Chiamata di emergenza E911 in Webex per BroadWorks

Questa integrazione garantisce la conformità a Ray Baum Act fase II. La completa conformità per tutti i dispositivi, inclusi i dispositivi mobili come i tablet, è prevista a gennaio 2022.

Provider E911

Questo articolo può essere utilizzato per configurare la chiamata di emergenza E911 utilizzando i seguenti provider E911:

  • 9Line/Larghezza di banda

  • Intrado

  • RedSky

Funzionamento

I servizi di chiamata E911 forniscono servizi di localizzazione utente e una rete che indirizza chiamate di emergenza ai punti di risposta alla sicurezza pubblica (PSAP) negli Stati Uniti, nei relativi territori e Canada. È possibile abilitato i servizi E911 in base alla posizione. Una volta abilitata una posizione, le chiamate di emergenza (911 per le chiamate di emergenza e 933 per le chiamate di prova) vengono effettuate da telefoni e client a tale posizione utilizzano il servizio di chiamata E911 , che effettua quanto segue:

  • FIND:il servizio di chiamata E911 individua la posizione dell'utente. Sia l'app Webex che i telefoni della scrivania inviano informazioni MAC o di rete al servizio di chiamata E911 , che utilizza una wiremap aziendale per determinare la posizione. Per gli utenti dell'app Webex, se la relativa posizione non viene determinata, all'utente viene richiesto di inserire informazioni posizione, che viene quindi inviato al servizio di chiamata E911.

  • ROUTE: per le chiamate 911 e 933, l'informazioni posizione viene aggiunto all'intestazione SIP, identificando anche l'utente come utente chiamante E911 . Il servizio E911 indirizza la chiamata al PSAP appropriato per la posizione.

  • NOTIFY:il servizio E911 invia notifiche al personale appropriato (ad esempio, servizi di sicurezza o di emergenza).

Il servizio E911 gestisce le seguenti attività:

  • Il provider E911 gestisce il database predisposto da partner/clienti che associa una chiamata di emergenza a una posizione utilizzabile.

  • In base alla posizione di intervento del dispositivo chiamante, il provider E911 indirizza le chiamate di emergenza al PSAP corretto. La chiamata include informazioni posizione che il PSAP sia in grado di inviare il personale di emergenza nonché il numero di back-back.

  • Il provider E911 genera notifiche opzionali al personale aziendale.

  • Per gli abbonamenti con licenze avanzate, il bridge del provider E911 consente al personale aziendale di effettuare chiamate di emergenza dagli utenti aziendali e fornisce notifiche pop.

Rilevamento posizione

I servizi di chiamata E911 supportano due tipi principali di rilevamento della posizione: TENUTE e NON TENUTE.

  • Per dispositivi con funzionalità HELD (app Webex e telefoni da scrivania supportati HELD): il rilevamento della posizione si basa sul rilevamento di rete. Il protocollo HTTP Enabled Location Delivery (HELD) riporta le informazioni sull'ambiente di rete al servizio di chiamata E911 HELD. Queste informazioni includono lo switch upstream, il BSSID wireless access point (WAP), l'indirizzo IP, l'indirizzo MAC o la porta/Chassis.

    L'app Webex utilizza HELD+. Oltre alle informazioni TENUTE standard, l'app Webex invia anche un indentifier utente al provider E911. Il provider E911 utilizza queste informazioni per determinare la posizione degli utenti e dei dispositivi. Se una posizione è sconosciuta, l'app Webex richiede all'utente di inserire l'indirizzo.

  • Per dispositivi non HELD (dispositivi mobili senza accesso cellulare, softphone client, Cisco ATAs, sistemi Cisco DECT e qualsiasi apparecchiatura locale dei clienti non Cisco): la determinazione della posizione si basa sulla determinazione della posizione basata sul ID chiamante asserito nella chiamata di prova o di emergenza.

Routing PSTN abilitato per posizioni PSTN ed E911

BroadWorks indirizza le chiamate di emergenza al servizio E911 , in modo che la chiamata possa essere inviata al PSAP appropriato, anziché al PSTN. Questo percorso viene utilizzato per tutti gli endpoint che e ubicazionino chiamate di emergenza dalla posizione abilitata E911. Ciò include telefoni fissi ed endpoint portatile (come telefoni cellulari, tablet e laptop).

Una delle eccezioni a questa regola è per i client telefonici basati su cellulare. Questi client inviano chiamate di emergenza direttamente alla rete mobile su rete pubblica (PLMN, l'equivalente mobile PSTN) utilizzando il dialer incorporato sul telefono.

