdita UDP