Flusso di lavoro di configurazione Webex Calling
Flusso di lavoro di configurazione Webex Calling

01 giugno 2022
Panoramica di Webex Calling

Introduzione a Webex Calling

Immaginare di sfruttare le funzioni di chiamata cloud, mobilità e PBX a livello aziendale, insieme all'app Webex per messaggistica e riunione e chiamata da un Webex Calling soft client o da un dispositivo Cisco. Questo è esattamente ciò Webex Calling ti può offrire.

Webex Calling offre i seguenti vantaggi:

  • Abbonamenti di chiamata per utenti di telefonia e aree comuni

  • Accesso all'app Webex per ogni utente

  • Accedi alla rete telefonica commutata pubblica (PSTN) per consentire agli utenti di comporre numeri all'esterno dell'organizzazione. Il servizio viene fornito attraverso un'infrastruttura aziendale esistente (gateway locale senza PBX IP locale o con ambiente di chiamata Unified CM esistente)

Webex Calling supporta le seguenti funzioni. Per ulteriori informazioni, vedi il capitolo Configurazione delle funzioni Webex Calling.

Tabella 1. Funzioni configurabili dall'amministratore

Funzione

Descrizione

Partecipante automatico

Puoi aggiungere messaggi di saluto, impostare menu e indirizzare le chiamate a un servizio di risposta, a un gruppo di risposta, a una casella vocale o a una persona reale. Puoi creare una pianificazione di 24 ore o fornire opzioni diverse quando la tua attività è aperta o chiusa. Puoi persino indirizzare le chiamate in base agli attributi dell'ID chiamante per creare elenchi VIP o gestire diversamente le chiamate provenienti da determinati codici area.

Coda chiamata

Puoi impostare una coda chiamate in modo che quando le chiamate in ingresso non ricevono risposta, ai chiamanti viene fornita una risposta automatica, messaggi di cortesia e musica di attesa finché qualcuno non risponde alla chiamata.

Risposta per assente

Puoi migliorare il lavoro in team e la collaborazione creando un gruppo di risposta per assente che consente agli utenti di rispondere alle chiamate degli altri. Quando aggiungi utenti a un gruppo di risposta per assente e un membro del gruppo è assente o è occupato, un altro membro può rispondere alle sue chiamate.

Parcheggio di chiamata

Puoi attivare il parcheggio chiamata in modo che gli utenti possano mettere in attesa una chiamata e rispondervi da un altro telefono.

Gruppo di ricerca

Puoi impostare i gruppi di risposta nei seguenti casi:

  • Un team di vendita desidera l'indirizzamento sequenziale. Una chiamata in ingresso squilla su un telefono, ma in caso di mancata risposta, la chiamata passa all'agente successivo nell'elenco.

  • Un team di supporto desidera che i telefoni squillino tutti contemporaneamente in modo che il primo agente disponibile possa prendere la chiamata.

Gruppo di risposta

Puoi creare un gruppo di paging in modo che gli utenti possano inviare un messaggio audio a una persona, un reparto o un team. Quando qualcuno invia un messaggio a un gruppo di paging, il messaggio viene riprodotto su tutti i dispositivi nel gruppo.

Client centralino

Consente di supportare le esigenze del personale di front-office grazie a una serie completa di opzioni di controllo delle chiamate, monitoraggio su larga scala, coda chiamate, più opzioni e viste della rubrica, integrazione con Outlook e altro.

Gli utenti possono configurare le seguenti funzioni in https://settings.webex.com, che vengono avviate automaticamente nel Portale utente Calling.

Tabella 2. Funzioni configurabili dall'utente

Funzione

Descrizione

Rifiuto chiamata anonima

Gli utenti possono rifiutare le chiamate in ingresso con ID chiamante bloccato.

Continuità aziendale

Se i telefoni degli utenti non sono connessi alla rete per qualche motivo (ad esempio, interruzione dell'alimentazione, problemi di rete e così via), gli utenti possono inoltrare le chiamate in ingresso a un numero di telefono specifico.

Inoltro chiamata

Gli utenti possono inoltrare le chiamate in ingresso a un altro telefono.

Inoltro chiamata selettivo

Gli utenti possono inoltrare le chiamate provenienti da determinati chiamanti a orari specifici. Questa impostazione ha la precedenza su Inoltro chiamata.

Notifica chiamata

Gli utenti possono inviare a se stessi un messaggio e-mail quando ricevono una chiamata in base a criteri predefiniti come numero di telefono o data e ora.

Avviso di chiamata

Gli utenti possono consentire la risposta di ulteriori chiamate in ingresso.

Non disturbare

Gli utenti possono consentire temporaneamente a tutte le chiamate di passare direttamente alla casella vocale.

Office Anywhere

Gli utenti possono utilizzare alcuni telefoni selezionati ("Posizioni") come interno del loro numero di telefono aziendale e piano di chiamata.

Avviso priorità

Gli utenti possono far squillare sui propri telefoni una suoneria distintiva quando vengono soddisfatti criteri predefiniti, come numero di telefono o data e ora.

Ufficio remoto

Gli utenti possono effettuare chiamate da un telefono remoto e fare in modo che vengano visualizzate come se fossero state effettuate dalla propria linea aziendale. Inoltre, tutte le chiamate in ingresso sulla loro linea aziendale squilleranno su questo telefono remoto.

Accettazione selettiva delle chiamate

Gli utenti possono accettare chiamate a orari specifici da chiamanti specifici.

Rifiuto selettivo chiamata

Gli utenti possono rifiutare le chiamate a orari specifici da determinati chiamanti.

Suoneria sequenziale

Fa squillare fino a 5 dispositivi uno dopo l'altro per le chiamate in ingresso.

Suoneria simultanea

Fa squillare contemporaneamente i numeri degli utenti e di altri ("destinatari della chiamata") per le chiamate in ingresso.

Servizi di provisioning, dispositivi e utenti in Control Hub, avvio incrociato per la configurazione dettagliata nel Portale amministratore Calling

Control Hub (https://admin.webex.com) è un portale di gestione che si integra con il Webex Calling per semplificare gli ordini e la configurazione e centralizzata la gestione dell'offerta in pacchetto: Webex Calling, app Webex e Meetings.

Control Hub è il punto centrale per il provisioning di tutti i servizi, i dispositivi e gli utenti. Puoi eseguire un'impostazione iniziale del servizio di chiamata, registrare i telefoni MPP sul cloud (utilizzando l'indirizzo MAC), configurare gli utenti associando dispositivi, aggiungendo numeri, servizi, funzioni di chiamata e così via. Inoltre, da Control Hub puoi eseguire l'avvio incrociato sul Portale amministratore Calling.

Esperienza utente

Gli utenti dispongono dell'accesso alle seguenti interfacce:

Panoramica

Webex Calling è possibile ridurre i costi operativi e migliorare la produttività consentendo la migrazione di comunicazioni aziendali critiche al cloud. Quando combinata con altre app e dispositivi Webex, è il punto di riferimento di un'esperienza completa di chiamata cloud e collaborazione aziendale. Cisco supporta distribuzioni on-premises, nel cloud e modelli misti per mantenere i nostri clienti connessi e produttivi ovunque ci si trovi. anche durante le dirompenti eventi di mercato.

Webex Calling ora include un'opzione di istanza cloud dedicata basata sull'Cisco Unified Communications Manager architettura. L'istanza dedicata è integrata con Webex Calling e sfrutta i servizi della piattaforma Webex, supportando l'innovazione cloud e un'esperienza migliorata per i clienti che hanno bisogno di supportare endpoint Cisco meno recenti, soluzioni di survivability locali o integrazioni esistenti parte di flussi di lavoro aziendali critici.

Il componente aggiuntivo Istanza dedicata per Webex Calling include:

  • Cisco Unified Communications Manager

  • Cisco Unified IM and Presence

  • Cisco Unified Unity Connection

  • Cisco Expressway

  • Risponditore di emergenza Cisco (solo regione America)

Percorso di migrazione semplice

Istanza dedicata per la Webex Calling fornisce un percorso di migrazione cloud semplificato da un PBX legacy e da sistemi Unified Communications Manager locali.

L'istanza dedicata consente di risolvere i problemi associati alle migrazioni di chiamate aziendali nel cloud:

Nessuna interruzione: l'istanza dedicata dispone delle stesse funzioni, funzionalità, esperienza utente e opzioni di integrazione supportate da Unified Communications Manager distribuito in locale, incluso il supporto per Jabber e l'app Webex. In questo modo, si crea una migrazione dal cloud senza formazione da parte di utenti finali o amministratori richiesta per clienti esistenti di Unified Communications Manager. È possibile eseguire il trunking dell'istanza dedicata a PBX di terze parti, consentendo ai nuovi clienti Cisco di pianificare la migrazione flessibile.

Personalizzazione: un'istanza privata dedicata per ogni cliente consente una distribuzione cloud altamente personalizzabile, che è un differenziatore univoco dalle altre offerte di chiamata cloud sul mercato. Le API aperte di istanza dedicata consentono integrazioni approfondite delle applicazioni di terze parti consentendo ai clienti di creare un ambiente di chiamata che supporti flussi di lavoro aziendali univoci.

Sicurezza senza problemi: con istanze dedicate, i clienti hanno accesso a tutte le funzioni di sicurezza di Unified Communications Manager per endpoint e applicazioni UC come contenuto multimediale crittografato, SRST sicuro, registrazione OTT sicura MRA.

Inoltre, i clienti hanno accesso a importanti funzioni di sicurezza fisiche come la telefonia del sito Cisco Survivable Remote Site (SRST) per la connettività del sito nei collegamenti di rete dell'evento in basso e il risponditore di emergenza Cisco e Bluetooth E911 per assicurarsi che i dipendenti possano essere posizionati da risponditori di emergenza quando sono in ufficio o in modalità ibrida di lavoro. 

ROI esteso: l'istanza dedicata supporta gli stessi endpoint vocali e video della release UC Manager associata, eliminando il requisito di aggiornare tutti gli endpoint dei clienti quando si esegue la migrazione al cloud ed estendendo il ROI di queste risorse.