Figura 1. Chiamata di emergenza E911 in Webex per BroadWorks

Requisiti per l'integrazione E911

Componente

Requisito

Provider di chiamate E911

Il partner deve inserire un accordo con un provider di chiamate E911 per l'instradazione delle chiamate di emergenza utilizzando l'implementazione fornita da Cisco per client desktop e tablet Webex App.

Configurazione provider E911

Il partner deve configurare il portale provider E911 per fornire i servizi di posizione per i seguenti tipi di dispositivi:

  • Chiamate da dispositivi HELD che utilizzano informazioni wiremap per determinazione posizione (ad esempio, l'app Webex)

  • Chiamate da dispositivi non HELD che utilizzano l'ID chiamante per la determinazione della posizione (DECT, ATA e dispositivi Room/Desk/Board)

Documenti di supporto RedSky

  • Guida all'amministrazione della mobilità diRedSky Horizon: contiene provider di servizi responsabilità.

  • Guida utente di RedSky Horizon Mobility: per amministratori aziendali. Questa guida descrive come impostare la wiremap.

  • Programma di installazione del client EON (notifica on-site di emergenza): descrive come impostare le notifiche di emergenza.

Documenti di supporto intrado

  • Guida all'integrazione del servizio di routing di emergenza LIS

  • Guida utente per il servizio di routing di emergenza

Documenti supporto 9Line/Bandwith

  • 9Line for BroadWorks Guida all'amministrazione di BroadWorks

BroadWorks

Per utilizzare questa funzione, è necessario aver installato le seguenti patch BroadWorks. Installare solo le patch applicabili alla release BroadWorks:

  • Per R22:

    • AP.as.23.0.1075.ap381498

    • AP.xsp.22.0.1123.ap381498

    • AP.platform.22.0.1123.ap381498

  • Per R23

    • AP.as.22.0.1123.ap381498

    • AP.xsp.23.0.1075.ap381498

    • AP.platform.23.0.1075.ap381498

    • App ADP RI: CommPilot-23_2021.11_1.160.bwar

  • Per R24:

    • AP.as.24.0.944.ap381498

    • App ADP RI: CommPilot-24_2021.11_1.160.bwar

Dispositivi

Dispositivi con funzionalità HELD: Una volta abilitata una posizione per i servizi E911 , i sistemi di gestione dei dispositivi Cisco BroadWorks generano configurazioni dei dispositivi aggiornate per abilitare la funzionalità HELD. Ciascun dispositivo held deve essere sincronizzato nuovamente o reinizializzato per utilizzare la nuova configurazione prima che il dispositivo possa utilizzare HELD per i servizi di posizione.

App Webex

Le app desktop e tablet Webex utilizzano i parametri di configurazione scaricati per accedere al server LIS (Location Information Server) del provider E911. Gli utenti devono inserire il informazioni posizione una volta per posizione. Il provider E911 mantiene un record di ciascuna posizione. Quando l'utente accede da una nuova posizione, viene richiesto di inserire il informazioni posizione, che viene aggiunto al database.

Quando l'utente esegue una chiamata 911 o 933, le informazioni di localizzazione vengono trasmesse nell'intestazione SIP.

Figura 2. Aggiungi indirizzo E911

 
Per impostazione predefinita, l'app Webex richiede agli utenti di aggiornare la posizione quando si accede a una posizione sconosciuta. Tuttavia, il tag di configurazione %EMERGENCY_REDSKY_USER_LOCATION_PROMPTING_WXT% consente agli amministratori di riconfigurare la frequenza per includere eventuali modifiche di rete a una posizione sconosciuta. Vedere Tag di configurazione del client Webex per chiamata di emergenza per le opzioni di configurazione.

Flusso attività di configurazione della chiamata di emergenza E911

Completare le seguenti attività su BroadWorks per configurare Webex per Cisco BroadWorks per la chiamata di emergenza E911. Su BroadWorks, E911 viene configurato utilizzando la funzione di chiamata di emergenza di terze parti.

  Comando o azione Scopo
1

Attiva funzione

Utilizzare CLI per attivare le funzionalità 101792.

2

Configurazione degli URL di chiamata di terze parti

Utilizzare la CLI per configurare impostazioni come gli URL utilizzati dal providerE911.

3

Controllo delle stringhe di chiamata di emergenza

Verificare le stringhe di chiamata utilizzate da BroadWorks per la chiamata di emergenza.

