Introduzione a Cisco Webex Calling

Immaginare di sfruttare le funzioni di chiamata cloud, mobilità e PBX a livello aziendale, insieme a Cisco Webex per la messaggistica e le riunioni e per la chiamata da un soft client Webex Calling o da un dispositivo Cisco. Il servizio Webex Calling è esattamente ciò che offre l'utente.

Webex Calling offre i seguenti vantaggi:

  • Sottoscrizioni di chiamata per utenti di telefonia e aree comuni

  • Accesso Webex per ogni utente

  • Accesso alla rete di telefonia commutazione pubblica (PSTN) per consentire agli utenti di comporre numeri all'esterno dell'organizzazione. Il servizio viene fornito attraverso un'infrastruttura aziendale esistente (gateway locale senza IP PBX locale o con ambiente di chiamata Unified CM esistente)

Webex Calling supporta le seguenti funzioni. Per ulteriori informazioni, vedere il capitolo Configurazione delle funzioni di chiamata Webex.

Tabella 1. Funzioni configurabili di amministrazione

Funzione

Descrizione

Partecipante automatico

È possibile aggiungere formule di saluto, impostare menu e indirizzare le chiamate a un servizio di risposta, a un gruppo di risposta, a una casella di casella vocale o a una persona reale. È possibile creare una pianificazione di 24 ore o fornire opzioni diverse quando la propria attività è aperta o chiusa. È anche possibile indirizzare le chiamate in base agli attributi dell'ID chiamante per creare elenchi di VIP o gestire le chiamate da determinati codici di area in modo diverso.

Coda chiamata

È possibile impostare una coda di chiamata in modo che quando non si riceve risposta alle chiamate in arrivo, ai chiamanti viene fornita una risposta automatica, messaggi di conforto e musica in attesa finché qualcuno non risponde alla chiamata.

Risposta per assente

È possibile migliorare il lavoro in team e la collaborazione creando un gruppo di risposta per chiamate in modo che gli utenti possano rispondere alle chiamate degli altri. Quando si aggiungono utenti a un gruppo di risposta per chiamate e un membro del gruppo è fuori o occupato, un altro membro può rispondere alle chiamate.

Parcheggio di chiamata

È possibile attivare il parcheggio chiamata in modo che gli utenti possano mettere in attesa una chiamata e riprenderla da un altro telefono.

Gruppo di ricerca

È possibile impostare i gruppi di risposta nei seguenti casi:

  • Un team di vendita che desidera l'instradamento sequenziale. Una chiamata in arrivo squilla su un telefono, ma se non è presente alcuna risposta, la chiamata passa all'agente successivo nell'elenco.

  • Un team di supporto che desidera che i telefoni squillino tutti contemporaneamente in modo che il primo agente disponibile possa prendere la chiamata.

Gruppo di risposta

È possibile creare un gruppo di cercapersone in modo che gli utenti possano inviare un messaggio audio a una persona, un reparto o un team. Quando qualcuno invia un messaggio a un gruppo di cercapersone, il messaggio viene riprodotto su tutti i dispositivi del gruppo.

Client centralino

Consente di supportare le esigenze del personale di front-office fornendo una serie completa di opzioni di controllo delle chiamate, monitoraggio su larga scala, coda chiamate, più opzioni e viste della rubrica, integrazione con Outlook e altro.

Gli utenti possono configurare le seguenti funzioni in https://settings.webex.com, che vengono avviate nel portale utenti chiamante.

Tabella 2. Funzioni configurabili dell'utente

Funzione

Descrizione

Rifiuto chiamata anonima

Gli utenti possono rifiutare le chiamate in arrivo con ID chiamante bloccati.

Continuità aziendale

Se i telefoni degli utenti non sono connessi alla rete per alcun motivo (ad esempio, interruzione dell'alimentazione, problemi di rete e così via), gli utenti possono inoltrare le chiamate in arrivo a un numero di telefono specifico.