Inter-op di base: l'istanza dedicata è integrata nella funzionalità Webex Calling per l'inoltro delle chiamate attraverso la piattaforma Webex. I clienti hanno la flessibilità di distribuire gli utenti a tutte le istanze dedicate e le Webex Calling e di adattarsi nel tempo come necessario per soddisfare i requisiti aziendali di chiamata cloud.


I clienti che suddivideno gli utenti tra le piattaforme potranno utilizzare diverse funzioni. Le funzioni di chiamata non sono applicazione tra istanza dedicata e Webex Calling. Ad esempio, Webex Calling utenti non possono essere parte di un gruppo di risposta su istanza dedicata.

Disponibilità soluzione

Il servizio Istanza dedicata è disponibile a livello globale ed è ordinabile come componente aggiuntivo per il piano Webex Calling Flex 3.0 attraverso i partner in determinati paesi. Per ulteriori informazioni , vedere la Guida alla disponibilità globale.

L'istanza dedicata supporta lo stesso livello di localizzazione del nostro Unified Communications Manager on-premise. Supporta i toni telefonici e gateway in 82 paesi, un portale di auto assistenza in 50 lingue e clienti in più di 30 lingue.

Benefici

L'istanza dedicata offre il percorso di migrazione più efficiente al cloud per i clienti esistenti di Unified Communications Manager, con i seguenti vantaggi chiave:
  • Istanza dell'applicazione di chiamata dedicata ospitata e utilizzato da Cisco nei centri dati Webex
  • Piattaforma di chiamata personalizzabile
  • Architettura flessibile e rapidamente scalabile
  • Esperienza utente nota, che riduce l'esigenza di formazione dei dipendenti
  • Client Unified per chiamate, messaggistica, riunioni e collaborazione in team utilizzabile per tutti i tipi di dispositivo
  • Compatibilità con l'intero portfolio di telefoni, gateway e dispositivi video di Cisco
  • L'integrazione con riunioni, messaggistica e chiamata Webex viene integrata nella suite di Webex, consentendo un'eccezionale esperienza end-to-end con il cliente finale.

Per endpoint e dispositivi supportati, fare clic qui.

Presentazione di Control Hub

Control Hub è l'interfaccia centralizzata basata su Web per gestione dell'organizzazione, gestione degli utenti, assegnazione dei servizi, analisi delle tendenze di adozione e della qualità delle chiamate e altro.

Per iniziare a utilizzare e utilizzare la propria organizzazione, si consiglia di invitare alcuni utenti ad accedere all'app Webex immettendo i relativi indirizzi e-mail in Control Hub. Incoraggia le persone a utilizzare i servizi forniti, inclusa la chiamata, e a fornire il feedback sulla loro esperienza. Quando sei pronto, puoi sempre aggiungere altri utenti.


Ti consigliamo di utilizzare l'ultima versione desktop di Google Chrome o Mozilla Firefox per accedere a Control Hub. I browser sui dispositivi mobili e altri browser desktop potrebbero produrre risultati imprevisti.

Utilizza le informazioni riportate di seguito come riepilogo generale delle attività che puoi eseguire una volta impostati i servizi per la tua organizzazione. Per informazioni più dettagliate, vedi i singoli capitoli per istruzioni passo passo.

Per iniziare

Una volta creato l'account da parte del partner, riceverai un messaggio e-mail di benvenuto. Fai clic sul collegamento Introduzione nel messaggio e-mail utilizzando Chrome o Firefox per accedere a Control Hub. Il collegamento ti fa accedere automaticamente con l'indirizzo e-mail amministratore. Successivamente, ti verrà richiesto di creare la password amministratore.

Procedura di installazione guidata iniziale per le versioni di prova

Se il partner ti ha registrato per una versione di prova, la procedura di installazione guidata viene avviata automaticamente dopo l'accesso a Control Hub. La procedura di installazione guidata ti guida attraverso le impostazioni di base per iniziare a utilizzare la tua organizzazione con Webex Calling e altri servizi. Puoi impostare ed esaminare le impostazioni di Calling prima di terminare la procedura di installazione guidata.

Revisione delle impostazioni

Una volta caricato Control Hub, puoi esaminare le impostazioni.

Aggiungi utenti

Ora che sono stati impostati i servizi, sei pronto ad aggiungere persone dalla tua rubrica aziendale. Vai a Utenti e fai clic su Gestisci utenti.

Se utilizzi Microsoft Active Directory, ti consigliamo di abilitare prima la Sincronizzazione delle rubriche, quindi di scegliere come aggiungere gli utenti. Fai clic su Avanti e segui le istruzioni per l'impostazione del Connettore directory Cisco.

Impostazione del Single Sign On (SSO)

L'app Webex utilizza l'autenticazione di base. Puoi scegliere di impostare il Single Sign-On (SSO) in modo che gli utenti eseguano l'autenticazione con il tuo provider di identità Enterprise utilizzando le proprie credenziali anziché una password separata memorizzata e gestita in Webex.

Vai a Impostazioni, scorri fino ad Autenticazione, fai clic su Modifica, quindi seleziona Integra un provider di identità di terze parti.

Assegna servizi a utenti

È necessario assegnare i servizi agli utenti aggiunti in modo che le persone possano iniziare a utilizzare l'app Webex.

Vai a Utenti, fai clic su Gestisci utenti, seleziona Esporta e importa utenti con un file CSV, quindi fai clic su Esporta.

Nel file scaricato, aggiungi semplicemente Vero per i servizi che desideri assegnare a ciascun utente.

Importa il file completato, fai clic su Aggiungi e rimuovi servizi, quindi fai clic su Invia. A questo punto, puoi configurare le funzioni di chiamata, registrare i dispositivi che possono essere condivisi in un luogo comune e registrare e associare i dispositivi agli utenti.

Potenzia i tuoi utenti

Ora che sono stati aggiunti gli utenti e sono stati assegnati i servizi, possono iniziare a utilizzare i telefoni Multiplatform (MPP) supportati per i Webex Calling e l'app Webex per messaggistica e riunioni. Incoraggiali a utilizzare Impostazioni di Cisco Webex come un punto unico di accesso.

Ruolo del gateway locale

Il gateway locale è un dispositivo edge gestito dall'azienda o dal partner per l'interoperabilità su rete PSTN e l'interoperabilità su rete PBX preesistente (Unified CM).

Puoi utilizzare Control Hub per assegnare un gateway locale a una posizione, dopo di che Control Hub fornisce i parametri che puoi configurare su CUBE. Questa procedura consente di registrare il gateway locale con il cloud, quindi il servizio PSTN viene fornito attraverso il gateway agli utenti Webex Calling in una posizione specifica.

Per specificare e ordinare un gateway locale, leggi la Guida all'ordinazione del gateway locale.

Distribuzioni del gateway locale supportate per Webex Calling

Sono supportate le seguenti distribuzioni di base:

Il gateway locale può essere distribuito in modo autonomo o in distribuzioni in cui è richiesta l'integrazione in Cisco Unified Communications Manager.

Distribuzioni del gateway locale senza PBX IP locale

Distribuzioni del gateway locale autonomo

Questa figura mostra una distribuzione Webex Calling senza un PBX IP esistente ed è applicabile a una distribuzione a singola posizione o multi-posizione.

Per tutte le chiamate che non corrispondono a destinazioni Webex Calling, Webex Calling invia tali chiamate al gateway locale assegnato alla posizione per l'elaborazione. Il gateway locale indirizza tutte le chiamate provenienti da Webex Calling alla PSTN e nell'altra direzione, dalla PSTN a Webex Calling.

Il gateway PSTN di rete può essere una piattaforma dedicata o un coresidente con il gateway locale. Come riportato nella figura seguente, si consiglia la variante del gateway PSTN dedicato di questa distribuzione; tale variante potrebbe essere utilizzata qualora il gateway PSTN esistente non potesse essere utilizzato come gateway Webex Calling locale.

Distribuzione del gateway locale coresidente

Il gateway locale può essere basato su IP, con connessione a un ITSP tramite un trunk SIP o basato su TDM tramite un circuito ISDN o analogico. La figura seguente mostra una distribuzione Webex Calling in cui il gateway locale è coresidente con la PSTN GW/SBC.

Distribuzioni del gateway locale con un PBX Unified CM locale

Le integrazioni con Unified CM sono richieste nei seguenti casi:

  • Le posizioni abilitate Webex Calling vengono aggiunte a una distribuzione Cisco UC esistente in cui Unified CM viene distribuito come soluzione di controllo chiamate locale

  • È richiesta la chiamata diretta tra i telefoni registrati in Unified CM e i telefoni in posizioni Webex Calling.

Questa figura mostra una distribuzione Webex Calling in cui il cliente dispone di un PBX IP Unified CM esistente.

Webex Calling invia chiamate che non corrispondono alle Webex Calling del cliente al gateway locale. Ciò include PSTN numeri di telefono e interni Unified CM, che Webex Calling visualizzare. Il gateway locale indirizza tutte le chiamate provenienti da Webex Calling a Unified CM e viceversa. Unified CM quindi instrada le chiamate in ingresso alle destinazioni locali o alla PSTN in base alle specifiche del piano di chiamata esistente. Il piano di chiamata Unified CM normalizza i numeri come +E.164. Il gateway PSTN locale può essere dedicato o co-residente con il gateway locale.

Gateway PSTN dedicato

La variante del gateway PSTN dedicato di questa distribuzione, come mostrato in questo diagramma, è l'opzione consigliata e può essere utilizzata se il gateway PSTN esistente non può essere utilizzato come gateway Webex Calling locale.

Gateway PSTN coresidente

Questa figura mostra una distribuzione Webex Calling con un Unified CM in cui il gateway locale è coresidente con il gateway PSTN/SBC.