4

Configura regola proxy intestazione SIP

Nel server applicazioni, configurare una regola proxy dell'intestazione SIP.

5

Configurazione delle chiamate di emergenza di terze parti (servizio Enterprise/provider di servizi)

In CommPilot, configurare il servizio Enterprise per le chiamate di emergenza di terze parti.

6

Configurazione delle chiamate di emergenza di terze parti (servizio di gruppo)

In CommPilot, configurare il servizio di gruppo per le chiamate di emergenza di terze parti.

Attiva funzione

Sul server applicazioni, eseguire il seguente comando CLI per attivare la funzionalità 101792.

AS_CLI/System/ActivatableFeature> activate 101792

Configurazione degli URL di chiamata di terze parti

Utilizzare la CLI per configurare AS con parametri di chiamata di emergenza di terze parti come gli URL del provider E911.

1

Eseguire il seguente comando CLI per visualizzare le impostazioni dei parametri correnti:

AS_CLI/Service/ThirdPartyEmergencyCalling> get
primaryHELDServerURL= 
secondaryHELDServerURL=
emergencyRouteHost=
emergencyRoutePort=
emergencyRouteTransport=
2

Eseguire il seguente comando CLI per impostare i parametri. Fare riferimento alla tabella seguente per informazioni sui campi:

Set
    <attribute>, Multiple Choice = {primaryHELDServerURL, secondaryHELDServerURL, emergencyRouteHost, emergencyRoutePort, emergencyRouteTransport}
    <primaryHELDServerURL>, String {1 to 256 characters}
    <secondaryHELDServerURL>, String {1 to 256 characters} 
    <emergencyRouteHost>, IP address | host | domain (1 to 80 chars)
    <emergencyRoutePort>, Integer {1025 to 65355}
    <emergencyRouteTransport>, Choice = {udp, tcp, tls, unspecified}

Per informazioni sui parametri, vedere la tabella seguente:

Impostazione

Descrizione

URL server HELD principale

Questo parametro definisce l'URL principale per il server HELD. Questo parametro non può essere cancellato se un'azienda nel sistema consente l'attivazione della chiamata di emergenza di terze parti. Il valore valido per questo parametro è una stringa con una lunghezza compresa tra 1 e 256 caratteri. Deve essere un URL http o https valido. Non esiste un valore predefinito.

URL server HELD secondario

Questo parametro definisce l'URL secondario per il server HELD. Questo campo non può essere uguale all'URL del server HELD principale. Il valore valido per questo parametro è una stringa con una lunghezza compresa tra 1 e 256 caratteri. Deve essere un URL http o https valido. Non esiste un valore predefinito.

Organizzatore dell'instrado di emergenza

Questo parametro definisce l'indirizzo host dell'indirizzamento di emergenza. Il valore di questo parametro deve essere un nome di dominio completo, un indirizzo IPv4 o IPv6 valido. Questo parametro non può essere cancellato se nel sistema sono presenti aziende che consentono l'attivazione della chiamata di emergenza di terze parti. Non esiste un valore predefinito.

Porta di instradbilità di emergenza

Questo parametro definisce la porta di instradato di emergenza. Il valore valido per il parametro è un numero intero compreso tra 1025 a 65355. Non esiste un valore predefinito.

Trasporto del percorso di emergenza

Questo parametro definisce il protocollo di trasporto dell'route di emergenza. I valori possibili per questo parametro sono:

  • UDP

  • TCP

  • TLS

  • Non specificato:questo è il valore predefinito.

Controllo delle stringhe di chiamata di emergenza

1

Su AS, eseguire il seguente comando CLI per verificare le stringhe di chiamata utilizzate per le chiamate di emergenza. Tenere presente che 933 deve essere incluso oltre alla versione 911. Il prefisso 933 viene utilizzato per le chiamate di prova.

AS_CLI/System/CallP/CallTypes> get

  Country Code  Digit Map  Call Type  
  ==================================
   	1       1911 	Emergency  
   	1        911 	Emergency  
   	1        933 	Emergency  
2

Se occorre aggiungere stringhe di chiamata, utilizzare il comando seguente:

AS_CLI/System/CallP/CallTypes> add <countryCode> <publicDigitMap> <callType>

 
Per informazioni dettagliate su questi comandi CLI, vedere Guida all'amministrazione dell'interfaccia della riga di comando del serverdell'applicazione Cisco BroadWorks.