Inoltro chiamata

Gli utenti possono inoltrare le chiamate in arrivo a un altro telefono.

Inoltro chiamate selettivo

Gli utenti possono inoltrare le chiamate a orari specifici da chiamanti specifici. Questa impostazione ha la precedenza su Inoltro chiamata.

Notifica chiamata

Gli utenti possono inviare a se stessi un messaggio e-mail quando ricevono una chiamata in base a criteri predefiniti come numero di telefono o data e ora.

Avviso di chiamata

Gli utenti possono consentire la risposta di altre chiamate in arrivo.

Non disturbare

Gli utenti possono consentire temporaneamente a tutte le chiamate di passare direttamente alla casella vocale.

Office Anywhere

Gli utenti possono utilizzare i telefoni selezionati ("Posizioni") come interno del numero di telefono aziendale e piano di chiamata.

Avviso priorità

Gli utenti possono squillare sui propri telefoni con un squillo che viene utilizzato quando vengono soddisfatti criteri predefiniti, come numero di telefono o data e ora.

Ufficio remoto

Gli utenti possono effettuare chiamate da un telefono remoto e fare in modo che appaia dalla propria linea aziendale. Inoltre, tutte le chiamate in arrivo alla propria linea aziendale squilleranno su questo telefono remoto.

Accettazione selettiva delle chiamate

Gli utenti possono accettare chiamate a orari specifici da chiamanti specifici.

Rifiuto selettivo chiamata

Gli utenti possono rifiutare le chiamate a orari specifici da determinati chiamanti.

Suoneria sequenziale

Chiama fino a 5 dispositivi uno dopo l'altro per le chiamate in arrivo.

Suoneria simultanea

Chiama contemporaneamente i numeri degli utenti e di altri ("destinatari della chiamata") per le chiamate in arrivo.

Servizi di provisioning, dispositivi e utenti in Control Hub , Avvioincrociato per la configurazione dettagliata nel Portale di amministrazione chiamate

Cisco Webex Control Hub ( ) è un portale di gestione che si integra con Webex Calling per semplificare gli ordini e la configurazione e centralizzata la gestione dell'offertahttps://admin.webex.comin bundle:WebexCalling, Webex e WebexMeetings.

Control Hub è il punto centrale per il provisioning di tutti i servizi, i dispositivi e gli utenti. È possibile eseguire la configurazione iniziale del servizio di chiamata, registrare i telefoni MPP sul cloud (utilizzando l'indirizzo MAC), configurare gli utenti associando dispositivi, aggiungendo numeri, servizi, funzioni di chiamata e così via. Inoltre, da Control Hub, è possibile eseguire l'avvio incrociato sul portale di amministrazione chiamate per una configurazione più dettagliata di funzioni, dispositivi e utenti. Il provisioning di qualsiasi servizio aggiuntivo (Webex Meetings o Teams) viene eseguita anche in Control Hub.

Il portale di amministrazione chiamate offre ai clienti l'accesso alla configurazione avanzata delle funzioni di chiamata nonché una rapida visualizzazione sulla garanzia del servizio. Le garanzie di servizio forniscono metriche di qualità della chiamata tra più posizioni all'interno delle proprie business unit indicando se le chiamate sono di buona qualità, discreta o scarsa. La ricezione del feedback immediato sulla qualità della chiamata consente a partner e amministratori dei clienti di offrire la massima qualità dei servizi ai propri clienti.

Esperienza utente

Gli utenti dispongono dell'accesso alle seguenti interfacce:

  • Applicazione Webex Calling: soft client per la chiamata branded da Cisco. Per ulteriori informazioni, vedere Esplorazione della nuova app Cisco WebexCalling.

  • Impostazioni Webex ( ): interfaccia in cui gli utenti possono impostare le preferenze per il profilo, scaricare Webex Teams e avviare il portale utenti chiamante per le impostazionihttps://settings.webex.comdi chiamata. Per ulteriori informazioni, vedere Modifica delle impostazioni di Cisco Webex.