Webex Calling indirizza tutte le chiamate che non corrispondono alle Webex Calling del cliente al gateway locale assegnato alla posizione. Ciò include destinazioni PSTN e chiamate in rete verso interni Unified CM. Il gateway locale indirizza tutte le chiamate a Unified CM. Unified CM quindi indirizza le chiamate ai telefoni registrati in locale o alla PSTN attraverso il gateway locale, che dispone di funzionalità PSTN/SBC nella stessa posizione.

Considerazioni sull'indirizzamento chiamata

Chiamate da Webex Calling a Unified CM

La logica di indirizzamento Webex Calling funziona nel modo seguente: se il numero chiamato su un endpoint Webex Calling non può essere instradato ad alcuna destinazione all'interno dello stesso cliente in Webex Calling, la chiamata viene inviata al gateway locale per un'ulteriore elaborazione. Tutte le chiamate fuori rete (al di fuori Webex Calling) vengono inviate al gateway locale.

Per una distribuzione Webex Calling senza integrazione in un Unified CM esistente, qualsiasi chiamata fuori rete viene considerata una chiamata PSTN. Se combinata con Unified CM, una chiamata fuori rete può essere comunque una chiamata in rete per qualsiasi destinazione ospitata su Unified CM o una chiamata fuori rete reale verso una destinazione PSTN. La distinzione tra gli ultimi due tipi di chiamata è determinata da Unified CM e dipende dal piano di chiamata aziendale predisposto su Unified CM.

La figura seguente mostra un utente Webex Calling che compone un numero nazionale negli Stati Uniti.

Unified CM attualmente basato sul piano di chiamata configurato indirizza la chiamata a un endpoint registrato in locale su cui viene predisposta la destinazione chiamata come numero di rubrica. A tale scopo, il piano di chiamata Unified CM deve supportare l'indirizzamento dei numeri +E.164.

Chiamate da Unified CM a Webex Calling

Per abilitare l'indirizzamento delle chiamate da Unified CM a Webex Calling su Unified CM, è necessario predisporre una serie di indirizzamenti per definire la serie di numeri +E.164 e indirizzi del piano di numerazione aziendale in Webex Calling.

Con questi indirizzamenti attivi, sono possibili entrambi gli scenari di chiamata mostrati nella figura seguente.

Se un chiamante PSTN chiama un numero DID assegnato a un dispositivo Webex Calling, la chiamata viene consegnata all'azienda attraverso il gateway PSTN aziendale e, quindi, raggiunge Unified CM. L'indirizzo chiamato di tale chiamata corrisponde a uno degli indirizzamenti Webex Calling predisposti in Unified CM e la chiamata viene inviata al gateway locale (l'indirizzo chiamato deve essere in formato +E.164 quando viene inviato al gateway locale). La Webex Calling di routing assicura quindi che la chiamata viene inviata al dispositivo Webex Calling previsto, in base all'assegnazione DID.

Inoltre, le chiamate provenienti da endpoint registrati Unified CM, destinate a destinazioni in Webex Calling, sono soggette al piano di chiamata predisposto su Unified CM. Solitamente, questo piano di chiamata consente agli utenti di utilizzare le comuni abitudini di chiamata aziendali per effettuare chiamate. Tali abitudini non includono necessariamente solo la chiamata +E.164. Qualsiasi chiamata qualsiasi chiamata diversa da +E.164 deve essere normalizzata a +E.164 prima che le chiamate vengono inviate al gateway locale per consentire l'indirizzamento corretto in Webex Calling.

Classe di servizio (CoS)

L'implementazione di restrizioni rigide al servizio è sempre consigliata per diversi motivi, ad esempio, per evitare loop di chiamata e prevenire le frodi sui numeri a pagamento. Nel contesto dell'integrazione del gateway locale Webex Calling con classe di servizio Unified CM, occorre considerare la classe del servizio per:

  • Dispositivi registrati con Unified CM

  • Chiamate in ingresso in Unified CM da PSTN

  • Chiamate in Unified CM da Webex Calling

Dispositivi registrati con Unified CM

L'aggiunta di destinazioni Webex Calling come nuova classe di destinazioni a un'impostazione CoS esistente è abbastanza semplice: l'autorizzazione a chiamare destinazioni Webex Calling solitamente equivale all'autorizzazione a chiamare destinazioni locali (incluse le destinazioni intersito).

Se un piano di chiamata aziendale implementa già un'autorizzazione "(abbreviata) intersito su rete", sarà già disponibile una partizione predisposta su Unified CM che ci consentirà di utilizzare ed eseguire il provisioning di tutte le destinazioni Webex Calling note su rete nella stessa partizione.

Altrimenti, il concetto di autorizzazione "(abbreviata) intersito su rete" non esiste ancora, quindi occorrerà predisporre una nuova partizione (ad esempio, "onNetRemote"), aggiungere le destinazioni Webex Calling a questa partizione e, infine, aggiungere questa nuova partizione agli spazi di ricerca chiamata appropriati.

Chiamate in ingresso in Unified CM da PSTN

L'aggiunta di destinazioni Webex Calling come nuova classe di destinazioni a un'impostazione CoS esistente è abbastanza semplice: l'autorizzazione a chiamare destinazioni Webex Calling solitamente equivale all'autorizzazione a chiamare destinazioni locali (incluse le destinazioni intersito).

Se un piano di chiamata aziendale implementa già un'autorizzazione "(abbreviata) intersito su rete", sarà già disponibile una partizione predisposta su Unified CM che ci consentirà di utilizzare ed eseguire il provisioning di tutte le destinazioni Webex Calling note su rete nella stessa partizione.

Altrimenti, il concetto di autorizzazione "(abbreviata) intersito su rete" non esiste ancora, quindi occorrerà predisporre una nuova partizione (ad esempio, "onNetRemote"), aggiungere le destinazioni Webex Calling a questa partizione e, infine, aggiungere questa nuova partizione agli spazi di ricerca chiamata appropriati.

Chiamate in Unified CM da Webex Calling

Le chiamate in ingresso dalla PSTN devono accedere a tutte le destinazioni Webex Calling. A tale scopo, è necessario aggiungere la partizione precedente tenendo tutte le destinazioni Webex Calling nello spazio di ricerca chiamata utilizzato per le chiamate in ingresso sul trunk PSTN. L'accesso alle destinazioni Webex Calling viene aggiunto all'accesso già esistente.

Mentre per le chiamate dalla PSTN è richiesto l'accesso ai DID Unified CM e ai DID Webex Calling, le chiamate che provengono da Webex Calling devono accedere ai DID Unified CM e alle destinazioni PSTN.

Figura 1. CoS differenziato per le chiamate da PSTN e Webex Calling

Questa cifra mette a confronto queste due diverse classi di servizio per le chiamate di PSTN e Webex Calling. La figura mostra anche che se la funzionalità gateway PSTN è coposizionata con il gateway locale, sono richiesti due trunk dal sistema combinato PSTN GW e gateway locale a Unified CM: una per le chiamate che hanno origine nel PSTN e una per le chiamate che hanno origine Webex Calling. Ciò è determinato dal requisito di applicare spazi di ricerca chiamata differenziati per tipo di traffico. Con due trunk in ingresso su Unified CM, è possibile gestire facilmente lo spazio di ricerca di chiamata richiesto per le chiamate in arrivo su ciascun trunk.

Integrazione del piano di chiamata

Questa guida presuppone un'installazione esistente basata sulle procedure correnti consigliate in "Architettura preferita per distribuzioni Cisco Collaboration On-Premises, CVD". L'ultima versione è disponibile qui.

Il progetto del piano di chiamata consigliato segue l'approccio di progetto documentato nel capitolo Piano di chiamata dell'ultima versione di Cisco Collaboration System SRND disponibile qui.

Figura 2. Piano di chiamata consigliato

Questa figura mostra una panoramica del progetto del piano di chiamata consigliato. Le caratteristiche chiave di questo piano di chiamata includono:

  • Tutti i numeri di rubrica configurati su Unified CM sono in formato +E.164.

  • Tutti i numeri di rubrica risiedono nella stessa partizione (DN) e sono contrassegnati come urgenti.

  • L'indirizzamento base si basa su +E.164.

  • Tutti le abitudini di chiamata non +E.164 (ad esempio, chiamata intrasito abbreviata e chiamata PSTN tramite sistemi di chiamata comune) sono normalizzati (globalizzati) in +E.164 utilizzando schemi di traduzione di normalizzazione chiamata.

  • Gli schemi di traduzione di normalizzazione chiamata utilizzano l'ereditarietà dello spazio di ricerca chiamata e hanno l'opzione "Usa spazio di ricerca chiamata iniziatore" impostata.

  • La classe di servizio viene implementata utilizzando il sito e la classe degli spazi di ricerca chiamata specifici del servizio.

  • Le funzionalità di accesso PSTN (ad esempio, l'accesso alle destinazioni PSTN internazionali) sono implementate aggiungendo partizioni con i rispettivi percorsi di indirizzamento +E.164 allo spazio di ricerca chiamata che definisce la classe di servizio.

Raggiungibilità per Webex Calling

Figura 3. Aggiunta Webex Calling destinazione selezionata all'piano di chiamata

Per aggiungere la raggiungibilità per le destinazioni Webex Calling a questo piano di chiamata, è necessario creare una partizione che rappresenta tutte le destinazioni Webex Calling ("Webex Calling") e un +E.164 percorso di indirizzamento per ciascun intervallo DID nel Webex Calling. Questo percorso di indirizzamento fa riferimento a un elenco di indirizzamento con un solo membro: il gruppo di routing con il sip trunk al gateway locale per le chiamate Webex Calling. Poiché tutte le destinazioni chiamate vengono normalizzate PSTN +E.164 utilizzando schemi di conversione di normalizzazione per le chiamate che hanno origine da endpoint registrati Unified CM o in entrata, le trasformazione delle parti chiamate provenienti dal PSTN questo singolo set di schemi di instradamento +E.164 sono sufficienti per raggiungere la raggiungibilità per le destinazioni in Webex Calling indipendente dal metodo di chiamata utilizzato.