Configura regola proxy intestazione SIP

Sul server applicazioni, configurare una regola di intestazione SIP insieme ai server HELD del provider E911. Questa operazione è necessaria in modo che AS possa proxyare le intestazioni SIP di localizzazione e localizzazione geografica ai server SIP del provider E911.

1

Eseguire i seguenti comandi CLI per impostare il keepOnEgressNetworkOffNet flag impostato su true.

AS_CLI/Interface/SIP/ProxyPolicy/Rule> add proxy911 false false false true false false false false

AS_CLI/Interface/SIP/ProxyPolicy/Rule> add proxy911 false false false true false false false false

2

Eseguire i seguenti comandi CLI per aggiungere le intestazioni SIP a tale regola:

AS_CLI/Interface/SIP/ProxyPolicy/HeaderPolicy> add geolocation proxy911

AS_CLI/Interface/SIP/ProxyPolicy/HeaderPolicy> add geolocation-routing proxy911

Configurazione delle chiamate di emergenza di terze parti (servizio Enterprise/provider di servizi)

Configurare le impostazioni di chiamata di emergenza di terze parti a livello aziendale.

Operazioni preliminari

Accertarsi di comprendere quale modello di provisioning si sta utilizzando come configurazioni di ID cliente e chiave privata dipendono dal modello:

  • Modello di provisioning Enterprise: l'organizzazione del cliente è un'azienda. Gruppi diversi, come siti diversi, rientrano nell'azienda.

  • provider di servizi provisioning cliente: il gruppo è un'organizzazione cliente. Diversi gruppi sotto la provider di servizi non sono correlati l'uno all'altro.

1

Nella finestra Servizi pilota comm, selezionare Chiamata di emergenza di terze parti.

2

Selezionare la casella di controllo Consenti attivazione.

3

Inserire i valori per i campi ID cliente e Chiave privata, a seconda del modello di provisioning eseguito:

  • Modello di provisioning Enterprise: inserire i valori forniti dal providerE911.

  • provider di servizi provisioning modello: inserire i valori fittizi (la configurazione del gruppo nell'attività successiva ha la priorità su questi valori).

4

Fare clic su Ok.


 
È anche possibile configurare queste impostazioni automaticamente da parte di un sistema di back-office utilizzando questo comando: ServiceProviderThirdPartyEmergencyCallingModify.

 
Se si stanno configurando le chiamate di emergenza per la propria organizzazione di provider di servizi (anziché le organizzazioni dei clienti gestite dal provider di servizi), utilizzare il modello di provisioning Enterprise e aggiungere un ID cliente e una chiave privata univoci per la propria organizzazione di provider di servizi.

Campo

Descrizione

Consenti attivazione

Questo parametro definisce se è possibile attivare le chiamate di emergenza di terze parti per i gruppi all'interno dell'azienda. Il valore valido per questo parametro è true (vero ) e false (falso). Il valore predefinito è false (falso).

Se l'URL del server HELD a livello di sistema non viene specificato oppure se le informazioni di instradenza di emergenza non sono configurate, l'attivazione non è consentita a livello aziendale.

ID cliente

Questo parametro definisce l'ID cliente E911 utilizzato nel modello di emergenza di servizio chiamata. Questo valore è univoco per una specifica organizzazione cliente gestita da un provider di servizi. La lunghezza massima per questo parametro è di 36 caratteri. Se Allow Activation ( Consenti attivazione) è true, l'ID cliente non può essere vuoto.

Assegnare il valore corrispondente al modello di provisioning eseguito:

  • Modello Enterprise: inserire il valore fornito dal providerE911.

  • provider di servizi modello: inserire un valore fittizio (l'impostazione Servizio di gruppo sostituisce questo valore).

Chiave privata

Questo parametro definisce l'indirizzo e-chiave privata E911 univoco utilizzato dall'azienda ( come definito dall'IDcliente) nel servizio di chiamata di emergenza di terze parti. Il chiave privata della registrazione è alfanumerica, UTF-8. Questo campo è obbligatorio se viene definito l'ID cliente.

Assegnare il valore corrispondente al modello di provisioning eseguito:

  • Modello Enterprise: inserire il valore fornito dal providerE911.

  • provider di servizi modello: inserire un valore fittizio (l'impostazione Servizio di gruppo sostituisce questo valore).

Configurazione delle chiamate di emergenza di terze parti (servizio di gruppo)

Se si utilizza il modello di provisioning provider di servizi, configurare la chiamata di emergenza di terze parti visualizzata in Servizi di gruppo.