  • Webex Teams: applicazione inclusa nell'abbonamento come client di messaggistica team a marchio Cisco. Per ulteriori informazioni, vedere Introduzione all'app Cisco Webex Teams.

  • Webex Meetings: applicazione opzionale aggiunta come soluzione Meetings. Per ulteriori informazioni, vedere Webex Meetings.

Presentazione di Cisco Webex Control Hub

Control Hub è la propria interfaccia basata su Web singola per la gestione dell'organizzazione, la gestione degli utenti, l'assegnazione dei servizi, l'analisi delle tendenze di adozione e la qualità delle chiamate e altro.

Per iniziare a utilizzare e utilizzare la propria organizzazione, si consiglia di invitare alcuni utenti a unirsi a Webex inserendo i relativi indirizzi e-mail in Control Hub. Incoraggiare le persone a utilizzare i servizi forniti, inclusa la chiamata, e fornire feedback sulla loro esperienza. Quando si è pronti, è sempre possibile aggiungere altri utenti.


Si consiglia di utilizzare l'ultima versione desktop di Google Chrome o Mozilla Firefox per accedere a ControlHub. I browser sui dispositivi mobili e altri browser desktop potrebbero produrre risultati imprevisti.

Utilizzare le informazioni riportate di seguito come riepilogo di alto livello delle attività da eseguire quando si riceve l'impostazione dei servizi per la propria organizzazione. Per informazioni più dettagliate, vedere i singoli capitoli per istruzioni dettagliate.

Per iniziare

Una volta creato l'account da parte del partner, si riceverà un messaggio e-mail di benvenuto. Fare clic sul collegamento Introduzione nel messaggio e-mail, utilizzando Chrome o Firefox per accedere a ControlHub. Il collegamento accede automaticamente con l'indirizzo e-mail dell'amministratore. Successivamente, verrà richiesto di creare la password dell'amministratore.

Procedura guidata per la prima volta per le versioni di prova

Se il partner ha registrato l'utente per una versione di prova, la procedura di installazione guidata viene avviata automaticamente dopo l'accesso a Control Hub. La procedura guidata guida l'utente attraverso le impostazioni di base per iniziare a utilizzare la propria organizzazione con Cisco WebexCalling, tra gli altri servizi. È possibile impostare ed esaminare le impostazioni di chiamata prima di completare la procedura guidata.

Esamina impostazioni

Quando viene caricato Control Hub, è possibile esaminare le impostazioni.

Aggiungi utenti

Una volta impostati i servizi, è possibile aggiungere persone dalla rubrica aziendale. Andare a Utenti e fare clic su Gestisci utenti.

Se si utilizza Microsoft Active Directory, si consiglia di abilitare prima la sincronizzazione delle rubrica, quindi decidere come si desidera aggiungere gli utenti. Fare clic su Avanti e seguire le istruzioni per l'impostazione di Connettore directory Cisco.

Impostazione del Single Sign-On (SSO)

Webex utilizza l'autenticazione di base. È possibile scegliere di impostare la funzionalità SSO in modo che gli utenti esee autenticazione con il provider di identità Enterprise utilizzando le credenziali Enterprise anziché una password separata memorizzata e gestita in Webex.

Andare a Impostazioni , scorrere fino a Autenticazione , fare clic su Modifica , quindi selezionare Integra un provider di identità di terze parti.

Assegnazione dei servizi agli utenti

È necessario assegnare i servizi agli utenti aggiunti in modo che le persone possano iniziare a utilizzare Webex.

Andare a Utenti , fare clic su Gestisci utenti , selezionare Esporta e importa utenti con unfile CSV , quindi fare clic su Esporta .

Nel file scaricato, è sufficiente aggiungere True per i servizi che si desidera assegnare a ciascun utente.