Se, ad esempio, un utente chiama il tipo "914085550165", il percorso di traduzione di normalizzazione nella partizione "UStoE164" normalizza questa stringa di chiamata su "+14085550165" che corrisponde quindi al percorso di indirizzamento per una destinazione Webex Calling nella partizione "Webex Calling". Unified CM invia infine la chiamata al gateway locale.

Aggiunta della chiamata intersito abbreviata

Figura 4. Aggiunta della chiamata intersito abbreviata

Il metodo consigliato per aggiungere la chiamata intersito abbreviata al piano di chiamata di riferimento consiste nell'aggiungere gli schemi di traduzione di normalizzazione chiamata per tutti i siti sotto il piano di numerazione aziendale a una partizione dedicata ("ESN", numeri significativi aziendali). Questi schemi di traduzione intercettano le stringhe di chiamata nel formato del piano di numerazione aziendale e normalizzano la stringa chiamata in +E.164.

Per aggiungere la chiamata rapida aziendale alle destinazioni Webex Calling, aggiungere il relativo percorso di traduzione di normalizzazione di chiamata per la posizione Webex Calling nella partizione "Webex Calling" (ad esempio, "8101XX" nel diagramma). Dopo la normalizzazione, la chiamata viene inviata nuovamente all'Webex Calling in seguito alla corrispondenza del percorso di indirizzamento nella partizione "Webex Calling".

Non si consiglia di aggiungere un percorso di conversione di normalizzazione delle chiamate abbreviate per chiamate Webex Calling alla partizione "ESN", poiché questa configurazione potrebbe creare loop di inoltro chiamate indesiderati.

Gestori protocollo per Calling

Webex Calling registra i seguenti gestori di protocollo con il sistema operativo per abilitare la funzionalità di chiamata con clic dai browser Web o da un'altra applicazione. I seguenti protocolli avviano una chiamata audio o video nell'app Webex quando è l'applicazione di chiamata predefinita su Mac o Windows:

  • CLICKTOCALL: o CLICKTOCALL://

  • SIP: o SIP://

  • TEL: o TEL://

  • WEBEXTEL: o WEBEXTEL://

Gestori protocollo per Windows

Altre app possono eseguire la registrazione per i gestori di protocollo prima dell'app Webex. In Windows 10, la finestra di sistema in cui chiedere agli utenti di selezionare l'app da utilizzare per avviare la chiamata. La preferenza utente può essere memorizzata se l'utente seleziona Usa sempre questa app.

Se gli utenti devono reimpostare le impostazioni dell'app di chiamata predefinita in modo da poter selezionare l'app Webex, è possibile indicargli di modificare le associazioni di protocollo per l'app Webex in Windows 10:

  1. Aprire impostazioni di sistema Impostazioni app predefinite, fare clic su Imposta valori predefiniti per app, quindi scegliere App Webex .

  2. Per ciascun protocollo, scegliere App Webex .

Gestori protocollo per macOS

Su Mac OS, se altre app registrate per i protocolli di chiamata prima dell'app Webex, gli utenti devono configurare l'app Webex come opzione di chiamata predefinita.

Nell'app Webex per Mac, gli utenti possono verificare che l'app Webex sia selezionata per l'opzione Avvia chiamate con in preferenze generali. Possono anche selezionare Connetti sempre a Microsoft Outlook se desiderano effettuare chiamate nell'app Webex quando fa clic sul numero di un contatto Outlook.

07 marzo 2022
Preparazione dell'ambiente per Webex Calling

Requisiti per la chiamata

Gestione delle licenze

Webex Calling è disponibile attraverso il piano Cisco Collaboration Flex. Devi acquistare un piano EA (Enterprise Agreement) (per tutti gli utenti, inclusi dispositivi per 50% di spazi di lavoro) o un piano per utenti non anonimi (NU, Named User) (alcuni o tutti gli utenti).

Webex Calling fornisce tre tipi di licenza ("Tipi di postazione")

  • Professionale: queste licenze forniscono una serie completa di funzioni per l'intera organizzazione. Questa offerta include comunicazioni unificate (Webex Calling), mobilità (client desktop e mobili con supporto per più dispositivi), collaborazione in team nell'appWebex e l'opzione per aggregare le riunioni con un massimo di 1000 partecipanti per riunione.

  • Base: scegli questa opzione se gli utenti necessitano di funzioni limitate senza mobilità o comunicazioni unificate. Tali utenti otterranno comunque un'offerta vocale completa, ma con un limite di un singolo dispositivo per utente.


    Le licenze Base sono disponibili solo se disponi di un abbonamento per utente non anonimo (NU). Le licenze Base non sono supportate per abbonamenti con contratto Enterprise.

  • Spazi di lavoro (anche noti come aree comuni): scegli questa opzione se stai cercando il segnale di chiamata di base con una serie limitata di funzioni di chiamata appropriate per aree come sale interattive, aree di ingresso sale conferenze.

In questa documentazione viene descritto successivamente come utilizzare Control Hub per gestire queste distribuzioni di licenze tra le posizioni nella tua organizzazione.

Requisiti di larghezza di banda

Ciascun dispositivo in una videochiamata richiede fino a 2 Mbps. Ciascun dispositivo in una chiamata audio richiede 100 kbps. I telefoni inattivi necessitano di una larghezza di banda minima.

Gateway locale per PSTN locali

Sia i rivenditori a valore aggiunto (VAR, Value Added Reseller) sia i provider di servizi (SP, Service Provider) possono fornire accesso PSTN a organizzazioni Webex Calling. Il gateway locale è attualmente la sola opzione per fornire accesso PSTN locale. Il gateway locale può essere distribuito in modo autonomo o in distribuzioni in cui è richiesta l'integrazione in Cisco Unified Communications Manager. Seguono i requisiti del gateway locale.

Dispositivi supportati

Webex Calling supporta telefoni IP Cisco Multiplatform (MPP). In qualità di amministratore, puoi registrare i seguenti telefoni nel cloud. Per ulteriori informazioni, vedi i seguenti articoli della Guida:


Per un elenco completo dei dispositivi supportati per Webex Calling, vedi Dispositivi supportati per Webex Calling.

Dispositivi Cisco Webex Room, Board e Desk sono supportati come dispositivi in uno spazio di lavoro creato in Control Hub. Per ulteriori informazioni, vedi "Dispositivi Cisco Webex Room, Board e Desk" in Dispositivi supportati per Webex Calling. Tuttavia, puoi fornire a questi dispositivi il servizio PSTN abilitando Webex Calling per lo spazio di lavoro.

Firewall

Soddisfa i requisiti del firewall riportati in Informazioni di riferimento porta per Cisco Webex Calling.

Requisiti del gateway locale per Webex Calling

Prerequisiti generali

Prima di configurare un gateway locale per Webex Calling, assicurati di

    • Avere una conoscenza di base dei principi VoIP

    • Avere una conoscenza del funzionamento di base dei concetti vocali di Cisco IOS-XE e IOS-XE

    • Avere una conoscenza di base del protocollo SIP (Session Initiation Protocol)

    • Avere una conoscenza di base di Cisco Unified Communications Manager (Unified CM), se il tuo modello di distribuzione include Unified CM

    Ulteriori dettagli sono disponibili nella Guida alla configurazione Enterprise CUBE (Cisco Unified Border Element) su https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/cube/configuration/cube-book.html

Requisiti di licenza per gateway locali

Le licenze di chiamata CUBE devono essere installate sul gateway locale. Per ulteriori informazioni, vedi la Guida alla configurazione CUBE.

Requisiti di certificati e sicurezza per gateway locale

Webex Calling richiede segnali e contenuti multimediali sicuri. Il gateway locale esegue la crittografia e una connessione TLS deve essere stabilita in uscita al cloud completando la seguente procedura:

  • LGW deve essere aggiornato con il bundle radice CA di PKI Cisco

  • Un set di credenziali digest SIP della pagina di configurazione del trunk di Control Hub viene utilizzato per configurare LGW (le operazioni fanno parte della configurazione seguente)

  • Il bundle radice CA convalida il certificato presentato

  • Richiesta delle credenziali (digest SIP fornito)

  • Il cloud identifica il gateway locale registrato in modo sicuro

Requisiti firewall, attraversamento NAT, ottimizzazione percorso multimediale per gateway locale

Nella maggior parte dei casi, il gateway locale e gli endpoint possono risiedere nella rete del cliente interna, che utilizza indirizzi IP privati con NAT. Il firewall aziendale deve consentire il traffico in uscita (SIP, RTP/UDP, HTTP) a specifici indirizzi IP/porte, indicati nelle Informazioni di riferimento porta.

Se desideri utilizzare l'ottimizzazione del percorso multimediale con ICE, l'interfaccia rivolta verso Webex Calling del gateway locale deve avere un percorso di rete diretto a/da endpoint Webex Calling. Se gli endpoint si trovano in una posizione diversa e non esiste un percorso di rete diretto tra gli endpoint e l'interfaccia rivolta verso Webex Calling del gateway locale, il gateway locale deve disporre di un indirizzo IP pubblico assegnato all'interfaccia rivolta verso Webex Calling per le chiamate tra il gateway locale e gli endpoint per utilizzare l'ottimizzazione del percorso multimediale. Inoltre, deve essere in esecuzione IOS-XE versione 16.12.5.

17 giugno 2022
Configurazione di Cisco Webex Calling per la tua organizzazione

Personalizza la tua organizzazione per Webex Calling in Control Hub. Dopo aver attivato la tua prima posizione attraverso la procedura guidata di impostazione iniziale, puoi impostare e gestire altre posizioni, l'assegnazione e l'utilizzo dei trunk, le opzioni del piano di chiamata, gli utenti, i dispositivi e le funzioni.

Il primo passo per iniziare rapidamente a utilizzare i servizi Webex Calling consiste nel completare la procedura di installazione guidata iniziale (FTSW). Una volta completata la FTSW per la prima posizione, non deve essere completata per altre posizioni.

1

Fai clic sul collegamento Introduzione nel messaggio e-mail di benvenuto che hai ricevuto.