Operazioni preliminari

Accertarsi di comprendere quale modello di provisioning si sta utilizzando come configurazioni di ID cliente e chiave privata dipendono dal modello:

  • Modello di provisioning Enterprise: l'organizzazione del cliente è un'azienda. Gruppi diversi, come siti diversi, rientrano nell'azienda.

  • provider di servizi provisioning cliente: il gruppo è un'organizzazione cliente. Diversi gruppi sotto la provider di servizi non sono correlati l'uno all'altro.

Per le impostazioni del profilo del gruppo, il paese deve essere USA o CAN (per il Canada).

1

Nella finestra Servizi gruppo pilota comm, selezionare Chiamata di emergenza di terze parti.

2

Selezionare entrambe le caselle di controllo seguenti:

  • Abilitazione della gestione dei dispositivi di chiamata di emergenza di terze parti

  • Abilita indirizzamento chiamate di emergenza di terze parti

3

Inserire l'ID cliente e la chiave privata appropriati per questo gruppo in base al modello di provisioning:

  • Modello di provisioning Enterprise: lasciare vuoti i campi. I valori della procedura Enterprise Service precedente vengono applicati.

  • provider di servizi provisioning attivo: inserire i valori forniti dal providerE911.

4

Fare clic su Ok.

Per informazioni su come utilizzare i campi, vedere la tabella seguente.

Campo

Descrizione

Abilitazione della gestione dei dispositivi di chiamata di emergenza di terze parti

Questo parametro specifica se la gestione dei dispositivi di chiamata di emergenza di terze parti è abilitata per il gruppo. Questo parametro non può essere abilitato se il livello aziendale non consente l'attivazione. Questo parametro non può essere disabilitato quando è abilitato l'instradamento di emergenza di terze parti. I valori validi per questo parametro sono true (checked) e false (deselezionato). Il valore predefinito è false (falso).

Abilita indirizzamento chiamate di emergenza di terze parti

Questo parametro specifica se l'instradamento delle chiamate di emergenza di terze parti è abilitato per il gruppo. Impossibile l'indirizzamento se il livello aziendale non consente l'attivazione. Impossibile l'indirizzamento se la gestione dei dispositivi di emergenza di terze parti non è abilitata.

I valori validi per questo parametro sono true (checked) e false (deselezionato). Il valore predefinito è false (falso).

ID cliente

Questo parametro definisce l'ID cliente E911 utilizzato nel servizio di chiamata di emergenza di terze parti. Questo valore è univoco per una specifica organizzazione cliente gestita dal provider di servizi. La lunghezza massima per questo parametro è di 36 caratteri. Se l'ID cliente del servizio di gruppo non è definito, verrà utilizzato l'ID cliente a livello di enterprise/provider di servizi.

Assegnare il valore corrispondente al modello di provisioning utilizzato:

  • Modello Enterprise: lasciare vuoto questo campo. Il valore della procedura Enterprise Service viene applicato.

  • provider di servizi modello: inserire il valore fornito dal providerE911.

Chiave privata

Questo parametro definisce l'chiave privata E911 utilizzato con il servizio di chiamata di emergenza di terze parti. Questa chiave è univoca per il gruppo (come definito dall'IDcliente) e utilizza un formato alfanumerico UTF-8. Questo campo è obbligatorio se è definito l'ID cliente. Se il chiave privata dominio non è definito, verrà utilizzato il livello aziendale/chiave privata di provider di servizi.

Assegnare il valore corrispondente al modello di provisioning utilizzato:

  • Modello Enterprise: lasciare vuoto questo campo. Il valore della procedura Enterprise Service viene applicato.

  • provider di servizi modello: inserire il valore fornito dal providerE911.

Tag di configurazione del client Webex per le chiamate di emergenza

Tag dinamici

La tabella seguente riepiloga i tag DMS Webex dinamici che appaiono nel file di configurazione del client Webex (config.wxt-xml) e le modalità di derivazione dinamica della configurazione BroadWorks.


Questi sono tag "dinamici incorporati", non tag personalizzati che vengono creati direttamente e compilati dall'amministratore.

Tag

Origine dati

%BWE911-PRIMARY-HELDURL%

AS_CLI/Service/ThirdPartyEmergencyCalling> primaryWEBWEBURL

%BWE911-SECONDARY-HELDURL%

AS_CLI/Service/ThirdPartyEmergencyCalling> secondaryWEBURL secondario

%BWE911-EMERGENCY-NUMBER-LIST%

AS_CLI/System/CallP/CallType> mappa cifre contrassegnati come "Emergenza"


 

Per utilizzare questo tag, è necessario aggiungere il tag personalizzato riservato %RESERVEDBWE911-EMERGENCY-NUMBER-LIST% a un tag utilizzato dal tipo di dispositivo. Il tag riservato deve contenere i numeri di emergenza definiti in AS_CLI/System/CallP/CallTypes> in un formato separato da virgole come 911, 0911, 933.