Importare il file completato, fare clic su Aggiungi e rimuovi servizi , quindi fare clic su Invia. A questo punto, è possibile configurare le funzioni di chiamata, registrare i dispositivi che possono essere condivisi in un luogo comune e registrare e associare i dispositivi agli utenti.

Accesso agli utenti

Ora che sono stati aggiunti gli utenti e sono stati assegnati i servizi, essi possono iniziare a utilizzare i relativi telefoni Multiplatform (MPP) supportati per Webex Calling e Webex per la messaggistica e le riunioni. Invitali a usare le Impostazioni di Cisco Webex come punto di accesso unico per l'accesso.

Ruolo del gateway locale

Il gateway locale è un dispositivo edge gestito dall'azienda o dal partner per il lavoro con rete di telefonia commutazione pubblica (PSTN) e l'interconnessione PBX (Legacy Public Branch Exchange) (incluso Unified CM).

È possibile utilizzare Cisco Webex Control Hub per assegnare un gateway locale a una posizione dopo la quale Control Hub fornisce parametri che è possibile configurare su CUBE. Questa procedura registra il gateway locale con il cloud , quindi il servizio PSTN viene fornito attraverso il gateway agli utenti Webex Calling in una posizione specifica.

Per specificare e ordinare un gateway locale, leggere la Guida all'ordinazione del gatewaylocale.

Distribuzioni del gateway locale supportate per Webex Calling

Sono supportate le seguenti distribuzioni di base:

Il gateway locale può essere distribuito in modo autonomo o in distribuzioni in cui è richiesta l'integrazione con Cisco Unified Communications Manager.

Distribuzioni del gateway locale senza PBX IP locale

Distribuzioni di gateway locali autonomi

L'immagine mostra una distribuzione di Webex Calling senza un IP PBX esistente ed è applicabile a una singola posizione o a una distribuzione multi-posizione.

Per tutte le chiamate che non corrispondono alle destinazioni Webex Calling, Webex Calling invia tali chiamate al gateway locale assegnato alla posizione per l'elaborazione. Il gateway locale indirizza tutte le chiamate provenienti da Webex Calling alla rete PSTN e, nell'altra direzione, da PSTN a Webex Calling.

Il gateway PSTN può essere una piattaforma dedicata o un coresidente con il gateway locale. Come riportato nella figura seguente, si consiglia la varianti di gateway PSTN dedicata di questa distribuzione; può essere utilizzato se il gateway PSTN esistente non può essere utilizzato come gateway locale di Webex Calling.

Distribuzione gateway locale coresidente

Il gateway locale può essere basato su IP, connessione a un ITSP tramite un SIP trunk o TDM basata su un ISDN o circuito analogico. La figura seguente mostra una distribuzione di Webex Calling in cui il gateway locale è coresidente con il GW/SBC PSTN.

Distribuzioni del gateway locale con un PBX Unified CM locale

Le integrazioni con Unified CM sono richieste nei seguenti casi:

  • Le posizioni abilitate per Webex Calling vengono aggiunte a una distribuzione esistente di Cisco UC in cui Unified CM viene distribuito come soluzione di controllochiamate locale

  • È richiesta la chiamata diretta tra i telefoni registrati in Unified CM e i telefoni nelle posizioni Webex Calling.

L'immagine mostra una distribuzione di Webex Calling in cui il cliente dispone di un UNified CM IP PBX esistente.

BroadCloud invia chiamate che non corrispondono alle destinazioni Webex Calling del cliente al gateway locale. Ciò include i numeri PSTN e le estensioni interne Unified CM, che BroadCloud non può visualizzare. Il gateway locale indirizza tutte le chiamate provenienti da BroadCloud a Unified CM e viceversa. Unified CM quindi indirizza le chiamate in arrivo a destinazioni locali o alla PSTN in base al piano di chiamata esistente. Il piano unificato CM normalizza i numeri come +E.164. Il gateway PSTN può essere uno o più co-residenti dedicati con il gateway locale.