 

L'indirizzo e-mail dell'amministratore viene utilizzato automaticamente per accedere a Control Hub, dove viene richiesto di creare la password dell'amministratore. Una volta eseguito l'accesso, viene avviata automaticamente l'installazione guidata.

2

Rivedi e accetta del condizioni del servizio.

3

Rivedi il tuo piano e fai clic su Introduzione.


 

Il gestore del tuo account è responsabile dell'attivazione dei primi passaggi della FTSW. Contatta il gestore del tuo account se ricevi l'avviso "Impossibile impostare la chiamata" quando selezioni Inizia.

4

Seleziona il paese a cui associare il tuo centro dati e inserisci le informazioni di contatto e indirizzo del cliente.

5

Fai clic su Avanti: Posizione predefinita.

6

Selezionare una delle opzioni seguenti:

  • Fai clic su Salva e chiudi se sei un amministratore partner e desideri che l'amministratore del cliente completi il provisioning di Webex Calling.
  • Specifica le informazioni di posizione necessarie. Una volta creata la posizione nella procedura guidata, puoi crearne altre in un secondo tempo.

 

Al termine dell'installazione guidata, accertati di aggiungere un numero principale alla posizione creata.

7

Effettua le seguenti selezioni da applicare a questa posizione:

  • Lingua annuncio: per gli annunci e i prompt audio per nuovi utenti e funzioni.
  • Lingua e-mail: per la comunicazione e-mail per i nuovi utenti.
  • Paese
  • Fuso orario
8

Fare clic su Avanti.

9

Inserisci un indirizzo SIP Cisco Webex disponibile e fai clic su Avanti, quindi seleziona Fine.

Operazioni preliminari

Per creare una nuova posizione, prepara le seguenti informazioni:

  • Indirizzo posizione

  • Numeri di telefono desiderati (opzionale)

1

Dalla vista del cliente in https://admin.webex.com, andare a Servizi > chiamata > posizioni e fare clic su Aggiungi posizione.

Tenere presente che le nuove posizioni verranno ospitate nel centro dati regionale corrispondente al paese selezionato utilizzando l'Installazione guidata prima volta.

2

Configura le impostazioni della posizione:

  • Nome posizione: inserisci un nome univoco per identificare la posizione.
  • Paese/Regione: scegliere un paese a cui collegare la posizione. Ad esempio, puoi creare una posizione (sede centrale) negli Stati Uniti e un'altra (filiale) nel Regno Unito. Il paese che hai scelto determina i campi dell'indirizzo che seguono. Quelli qui documentati utilizzano la convenzione di indirizzo degli Stati Uniti come esempio.
  • Indirizzo posizione: immettere il nome del contatto indirizzo di posta.
  • Città/Città: inserire una città per questa località.
  • Stato/Provincia/Regione: dal menu a discesa, scegliere uno stato.
  • CAP/Codice postale: inserisci il CAP o codice postale.
  • Lingua degli annunci: scegliere la lingua per gli annunci audio e i prompt per nuovi utenti e funzioni.
  • Lingua e-mail: scegliere la lingua per la comunicazione e-mail con i nuovi utenti.
  • Fuso orario: scegliere il fuso orario per la località.
3

Fare clic su Salva e scegliere / No per aggiungere i numeri alla posizione ora o in un secondo momento.

4

Se è stato fatto clic su Sì, scegliere una delle seguenti opzioni:

  • Cisco PSTN: scegli questa opzione se desideri una soluzione PSTN su cloud di Cisco. Il piano di chiamata Cisco è una soluzione PSTN sostitutiva completa che fornisce chiamate di emergenza, chiamate nazionali e internazionali in entrata e in uscita e che consente di ordinare nuovi numeri PSTN o di trasferire i numeri esistenti a Cisco.


     

    L'opzione PSTN Cisco è visibile solo nelle seguenti condizioni:

    • Hai acquistato almeno un piano di chiamata in uscita (OCP) Cisco.

    • La tua posizione si trova in un paese in cui il piano di chiamata Cisco è supportato.

    • La tua posizione è nuova. Le posizioni preesistenti che disponevano di altre funzionalità PSTN non sono attualmente idonee per il piano di chiamata Cisco. Apri una richiesta di supporto per indicazioni.

    • Sei ospitato in un centro dati Webex Calling in una regione in cui è supportato il piano di chiamata Cisco.

  • PSTN connessa su cloud: scegli questa opzione se cerchi una soluzione PSTN di uno dei molti partner CCP Cisco o se il piano di chiamata Cisco non è disponibile nella tua posizione. I partner CCP offrono soluzioni PSTN sostitutive, ampia copertura globale e una vasta gamma di funzioni, pacchetti e prezzi.

     

    I partner CCP e la copertura geografica sono elencati qui. Vengono visualizzati solo i partner che supportano il paese della tua posizione. I partner sono elencati con un logo o come una breve stringa di testo seguita da una regione in parentesi (ad esempio: (EU), (US) o (CA)). I partner elencati con un logo offrono sempre Contenuto multimediale regionale per CCP. Per i partner visualizzati come stringa di testo, scegli la regione più vicina al paese della tua posizione per assicurare il contenuto multimediale regionale per la CCP.

    Se viene visualizzata l'opzione Ordina numeri ora in un provider elencato, è consigliabile scegliere tale opzione in modo da poter trarre vantaggio dal CCP integrato. La CCP integrata consente l'acquisto e il provisioning centralizzati dei numeri di telefono in Control Hub. La CCP non integrata richiede l'acquisto dei numeri di telefono dai partner CCP all'esterno di Control Hub.

  • PSTN locale (gateway locale): puoi scegliere questa opzione se desideri mantenere il provider PSTN corrente o se desideri connettere siti non cloud a siti cloud.

La scelta dell'opzione PSTN è a livello di posizione (ciascuna posizione dispone di una sola opzione PSTN). Puoi combinare e associare il numero di opzioni desiderato per la tua distribuzione ma ogni posizione avrà una sola opzione. Una volta selezionata un'opzione PSTN ed eseguito il provisioning, puoi modificarla facendo clic su Gestisci nelle proprietà PSTN della posizione. Tuttavia, alcune opzioni come Cisco PSTN potrebbero non essere disponibili in seguito all'assegnazione di un'altra opzione. Apri una richiesta di supporto per indicazioni.

5

Scegli se attivare i numeri ora o in un secondo momento.

6

Se hai selezionato la CCP non integrata o la PSTN locale, inserisci i Numeri di telefono come valori separati da virgola, quindi fai clic su Convalida.

I numeri vengono aggiunti per la posizione specifica. Le voci valide vengono spostate nel campo Numeri convalidati e le voci non valide rimangono nel campo Aggiungi numeri, insieme a un messaggio di errore.

A seconda del paese della posizione, i numeri vengono formattati in modo conforme ai requisiti di chiamata locali. Ad esempio, se è necessario un prefisso, puoi inserire i numeri con o senza il prefisso e il prefisso viene aggiunto all'inizio.

7

Fare clic su Salva.

Operazione successivi

Una volta creata una posizione, puoi abilitare i servizi di emergenza per tale posizione. Per ulteriori informazioni, vedi Servizio RedSky di Webex Calling.

Operazioni preliminari


Ottieni un elenco degli utenti e degli spazi di lavoro associati a una posizione: Andare a Servizi > chiamata > e dal menu a discesa selezionare la posizione da eliminare. Prima di eliminare una posizione, devi eliminare tali utenti e spazi di lavoro.

Tieni presente che qualsiasi numero associato a questa posizione verrà restituito al provider PSTN e non sarai più proprietario di tali numeri.

1

Dalla vista cliente in https://admin.webex.com, vai a Servizi > Chiamata > Posizioni.

2

Fare clic nella colonna Azioni accanto alla posizione che si desidera eliminare.

3

Scegliere Elimina posizione e confermare che si desidera eliminare tale posizione.

Solitamente, sono necessari alcuni minuti per eliminare in modo permanente la posizione, ma potrebbero essere necessari fino a 1 ora. È possibile controllare lo stato facendo clic accanto al nome della posizione e selezionando Stato eliminazione.

È possibile modificare l'PSTN, il nome, il fuso orario e la lingua di una località dopo la creazione. Tieni presente che la nuova lingua si applica solo ai nuovi utenti e dispositivi. Gli utenti e i dispositivi esistenti continuano a utilizzare la lingua precedente.


Per le posizioni esistenti, puoi abilitare i servizi 911 di emergenza. Per ulteriori informazioni, vedi Servizio RedSky di Webex Calling.

1

Dalla vista cliente in https://admin.webex.com, vai a Servizi > Chiamata > Posizioni e seleziona la posizione che desideri aggiornare.

Se accanto a una posizione viene visualizzato il simbolo Attenzione, significa che non è stato ancora configurato un numero di telefono per tale posizione. Non è possibile effettuare o ricevere chiamate fino a quando non si configura tale numero.

2

(Opzionale) In Connessione PSTN, seleziona PSTN connessa al cloud o PSTN locale (gateway locale), in base a quale hai già configurato. Fai clic su Gestisci per modificare la configurazione e confermare i rischi associati selezionando Continua. Quindi, scegli una delle seguenti opzioni e fai clic su Salva:

  • Cisco PSTN: scegli questa opzione se desideri una soluzione PSTN su cloud di Cisco. Il piano Cisco Calling è una soluzione completa di sostituzione PSTN che fornisce chiamate di emergenza, chiamate in entrata e in uscita nazionali e internazionali e consente di ordinare nuovi numeri PSTN o di portarne di nuovi in Cisco.


     

    L'opzione PSTN Cisco è visibile solo nelle seguenti condizioni:

    • Hai acquistato almeno un piano di chiamata in uscita (OCP) Cisco.

    • La tua posizione si trova in un paese in cui il piano di chiamata Cisco è supportato.

    • La tua posizione è nuova. Attualmente, le posizioni preesistentari con altre PSTN di pianificazione non sono idonee per il piano di chiamata Cisco. Apri una richiesta di supporto per indicazioni.

    • Sei ospitato in un centro dati Webex Calling in una regione in cui è supportato il piano di chiamata Cisco.

