Per programmare rispetto al dispositivo, deve essere presente un utente locale nel dispositivo. Per ulteriori informazioni in merito alla creazione degli utenti locali, consultare l'articolo Amministrazione degli utenti locali.

Esistono diversi modi per accedere all'API. Indipendentemente dal metodo scelto, la struttura dell'API è la stessa. Scegliere il metodo di connessione che si adatta meglio all'applicazione:

  • SSH (connessione TCP/IP protetta. Abilitata per impostazione predefinita).

  • Telnet (disponibile solo per i dispositivi della serie MX, DX e SX. Disabilitato per impostazione predefinita).

  • HTTP/HTTPS (HTTPS abilitato per impostazione predefinita).

  • Connessione seriale (può essere utilizzata senza un indirizzo IP, DNS o una rete. Abilitata per impostazione predefinita).

Guida per l'API

Ulteriori informazioni su come utilizzare l'API disponibili nella versione più recente della Guida per l'API per il software CE.

In questa guida sono descritti sia i comandi dell'API per tutti i prodotti che la sintassi e la semantica.

Comandi non applicabili quando un dispositivo è registrato su Cisco Webex

Alcune delle configurazioni, dei comandi e degli stati disponibili nell'API sono validi solo per i dispositivi registrati in locale. Non si applicano ai dispositivi registrati su Webex. Nella sezione Matrice dei comandi supportati della Guida all'API, questi elementi sono contrassegnati con "Solo in locale".

Tra le configurazioni, i comandi e gli stati non applicabili vi sono tutti quelli correlati a H.323, H.320, SIP, NTP, CUCM, LDAP, Proximity e Controllo remoto della videocamera.

Le configurazioni e gli stati non applicabili verranno rimossi dai dispositivi registrati su Webex in una versione successiva del software. Si consiglia di non eseguire la programmazione in base ai comandi dell'API in queste categorie.