Quando Cisco Proximity è abilitato, il dispositivo di videoconferenza trasmette i messaggi di accoppiamento a ultrasuoni. Questi messaggi vengono ricevuti dai dispositivi nelle vicinanze con il client di Cisco Proximity, che possono quindi accoppiarsi automaticamente con il dispositivo di videoconferenza.

Cisco consiglia di distribuire l'app Webex per la condivisione wireless, il controllo dei dispositivi e una facile partecipazione alle riuinioni. Tuttavia se non è possibile, Cisco Proximity rappresenta un'alternativa leggera e incentrata sul dispositivo senza dipendenze infrastrutturali.

È possibile scaricare gratuitamente l'app Cisco Proximity per gli utenti Windows o OS X qui. Ulteriori informazioni sull'utilizzo dell'app qui.

Abilitazione dell'accoppiamento in cloud e dei servizi di prossimità

Cisco Proximity è abilitato per impostazione predefinita sui dispositivi registrati sul cloud. Per abilitarlo per i dispositivi registrati locali utilizzando Webex Edge per dispositivi:

1

Accedere all'interfaccia Web del dispositivo.

2

Accedere a Impostazioni > Configurazioni.

3

Scorrere verso il basso e selezionare Prossimità > Modalità. Verificare che sia attivato.

4

Quindi, impostare Cloud Proximity > Modalità su Attivato.

Se la funzione di prossimità è abilitata, il dispositivo di videoconferenza invia messaggi di accoppiamento a ultrasuoni. Assicurarsi di selezionare i servizi che si desidera consentire:

Per effettuare chiamate e controllare il dispositivo di videoconferenza:

  • Accedere a Prossimità > Servizi > Controllo Chiamate e selezionare Abilitato.

Per consentire la condivisione wireless da un client desktop:

  • Accedere a Prossimità > Servizi > Condivisione contenuti > Da client e selezionare Abilitato.