  • PSTN connessa su cloud: scegli questa opzione se cerchi una soluzione PSTN di uno dei molti partner CCP Cisco o se il piano di chiamata Cisco non è disponibile nella tua posizione. I partner CCP offrono soluzioni PSTN sostitutive, ampia copertura globale e una vasta gamma di funzioni, pacchetti e prezzi.

     

    I partner CCP e la copertura geografica sono elencati qui. Vengono visualizzati solo i partner che supportano il paese della tua posizione. I partner sono elencati con un logo o come una breve stringa di testo seguita da una regione in parentesi (ad esempio: (EU), (US) o (CA)). I partner elencati con un logo offrono sempre Contenuto multimediale regionale per CCP. Per i partner visualizzati come stringa di testo, scegli la regione più vicina al paese della tua posizione per assicurare il contenuto multimediale regionale per la CCP.

    Se viene visualizzata l'opzione Ordina numeri ora in un provider elencato, è consigliabile scegliere tale opzione in modo da poter trarre vantaggio dal CCP integrato. La CCP integrata consente l'acquisto e il provisioning centralizzati dei numeri di telefono in Control Hub. La CCP non integrata richiede l'acquisto dei numeri di telefono dai partner CCP all'esterno di Control Hub.

  • Gateway PSTN locale(gateway locale): è possibile scegliere questa opzione se si desidera mantenere il provider di servizi PSTN corrente o se si desidera connettere siti nonCloud ai siti cloud.

     

    Webex Calling clienti con posizioni precedentemente configurate con un gateway locale vengono convertiti automaticamente in località con PSTN corrispondente trunk.

3

Seleziona il Numero principale al quale può essere raggiunto il contatto principale della posizione.

4

(Opzionale) In Chiamata di emergenza, è possibile selezionare Identificativo posizione di emergenza da assegnare a questa posizione.


 

Questa impostazione è opzionale ed è applicabile solo per i paesi che lo richiedono.

In alcuni paesi (esempio: Francia), sono richieste normative che i sistemi radio cellulare stabilisce l'identità della cella quando si effettua una chiamata di emergenza e vengono rese disponibili alle autorità di emergenza. Altri paesi, come Stati Uniti e Canada, implementano la determinazione della posizione utilizzando altri metodi. Per ulteriori informazioni, vedere Chiamata di emergenza avanzata.

Il provider delle chiamate di emergenza potrebbe richiedere informazioni sulla rete di accesso e definire una nuova intestazione di estensione SIP privata, P-Access-Network-Info. L'intestazione contiene informazioni relative alla rete di accesso.

Quando si imposta l'identificativo della posizione di emergenza per una posizione, il valore della posizione viene inviato al provider come parte del messaggio SIP. Contattare il provider della chiamata di emergenza per verificare se tale impostazione è necessaria e utilizzare il valore fornito dal provider delle chiamate di emergenza."

5

Seleziona il Numero della casella vocale che gli utenti possono chiamare per controllare la propria casella vocale per questa posizione.

6

(Opzionale) Fare clic sull'icona della matita nella parte superiore della pagina Posizione per modificare il nome della posizione, la lingua dell'annuncio, la lingua dell'fuso orario o l'indirizzo, quindi fare clic su Salva.


 

La modifica della lingua degli annunci viene applicate immediatamente per tutti i nuovi utenti e le funzioni aggiunte a questa posizione. Se anche gli utenti e/o le funzioni esistenti devono cambiare la lingua degli annunci, quando richiesto, selezionare Modifica per gli utenti e gli spazi di lavoro esistenti o Modifica per le funzioni esistenti. Fare clic su Applica. Puoi visualizzare l'avanzamento nella pagina Attività. Non è possibile apportare altre modifiche fino a quando non è completato.


 

Il cambio di Fuso orario per una posizione non implica l'aggiornamento dei fusi orari delle funzioni associate alla posizione. Per modificare i fusi orari per funzioni come operatore automatico, gruppo di risposta e coda chiamate, vai all'area Impostazioni generali della funzione specifica per la quale desideri aggiornare il fuso orario, quindi effettua le modifiche desiderate e salva.

Queste impostazioni per la chiamata interna sono disponibili anche nella procedura iniziale di installazione guidata. Quando modifichi il piano di chiamata, i numeri di esempio in Control Hub vengono aggiornati per visualizzare queste modifiche.


I codici di chiamata in uscita non sono supportati sull'app Webex, sull Webex Calling App o sui dispositivi di sala Cisco.


Puoi configurare le autorizzazioni per le chiamate in uscita per una posizione. Vedi questi passaggi per configurare le autorizzazioni per le chiamate in uscita.

1

Dalla vista cliente in https://admin.webex.com, vai ai Servizi > Chiamata > Impostazioni servizio, quindi scorri fino a Chiamata interna.

2

Configura le seguenti preferenze di chiamata opzionali in base alle tue esigenze:

  • Lunghezza prefisso di indirizzamento posizione: questa impostazione è consigliata se disponi di più posizioni. Puoi inserire una lunghezza da 2 a 7 cifre. Se disponi di più posizioni con lo stesso interno, gli utenti devono comporre un prefisso quando chiamano tra posizioni. Ad esempio, se disponi di più magazzini, tutti con interno 1000, puoi configurare un prefisso di indirizzamento per ciascun magazzino. Se un magazzino ha il prefisso 888, dovrai comporre il numero 8881000 per chiamare tale magazzino.
  • Cifra di indirizzamento nel prefisso di indirizzamento: puoi impostare un valore in questo punto sia che utilizzi o meno i prefissi di indirizzamento della posizione.
  • Lunghezza interno: puoi inserire da 2 a 6 cifre; il valore predefinito è 2.

     

    Una volta aumentata la lunghezza dell'interno, le chiamate rapide esistenti agli interni non vengono aggiornate automaticamente.

3

Specifica la chiamata interna per posizioni specifiche. Vai a Servizi > Chiamata > Posizioni, seleziona una posizione, scorri fino a Chiamata, quindi modifica la chiamata interna ed esterna come necessario:

  • Chiamata interna: specifica il prefisso di indirizzamento che gli utenti di altre posizioni devono comporre per contattare qualcuno in questa posizione. Il prefisso di indirizzamento di ciascuna posizione deve essere univoco. È consigliabile che la lunghezza del prefisso corrisponda alla lunghezza impostata a livello di organizzazione, ma deve essere compresa tra 2 e 7 cifre.
  • Chiamata esterna: opzionalmente, puoi scegliere un numero in uscita che gli utenti devono comporre per raggiungere una linea esterna. Il valore predefinito è Nessuno e puoi lasciarlo invariato se non è richiesta questa funzione. Se decidi di utilizzare questa funzione, è consigliabile utilizzare un numero diverso dalla cifra di indirizzamento della tua organizzazione.

     

    Gli utenti devono includere la cifra di chiamata in uscita quando effettuano chiamate esterne per microfonare la modalità di chiamata su sistemi precedenti.

Impatto sugli utenti:

  • Per rendere effettive le modifiche apportate alle preferenze di chiamata, gli utenti devono riavviare il telefono.

  • Gli interni utente non devono iniziare con lo stesso numero della cifra di indirizzamento della posizione.

Se sei un rivenditore a valore aggiunto (VAR), puoi utilizzare questa procedura per avviare la configurazione del gateway locale in Control Hub. Quando questo gateway è registrato sul cloud, puoi utilizzarlo in una o più posizioni Webex Calling per fornire l'indirizzamento a un provider di servizi PSTN aziendale.


Una posizione che dispone di un gateway locale non può essere eliminata quando il gateway locale viene utilizzato per altre posizioni.

Segui questa procedura per creare un trunk in Control Hub.

Operazioni preliminari

  • Una volta aggiunta una posizione e prima di configurare il PSTN locale per una posizione, devi creare un trunk.

  • Crea posizioni e impostazioni e numeri specifici per ciascuno di essi. Le posizioni devono esistere prima di poter aggiungere un PSTN locale.

  • Comprendi i requisiti di PSTN locali (gateway locale) per Webex Calling.

  • Non puoi scegliere più di un trunk per una posizione con PSTN locale, ma puoi scegliere lo stesso trunk per più posizioni.

1

Dalla vista cliente in https://admin.webex.com, vai a Servizi > Chiamata > Indirizzamento chiamata e seleziona Aggiungi trunk.

2

Seleziona una posizione.

3

Assegna un nome al trunk e fai clic su Salva.


 

Il nome non può essere più lungo di 24 caratteri.

Operazione successivi

Vengono visualizzati i parametri rilevanti che devi configurare sul trunk. Inoltre, verrà generato un set di credenziali digest SIP per proteggere la connessione PSTN.

Le informazioni sul trunk vengono visualizzate nella schermata Registra dominio, OTG/DTG gruppo trunk, Linea/Porta e Indirizzo proxy in uscita.

È consigliabile copiare queste informazioni da Control Hub e incollarle in un file di testo locale o un documento in modo da utilizzarlo come riferimento quando sei pronto a configurare il PSTN locale.

Se hai perso le credenziali, devi generarle dalla schermata delle informazioni sul trunk in Control Hub. Fai clic su Recupera nome utente e reimposta password per generare un nuovo set di credenziali di autenticazione da utilizzare sul trunk.

1

Dalla vista cliente in https://admin.webex.com, vai a Servizi > Chiamata > Posizioni.

2

Seleziona una posizione da modificare e fai clic su Gestisci.

3

Seleziona PSTN locale e fai clic su Avanti.

4

Scegli un trunk dal menu a discesa.


 

Visita la pagina del trunk per gestire le scelte del gruppo di trunk.

5

Fai clic sull'avviso di conferma, quindi fai clic su Salva.