Gateway PSTN dedicato

La versione gateway PSTN dedicata di questa distribuzione, come mostrato in questo diagramma, è l'opzione consigliata e può essere utilizzata se il gateway PSTN esistente non può essere utilizzato come gateway locale di Webex Calling.

Gateway PSTN coresidente

L'immagine mostra una distribuzione di Webex Calling con un Unified CM in cui il gateway locale è coresidente con il gateway PSTN/SBC.

BroadCloud indirizza tutte le chiamate che non corrispondono alle destinazioni Webex Calling del cliente verso il gateway locale assegnato alla posizione. Ciò include le destinazioni PSTN e le chiamate in rete verso interni Unified CM. Il gateway locale indirizza tutte le chiamate a Unified CM. Unified CM quindi instrada le chiamate ai telefoni registrati in locale o alla PSTN attraverso il gateway locale, che dispone di funzionalità PSTN/SBC co-posizionato.

Considerazioni sull'inoltro chiamata

Chiamate da Webex Calling a Unified CM

La logica di instradamento Webex Calling è simile alla seguente: se il numero chiamato su un endpoint Webex Calling non può essere indirizzato ad alcuna destinazione all'interno dello stesso cliente in BroadCloud, la chiamata viene inviata al gateway locale per un'ulteriore elaborazione. Tutte le chiamate fuori rete (al di fuori di BroadCloud) vengono inviate al gateway locale.

Per una distribuzione di Webex Calling senza integrazione in un Unified CM esistente, qualsiasi chiamata fuori rete viene considerata una chiamata PSTN. Se combinata con Unified CM, una chiamata fuori rete può comunque essere una chiamata in rete per qualsiasi destinazione ospitata su Unified CM o una chiamata fuori rete reale su una destinazione PSTN. La distinzione tra gli ultimi due tipi di chiamata è determinata da Unified CM e dipende dal piano di chiamata aziendale predisposto su Unified CM.

L'immagine seguente mostra un utente Webex Calling che compone un numero nazionale negli Stati Uniti.

Unified CM ora basato sul piano di chiamata configurato indirizza la chiamata a un endpoint registrato in locale su cui viene predisposta la destinazione chiamata come numero della rubrica. Per questo, il piano di chiamata Unified CM deve supportare l'instradamento di numeri +E.164.

Chiamate da Unified CM a Webex Calling

Per abilitare l'inoltro delle chiamate da Unified CM a Webex Calling su Unified CM, è necessario pres effettuare un insieme di indirizzamento per definire il set di +E.164 e indirizzi del piano di numerazione aziendale in Webex Calling.

Con questi indirizzati, sono possibili entrambi gli scenari delle chiamate mostrati nella figura seguente.

Se un chiamante nel PSTN chiama un numero DID assegnato a un dispositivo Webex Calling, la chiamata viene consegnata all'azienda attraverso il gateway PSTN aziendale e, quindi, Unified CM. L'indirizzo chiamato di tale chiamata corrisponde a uno degli indirizzamento Webex Calling predisposti in Unified CM e la chiamata viene inviata al gateway locale. (l'indirizzo chiamato deve essere in formato +E.164 quando viene inviato al gateway locale). La logica di indirizzamento BroadCloud assicura quindi che la chiamata viene inviata al dispositivo Webex Calling previsto, in base all'assegnazione DID.

Inoltre, le chiamate che hanno origine da endpoint registrati Unified CM, destinate a destinazioni in Webex Calling , sono soggette al piano di chiamata predisposto su Unified CM. Solitamente, questo piano consente agli utenti di utilizzare le chiamate aziendali comuni per effettuare chiamate. Questi numeri non includono necessariamente solo la chiamata +E.164. Qualsiasi chiamata in uscita diversa da +E.164 deve essere normalizzata a +E.164 prima di inviare le chiamate al gateway locale per consentire l'indirizzamento corretto in BroadCloud.