Tenere presente che l'app Webex non supporta i caratteri jolly nei numeri di emergenza. Solo i numeri di emergenza esatti devono essere aggiunti al tag personalizzato prenotato.

L'esempio seguente mostra come deve essere utilizzata la funzionalità di tag prenotata:

  1. Il tag nativo %BWE911-EMERGENCY-NUMBER-LIST% viene aggiunto al file del modello di un dispositivo.

  2. Il tag riservato %RESERVEDBWE911-EMERGENCY-NUMBER-LIST% è stato aggiunto in un tag impostato dal dispositivo con il valore 911, 1911, 933.

  3. Quando il file viene nuovamente visualizzato, il tag nativo %BWE911-EMERGENCY-NUMBER-LIST% viene risolto in 911, 1911, 933.

%BWE911-CUSTOMERID%

ID cliente gruppo configurato se non vuoto, altrimenti ID configurato da SP/Enterprise

%BWE911-SECRETKEY%

Chiave privata gruppo configurata se non vuota, altrimenti Chiave privata SP/Enterprise

Tag personalizzati

Di seguito è riportato un elenco dei tag personalizzati per il desktop dell'app Webex e per i tablet per la chiamata di emergenza. Fare riferimento alla Guida alla configurazione di Webex per Cisco BroadWorks per ulteriori dettagli:


Sebbene alcuni di questi tag personalizzati utilizzino "REDSKY" nel nome del tag, questi tag possono essere utilizzati anche per le integrazioni di chiamata E911 che utilizzano 9Line/Bandwidth o Intrado come provider E911.

%ENABLE_EMERGENCY_DIALING_WXT%

  • Descrizione: Abilita rilevamento chiamate di emergenza

  • Valori: [true|false]

  • Valore predefinito: falso

%EMERGENCY_DIALING_ENABLE_REDSKY_WXT%

  • Descrizione: Abilita piattaforma posizione di emergenza

  • Valori: [true|false]

  • Valore predefinito: falso

%EMERGENCY_REDSKY_USER_LOCATION_PROMPTING_WXT%

  • Descrizione: Definisce il funzionamento dei prompt in posizione E911. Il valore "booleano" mostra la finestra di dialogo all'utente su ciascuna modifica di rete in una posizione sconosciuta. Il valore "once_per_login" mostra la finestra di dialogo solo durante l'accesso a una posizione sconosciuta, evitando ulteriori popup e distrazioni per l'utente.

  • Valori: [linea|once_per_login]

  • Valore predefinito: once_per_login

%EMERGENCY_REDSKY_USER_MANDATORY_LOCATION_WXT%

  • Descrizione: Numero di volte in cui all'utente è consentito chiudere la finestra di dialogo della posizione prima che la posizione diventi obbligatoria. Il valore -1 consente all'utente di chiudere la finestra di dialogo per un tempo indefinito.

  • Valori: [-1 - 100]

  • Valore predefinito: -1

%EMERGENCY_REDSKY_USER_REMINDER_TIMEOUT_WXT%

  • Descrizione: Il timeout, in minuti, che verrà utilizzato per ricordare all'utente di aggiornare la posizione di emergenza, se quella corrente non viene inserita o non è valida. Se è impostato 0, non saranno presenti promemoria.

  • Valori: [0 - 43200]

  • Valore predefinito: 0

Modifica cronologia

Cambia

Dettagli

24 agosto 2022

Aggiornamento dell PSTN del routing abilitato per le posizioni E911 ed E911.

25 aprile 2022

È stato aggiunto il requisito del paese per la configurazione del servizio di gruppo.

23 marzo 2022

Aggiunta limitazione con caratteri jolly a %BWE911-EMERGENCY-NUMBER-LIST% informazioni tag.

21 marzo 2022

Aggiunta nota con informazioni sui requisiti per il tag nativo %BWE911-EMERGENCY-NUMBER-LIST%.

14 marzo 2022

Aggiunto nuovo tag di configurazione, %EMERGENCY_REDSKY_POSIZIONE_UTENTE__PROMPT WXT%, che consente agli amministratori di modificare la frequenza di aggiornamento della posizione.