Operazione successivi

Devi utilizzare le informazioni di configurazione generate da Control Hub e mappare i parametri nel gateway locale (ad esempio, su un Cisco CUBE che si trova in loco). Questo articolo ti guida attraverso questo processo. Come riferimento, vedi il diagramma seguente per un esempio del modo in cui le informazioni di configurazione di Control Hub (a sinistra) vengono associate ai parametri nel CUBE (a destra):

Dopo aver completato correttamente la configurazione sul gateway stesso, puoi tornare a Servizi > Chiamata > Posizioni in Control Hub e il gateway creato verrà elencato nella scheda di posizione a cui è stato assegnato con un punto verde alla sinistra del nome. Questo stato indica che il gateway è registrato in modo sicuro sul cloud di chiamata e viene utilizzato come gateway PSTN attivo per la posizione.

Se stai provando i servizi Webex e desideri convertire la tua versione di prova in un abbonamento a pagamento, puoi inviare una richiesta e-mail al partner.

1

Dalla vista cliente in https://admin.webex.com, seleziona l'icona dell'edificio .

2

Seleziona la scheda Abbonamenti, quindi fai clic su Acquista ora.

Viene inviato un messaggio e-mail al partner per informarlo che sei interessato alla conversione in un abbonamento a pagamento.

Puoi utilizzare Control Hub per impostare la priorità delle opzioni di chiamata disponibili che gli utenti visualizzano in Webex App. Puoi anche abilitarli per le chiamate con singolo clic.

1

Dalla vista cliente in https://admin.webex.com, vai a Impostazioni organizzazione > Servizi, scorri fino a Chiamata e scegli Impostazione client.

2

Trascina le opzioni di chiamata che gli utenti potranno vedere nel campo Opzioni di chiamata disponibili, quindi riorganizzale nell'ordine di priorità desiderato per i tuoi utenti.

Altre opzioni nascoste per gli utenti vengono visualizzate nel campo Opzioni di chiamata nascoste, come mostrato in questa schermata di esempio:

3

Attiva Abilita chiamata con singolo clic se desideri che gli utenti possano effettuare una chiamata con la prima opzione di chiamata configurata nel punto precedente.


 

Le modifiche potrebbero richiedere fino a 24 ore per la visualizzazione in Webex App. Puoi consigliare agli utenti di riavviare le app per consentire loro di applicare queste modifiche più rapidamente.

Puoi controllare l'applicazione di chiamata che viene aperta quando gli utenti effettuano chiamate PSTN. Dopo aver configurato questa impostazione a livello di organizzazione, puoi ignorare questa impostazione per determinati utenti.


Scegli l'opzione a livello di organizzazione solo se sei pronto a eseguire la migrazione dell'intera organizzazione.

Operazioni preliminari

  • La tua organizzazione deve disporre degli abbonamenti corretti per il funzionamento di chiamata scelto.

  • Gli utenti devono disporre di numeri di telefono validi. Se i numeri non sono validi, Webex App invia ancora il numero all'app di chiamata selezionata, ma la chiamata da tale app non riuscirà.

Dalla vista del cliente in https://admin.webex.com, andare a Gestione > Impostazioni organizzazione, quindi scorrere fino a Funzionamento chiamata, quindi scegliere una delle seguenti opzioni: .

  • Chiamata in Webex: selezionare questa opzione se si desidera che gli utenti effettuano chiamate direttamente nell'app Webex utilizzando Webex Calling.
  • App Webex Calling: seleziona questa opzione se la tua organizzazione dispone di un abbonamento a Cisco Webex Calling e desideri consentire agli utenti di effettuare chiamate PSTN utilizzando l'app Webex Calling. Quando gli utenti effettuano chiamate PSTN in Webex App, viene utilizzata l'app Webex Calling per effettuare la chiamata.

     

    L Webex Calling appapp è disponibile solo per alcuni clienti.

Viene visualizzato un messaggio a indicare che il funzionamento della chiamata è stato aggiornato. Gli utenti ora possono effettuare chiamate PSTN da Webex App o dall'app Webex Calling.

Gli utenti devono disporre dell'applicazione corrispondente installata per effettuare chiamate PSTN da Webex App. Accertati di informare gli altri della scelta effettuata e se viene utilizzata un'altra app per effettuare chiamate PSTN.


 

Puoi modificare questa impostazione a livello di utente se determinate persone devono utilizzare un funzionamento di chiamata diverso. Vai a Utenti e sotto Impostazioni seleziona Funzionamento chiamata. Effettua la tua scelta, quindi fai clic su Salva.

29 luglio 2022
Configurazione del gateway locale su IOS-XE per Webex Calling

Dopo aver configurato Webex Calling per la propria organizzazione, è possibile configurare un trunk per la connessione del gateway locale Webex Calling. Il trunk tra il gateway locale e il cloud Webex è sempre sicuro mediante il trasporto SIP TLS. Il contenuto multimediale tra il gateway locale e Webex Calling utilizza SRTP.

Flusso attività di configurazione del gateway locale

Esistono due opzioni per configurare il gateway locale per il Webex Calling trunk:

  • Trunk basato sulla registrazione

  • Trunk basato su certificato

Utilizzare il flusso dell'attività sotto il gateway locale basato su registrazione o il gateway locale basato su certificato per configurare il gateway locale per il Webex Calling Trunk. Vedere Configurazione di trunk, gruppi di instradati e piani di chiamata per Webex Calling per ulteriori informazioni sui diversi tipi di trunk. Effettuare le seguenti operazioni sul gateway locale, utilizzando l'interfaccia della riga di comando (CLI). Viene utilizzato il trasporto SIP (Session Initiation Protocol) (SIP) e Transport Layer Security (TLS) per proteggere il trunk e il protocollo SRTP (Secure Real-Time Protocol) per proteggere il contenuto multimediale tra il gateway locale e Webex Calling.

Operazioni preliminari

  • 1. 1.536 requisiti di rete telefonica commutata pubblica (PSTN) e gateway locale (LGW) per Webex Calling. Per ulteriori informazioni, vedere Architettura preferita Cisco Webex Calling per ulteriori informazioni.

  • Questo articolo presuppone che una piattaforma di gateway locale dedicata sia disponibile senza configurazione vocale esistente. Se si modifica un gateway di PSTN o una distribuzione aziendale del gateway locale esistente da utilizzare come funzione del gateway locale per la Webex Calling, prestare attenzione alla configurazione. Assicurarsi di non interrompere i flussi di chiamata e la funzionalità esistenti a causa delle modifiche apportate.

  • Creare un trunk in Control Hub e assegnarlo alla posizione. Per ulteriori informazioni, vedere Configurazione di trunk, gruppi di instrad Webex Calling chiamata per la conferenza.

Operazioni preliminari

  • Assicurarsi che la seguente configurazione della piattaforma di base configurata sia impostata in base ai criteri e alle procedure della propria organizzazione:

    • NTP

    • Acl

    • abilita password

    • password principale

    • Indirizzamento IP

    • Indirizzi IP e così via

  • È richiesta una release minima supportata di Cisco IOS XE 16.12 o IOS-XE 17.3 per tutte le distribuzioni di gateway locale.

1

Accertarsi di assegnare le interfacce Layer 3 con indirizzi IP validi e instradabili:

interface GigabitEthernet0/0/0
description Interface facing PSTN and/or CUCM
ip address 192.168.80.14 255.255.255.0!
interface GigabitEthernet0/0/1
description Interface facing Webex Calling
ip address 192.168.43.197 255.255.255.0
2

Preconfigurare una chiave principale per la password utilizzando i seguenti comandi, prima di utilizzare le credenziali e condividere le credenziali. Per crittografare le password di tipo 6 utilizzando la crittografia AES e la chiave principale definita dall'utente.

conf t
key config-key password-encrypt Password123
password encryption aes
3

Configurare il server dei nomi IP per abilitare la ricerca e il ping DNS per assicurarsi che il server sia raggiungibile. Il gateway locale utilizza il DNS per risolvere Webex Calling proxy:

conf t
Enter configuration commands, one per line.  End with CNTL/Z.
ip name-server 8.8.8.8
end
4

Abilitare l'esclusiva funzionalità TLS 1.2 e un punto di attendibilità segnaposto predefinito:

  1. Creare un segnaposto PKI trustpoint e chiamarlo sampleTP.

  2. Assegnare il trustpoint come trustpoint di segnalazione predefinito in sip-ua.


     
    • Accertarsi che il server cn-san-validate stabili la connessione del gateway locale solo se il proxy in uscita configurato sul tenant 200 (descritto successivamente) corrisponde all'elenco CN-SAN ricevuto dal server.

    • È necessario che il punto di crittografia trustpoint per TLS funzioni. Sebbene non sia necessario un certificato client locale (ad esempio, mTLS), è impostato per la connessione.

  3. Abilitare l'esclusiva v1.2 per disabilitare TLS v1.0 e v1.1.

  4. Impostare tcp-retry count su 1000 (5-msec multipli = 5 secondi).

  5. Impostare la connessione timer per stabilire TLS <wait-timer in="" sec="">. L'intervallo è tra 5 e 20 secondi e il valore predefinito è 20 secondi. (LGW richiede 20 secondi per rilevare l'errore di connessione TLS prima che tenti di stabilire una connessione al successivo disponibile Webex Calling accedere al controller SBC. La CLI consente all'amministratore di modificare il valore per gestire le condizioni di rete e rilevare gli errori di connessione con il controller SBC di accesso molto più velocemente).


     

    È applicabile Cisco IOS XE 17.3.2 e versioni successive.

configure terminal
Enter configuration commands, one per line.  End with CNTL/Z.
crypto pki trustpoint sampleTP
revocation-check crl
exit

sip-ua
crypto signaling default trustpoint sampleTP cn-san-validate server
transport tcp tls v1.2
tcp-retry 1000
end
5

Aggiornare il pool di attendibilità del gateway locale:

Il bundle di attendibilità predefinito non include i certificati "Ca radice DigiCert" o "IdenTrust Commercial" necessari per convalidare il certificato lato server durante il connessioni TLS a Webex Calling.

Scaricare l'ultimo "bundle radice base attendibile Cisco" da per http://www.cisco.com/security/pki/ aggiornare il bundle trust bundle.