Classe di servizio (CoS)

L'implementazione di restrizioni rigide al servizio è sempre consigliata per diversi motivi, inclusi l'evitare loop di chiamata e prevenire le frodi sui numeri a numeri. Nel contesto dell'integrazione del gateway locale di Webex Calling con la classe di servizio Unified CM, occorre considerare la classe del servizio per:

  • Dispositivi registrati con Unified CM

  • Chiamate in Unified CM dalla pstN

  • Chiamate in Unified CM da BroadCloud

Dispositivi registrati con Unified CM

L'aggiunta delle destinazioni Webex Calling come nuova classe di destinazione a un'impostazione CoS esistente è abbastanza semplice: L'autorizzazione a chiamare per destinazioni Webex Calling solitamente è equivalente all'autorizzazione a chiamare destinazioni locali (incluse le destinazioni tra siti).

Se un piano di chiamata aziendale implementa già un'autorizzazione "(abbreviata) su rete inter-sito", è già disponibile una partizione predisposta su Unified CM, che consente di utilizzare ed eseguire il provisioning di tutte le destinazioni Webex Calling in rete note nella stessa partizione.

Altrimenti, il concetto di autorizzazione "(abbreviato) su rete inter-sito" non esiste ancora, quindi occorre predi utilizzare una nuova partizione (ad esempio "onNetRemote"), le destinazioni Webex Calling aggiunte a questa partizione e infine questa nuova partizione deve essere aggiunta agli spazi di ricerca di chiamata appropriati.

Chiamate in Unified CM dalla pstN

L'aggiunta delle destinazioni Webex Calling come nuova classe di destinazione a un'impostazione CoS esistente è abbastanza semplice: L'autorizzazione a chiamare per destinazioni Webex Calling solitamente è equivalente all'autorizzazione a chiamare destinazioni locali (incluse le destinazioni tra siti).

Se un piano di chiamata aziendale implementa già un'autorizzazione "(abbreviata) su rete inter-sito", è già disponibile una partizione predisposta su Unified CM, che consente di utilizzare ed eseguire il provisioning di tutte le destinazioni Webex Calling in rete note nella stessa partizione.

Altrimenti, il concetto di autorizzazione "(abbreviato) su rete inter-sito" non esiste ancora, quindi occorre predi utilizzare una nuova partizione (ad esempio "onNetRemote"), le destinazioni Webex Calling aggiunte a questa partizione e infine questa nuova partizione deve essere aggiunta agli spazi di ricerca di chiamata appropriati.

Chiamate in Unified CM da BroadCloud

Le chiamate in ingresso dal PSTN devono accedere a tutte le destinazioni Webex Calling. È necessario aggiungere la partizione precedente tenendo tutte le destinazioni Webex Calling allo spazio di ricerca di chiamata utilizzato per le chiamate in arrivo sul trunk PSTN. L'accesso alle destinazioni Webex Calling viene aggiunto all'accesso già esistente.

Mentre per le chiamate dagli accessi PSTN ai DID Unified CM e ai DID Webex Calling, è necessario che le chiamate che hanno origine in Webex Calling accedono ai DID Unified CM e alle destinazioni PSTN.

Figura 1. CoS differenziato per le chiamate da PSTN e Webex Calling

Questa cifra mette a confronto queste due diverse classi di servizio per le chiamate da PSTN e BroadCloud. L'immagine mostra anche che se la funzionalità gateway PSTN è collocata con il gateway locale, sono necessari due trunk dal GW PSTN combinato e dal gateway locale in Unified CM: una per le chiamate che hanno origine nel sistema PSTN e una per le chiamate che hanno origine in BroadCloud. Ciò è guidato dal requisito di applicare spazi di ricerca di chiamata differenziati per tipo di traffico. Con due trunk in ingresso su Unified CM, questo può essere facilmente scollegato configurando lo spazio di ricerca di chiamata richiesto per le chiamate in arrivo su ciascun trunk.

Integrazione del piano di chiamata

Questo manuale presuppone un'installazione esistente basata sulle procedure correnti consigliate in "Architettura preferita per distribuzioni Cisco Collaboration on-premises, CVD". L'ultima versione è disponibile all'indirizzo https://www.cisco.com/c/en/us/support/unified-communications/unified-communications-system/products-implementation-design.

Il design del piano di chiamata consigliato segue l'approccio di progettazione documentato nel capitolo Piano di chiamata dell'ultima versione di Cisco Collaboration System SRND disponibile su https://www.cisco.com/go/ucsrnd.

Figura 2. Piano di chiamata consigliato

L'immagine seguente mostra una panoramica del design del piano di chiamata consigliato. Le caratteristiche chiave di questo piano di chiamata includono:

  • Tutti i numeri di rubrica configurati su Unified CM sono in formato +E.164.

  • Tutti i numeri di rubrica risiedono nella stessa partizione (DN) e sono contrassegnati come urgenti.

  • L'instradamento base si basa su +E.164.

  • Tutti gli indirizzi di chiamata non+E.164 (ad esempio, chiamata intrasito abbreviata e chiamata PSTN utilizzando sistema di chiamata comune) sono normalizzati (globalizzato) a +E.164 utilizzando schemi di traduzione di normalizzazione.

  • Per comporre schemi di traduzione di normalizzazione, viene utilizzata l'ereditarietà dello spazio di ricerca di chiamata; hanno l'opzione "Usa spazio di ricerca di chiamata del iniziatore" impostata.

  • La classe del servizio viene implementata utilizzando il sito e la classe degli spazi di ricerca di chiamata specifici del servizio.

  • Le funzionalità di accesso PSTN (ad esempio, l'accesso alle destinazioni PSTN internazionali) sono implementate aggiungendo partizioni con i relativi schemi di instradazione +E.164 allo spazio di ricerca di chiamata che definisce la classe di servizio.

Raggiungibilità con BroadCloud

Figura 3. Aggiunta della destinazione BroadCloud al piano per le chiamate

Per aggiungere la raggiungibilità per le destinazioni BroadCloud a questo piano di chiamata, è necessario creare una partizione che rappresenta tutte le destinazioni BroadCloud ("BroadCloud") e un percorso di instradamento +E.164 per ciascun intervallo DID in BroadCloud viene aggiunto a questa partizione. Questo percorso di instradtura fa riferimento a un elenco di route con un solo membro: il gruppo di routing con il trunk SIP al gateway locale per le chiamate a BroadCloud. Poiché tutte le destinazioni chiamate vengono normalizzate in +E.164 utilizzando schemi di conversione di normalizzazione per le chiamate che hanno origine da endpoint registrati Unified CM o in entrata, le trasformazione delle parti chiamate provenienti dal sistema PSTN questo singolo set di schemi di instradamento +E.164 è sufficiente per raggiungere la raggiungibilità per le destinazioni in BroadCloud indipendentemente dal flusso di chiamata utilizzato.

Se, ad esempio, un utente chiama "914085550165", il percorso di conversione della normalizzazione della chiamata nella partizione "UStoE164" normalizza questa stringa di chiamata in "+14085550165" che corrisponde quindi al percorso di instradamento per una destinazione BroadCloud nella partizione "BroadCloud". Unified CM invia infine la chiamata al gateway locale.

Aggiungi chiamata intersito abbreviata

Figura 4. Aggiunta della chiamata tra siti abbreviata

Il metodo consigliato per aggiungere la chiamata intersito abbreviata al piano di chiamata di riferimento è di aggiungere schemi di traduzione di normalizzazione per tutti i siti sotto il piano di numerazione aziendale a una partizione dedicata ("ESN", Numeri significativi aziendali). Questi schemi di traduzione intercettano le stringhe di chiamata nel formato del piano di numerazione aziendale e normalzzano la stringa chiamata in +E.164.

Per aggiungere la chiamata rapida aziendale alle destinazioni BroadCloud, aggiungere il relativo percorso di traduzione di normalizzazione di chiamata per la posizione BroadCloud nella partizione "BroadCloud" (ad esempio, "8101XX" nel diagramma). Dopo la normalizzazione, la chiamata di nuovo viene inviata a BroadCloud dopo aver corrispondente al percorso di inoltro nella partizione "BroadCloud".

Non si consiglia di aggiungere lo schema di conversione di normalizzazione delle chiamate abbreviate per le chiamate BroadCloud alla partizione "ESN", poiché questa configurazione potrebbe creare loop di inoltro chiamate indesiderati.

Differenza tra Webex Calling per provider di servizi e rivenditori di valore aggiunto

Esistono due offerte di chiamata separate che sfruttano la stessa piattaforma Webex Calling. Un'offerta è per i provider di servizi (SP) e i relativi clienti mentre l'altra offerta è per rivenditori aggiunti (VAR) e i relativi clienti. Per la maggior parte delle attività, le offerte sono identici e, come tali, si chiamano genericamente Webex Calling. Tuttavia, esistono un paio di differenze e dove dobbiamo indicare tali differenze. Garantiremo di sapere se si applicano a SP o VAR.

Sebbene entrambe le offerte siano amministrate in Control Hub con l'avvio incrociato nel portale di amministrazione chiamate, di seguito sono presenti alcune differenze chiave.

Gli SP possono creare un branded dei portali di chiamata e delle app e devono aggregare e fornire i propri servizi PSTN ai propri clienti o sfruttare la distribuzione del gateway locale. Gli SP devono anche fornire il proprio supporto Tier 1.

I VAR, invece, utilizzano il branding fornito da Cisco. I VAR non sono provider di servizi regolamentati e non possono fornire il servizio PSTN. Il servizio PSTN deve essere sfruttare attraverso una distribuzione del gateway locale aziendale. I VAR possono anche fornire il proprio supporto Tier 1 o utilizzare quello di Cisco. Entrambe le offerte di chiamata forniscono garanzia del servizio attraverso metriche di qualità multimediale e possono riunire Webexe Webex Meetings con le relative applicazioni di chiamata.

Gestori protocollo per la chiamata

Cisco Webex Calling registra i seguenti gestori di protocollo con il sistema operativo per abilitare la funzionalità Click-to-Call dai browser Web o da un'altra applicazione. I seguenti protocolli avviano una chiamata audio o video in Webex Teams quando è l'applicazione di chiamata predefinita su Mac o Windows:

  • CHIAMATA CLICKTOCALL: o CLICKTOCALL://

  • Sip: o SIP://

  • Tel: o TEL://

  • WEBEXTEL: o WEBEXTEL://

Gestori protocollo per Windows

Altre app possono eseguire la registrazione per i gestori di protocollo prima dell'app Webex. In Windows 10, la finestra di sistema in cui si richiede agli utenti di selezionare l'app da utilizzare per avviare la chiamata. Le preferenze utente vengono memorizzate se l'utente fa clic su Always use this app (Usa sempre questaapp).

Se gli utenti devono ripristinare le impostazioni dell'app di chiamata predefinita in modo da poter selezionare Webex, è possibile indicargli di modificare le associazioni di protocollo per Webex in Windows 10:

  1. Aprire impostazioni di sistema Impostazioni app predefinite, fare clic su Imposta valori predefiniti per app e scegliereWebex.

  2. Per ciascun protocollo, scegliere Webex.

Gestori protocollo per Mac

Su Mac OS, se altre app registrate per i protocolli di chiamata prima di Webex , gli utenti devono configurare le app Webex come opzione di chiamata predefinita.

In Webex per Mac, gli utenti possono confermare che Webex sia selezionato per l'opzione Avvia chiamate con nelle preferenze generali. Possono anche selezionare Connetti sempre a Microsoft Outlook se desiderano effettuare chiamate in Webex quando fa clic sul numero di un contatto Outlook.