  1. Verifica se sono presenti i certificati DigiCert Room CA e IdenTrust Commercial:

    show crypto pki trustpool | include DigiCert
  2. Se i certificati DigiCert Room CA e IdenTrust Commercial non esistono, aggiornare i seguenti dati:

    configure terminal
    Enter configuration commands, one per line.  End with CNTL/Z.
    crypto pki trustpool import clean url 
    http://www.cisco.com/security/pki/trs/ios_core.p7b
    Reading file from http://www.cisco.com/security/pki/trs/ios_core.p7b
    Loading http://www.cisco.com/security/pki/trs/ios_core.p7b 
    % PEM files import succeeded.
    end
    

     

    In alternativa, è possibile scaricare il bundle dei certificati e installarlo da un server locale o dalla memoria flash del gateway locale.

    Ad esempio:

    crypto pki trustpool import clean url flash:ios_core.p7b
  3. Verifica:

    show crypto pki trustpool | include DigiCert
    cn=DigiCert Global Root CA
    o=DigiCert Inc
    cn=DigiCert Global Root CA
    o=DigiCert Inc
    
    show crypto pki trustpool | include IdenTrust Commercial
    cn=IdenTrust Commercial Root CA 1
    cn=IdenTrust Commercial Root CA 1

Operazioni preliminari

Assicurarsi di completare la procedura in Control Hub per creare una posizione e aggiungere un trunk per tale posizione. Nell'esempio seguente, si ottengono le informazioni da Control Hub.

1

Inserire i seguenti comandi per attivare l'applicazione gateway locale ( vedere Informazioni di riferimento porta per Cisco Webex Calling per le subnet IP più recenti che occorre aggiungere al elenco entità attendibili):

configure terminal 
voice service voip
ip address trusted list
ipv4 x.x.x.x y.y.y.y
exit
allow-connections sip to sip
media statistics
media bulk-stats
no supplementary-service sip refer
no supplementary-service sip handle-replaces
fax protocol t38 version 0 ls-redundancy 0 hs-redundancy 0 fallback none
stun
stun flowdata agent-id 1 boot-count 4
stun flowdata shared-secret 0 Password123$
sip
g729 annexb-all
early-offer forced
end

Di seguito una spiegazione dei campi per la configurazione:

Prevenzione frodi
voice service voip
ip address trusted list
ipv4 x.x.x.x y.y.y.y
  • Abilita gli indirizzi IP di origine delle entità da cui il gateway locale si aspetta chiamate VoIP legittima, come peer Webex Calling, nodi Unified CM e ip PSTN.

  • Per impostazione predefinita, LGW blocca tutte le configurazioni di chiamate VoIP in ingresso da indirizzi IP non presenti nell'elenco di indirizzi attendibili. Gli indirizzi IP dei dial-peer con "IP di destinazione sessione" o gruppo di server sono considerati attendibili per impostazione predefinita e non è necessario inserire i valori qui.

  • Gli indirizzi IP nell'elenco devono corrispondere alle subnet IP in base al centro Webex Calling dati regionale che si connette. Per ulteriori informazioni, vedi Informazioni di riferimento porta per Webex Calling.


     

    Se l'LGW si trova dietro un firewall con NAT di tipo limitato, puoi scegliere di disabilitare l'elenco di indirizzi IP attendibili sull'interfaccia rivolta verso Webex Calling. Il firewall protegge già l'utente da richieste in entrata VoIP. L'azione di disabilitazione riduce il sovraccarico della configurazione a lungo termine poiché non è garantito che gli indirizzi dei peer Webex Calling rimangano corretti e occorre configurare il firewall per i peer in qualsiasi caso.

  • Configurare altri indirizzi IP su altre interfacce, ad esempio: assicura di aggiungere gli indirizzi Unified CM alle interfacce davanti all'interno.

  • Gli indirizzi IP devono corrispondere all'IP degli host e outbound-proxy si risolve nel tenant 200 .

  • Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/support/docs/voice/call-routing-dial-plans/112083-tollfraud-ios.html.

Multimediale
voice service voip
 media statistics 
 media bulk-stats 
Funzionalità sip-to-SIP base
allow-connections sip to sip
Servizi supplementari
no supplementary-service sip refer
no supplementary-service sip handle-replaces

Disabilita REFER e sostituisce l'ID finestra di dialogo in sostituisce l'intestazione con l'ID finestra di dialogo peer.

Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr4/vcr4-cr-book/vcr-s12.html#wp2876138889.

Protocollo fax
fax protocol t38 version 0 ls-redundancy 0 hs-redundancy 0 fallback none

Abilita T.38 per il trasporto del fax, sebbene il traffico fax non sia crittografato.

Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr2/vcr2-cr-book/vcr-f1.html#wp3472350152.
Abilita stun globale
stun
stun flowdata agent-id 1 boot-count 4
stun flowdata shared-secret 0 Password123$
  • Quando si inoltra una chiamata a un utente Webex Calling (ad esempio, entrambe le parti della chiamata e della chiamata sono abbonati Webex Calling e se si ancora il contenuto multimediale al controller SBC di Webex Calling ), il flusso multimediale al gateway locale non può essere aperto.

  • La funzione di associazione della stun sul gateway locale consente l'invio di richieste di stun generate in locale sul percorso multimediale negoziato. Il tono consente di aprire la rete nel firewall.

  • La password stun è un prerequisito per il gateway locale per inviare messaggi stun. È possibile configurare firewall basati su Cisco IOS/IOS XE per verificare questa password e aprire in modo dinamico le password (ad esempio, senza regole di in uscita esplicite). Tuttavia, per la distribuzione del gateway locale, il firewall viene configurato in modo statico per aprire le porte in entrata e in uscita in base Webex Calling subnet SBC. Come tale, il firewall deve considerarlo come qualsiasi pacchetto UDP in ingresso, che attiva l'apertura del pinio senza visualizzare esplicitamente il contenuto del pacchetto.

Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr5/vcr5-cr-book/vcr-v2.html#wp1961799183.
G729
sip
g729 annexb-all

Consente tutte le varianti di G729.

Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr5/vcr5-cr-book/vcr-v1.html#wp3562947976.
SIP
early-offer forced

Forza il gateway locale a inviare le informazioni SDP nel messaggio di invito iniziale anziché attendere il riconoscimento dal peer vicino.

Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr2/vcr2-cr-book/vcr-e1.html#wp3350229210.
2

Configurare "Profilo SIP 200".

voice class sip-profiles 200
rule 9 request ANY sip-header SIP-Req-URI modify "sips:(.*)" "sip:\1"
rule 10 request ANY sip-header To modify "<sips:(.*)" "<sip:\1"
rule 11 request ANY sip-header From modify "<sips:(.*)" "<sip:\1"
rule 12 request ANY sip-header Contact modify "<sips:(.*)>" "<sip:\1;transport=tls>" 
rule 13 response ANY sip-header To modify "<sips:(.*)" "<sip:\1"
rule 14 response ANY sip-header From modify "<sips:(.*)" "<sip:\1"
rule 15 response ANY sip-header Contact modify "<sips:(.*)" "<sip:\1"
rule 20 request ANY sip-header From modify ">" ";otg=hussain2572_lgu>"
rule 30 request ANY sip-header P-Asserted-Identity modify "sips:(.*)" "sip:\1"

Di seguito una spiegazione dei campi per la configurazione:

  • regola 9

    Assicurarsi di elencare l'intestazione come “SIP-Req-URI” e non “SIP-Req-URL” .

    La regola esegue la conversione tra URI SIP e URL SIP poiché Webex Calling non supporta gli URI SIP nei messaggi di richiesta/risposta, ma richiede che le query SRV, ad esempio: _sips._tcp.<outbound-proxy>.
  • regola 20

    Modifica l'intestazione From in modo da includere il parametro OTG/DTG del gruppo trunk da Control Hub per identificare in modo univoco un sito gateway locale in un'azienda.

  • Applica il profilo SIP al tenant della classe vocale 200 (applicabile successivamente) per tutto il traffico Webex Calling. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr5/vcr5-cr-book/vcr-v1.html#wp3265081475.

3

Configurare il profilo codec, la definizione stun e la suite SRTP Crypto.

voice class codec 99
codec preference 1 g711ulaw
codec preference 2 g711alaw 
exit
voice class srtp-crypto 200
crypto 1 AES_CM_128_HMAC_SHA1_80
exit
voice class stun-usage 200
stun usage firewall-traversal flowdata
stun usage ice lite
exit

Di seguito una spiegazione dei campi per la configurazione:


 

Se il proprio elemento multimediale di ancoraggio sul controller SBC ITSP e il gateway locale si trova dietro un NAT, attendere il flusso multimediale in ingresso da ITSP. È possibile applicare il comando stun sui dial-peer ITSP.


 

È richiesto l'uso di ice-lite per i flussi di chiamata che utilizzano l'ottimizzazione del percorso multimediale.

4

Associare i parametri di Control Hub alla configurazione del gateway locale.

Aggiungere Webex Calling tenant all'interno del gateway locale. È necessario eseguire la configurazione per registrare il gateway locale nel tenant della classe vocale 200. È necessario ottenere gli elementi di tale configurazione dalla pagina Informazioni trunk da Control Hub come mostrato nell'immagine seguente. Nell'esempio seguente vengono visualizzati i campi mappati alla CLI del relativo gateway locale.

Applicare il tenant 200 a Webex Calling dial-peer (2xxtag) all'interno della configurazione del gateway locale. La funzione tenant della classe vocale consente di raggruppare e configurare i parametri SIP Trunk che vengono altrimenti emesse in modalità di VoIP vocale e sip-ua. Se si configura il tenant e lo si applica in un dial-peer, l'ordine di preferenza seguente si applica alle configurazioni del gateway locale:

  • Configurazione dial-peer

  • Configurazione tenant

  • Configurazione globale (servizio vocale VoIP / sip-ua)

5

Configurare il tenant della classe vocale 200 per abilitare la registrazione del trunk dal gateway locale Webex Calling in base ai parametri ottenuti da Control Hub:


 

La riga di comando e i parametri seguenti sono solo esempi. Utilizzare i parametri per la propria distribuzione.

voice class tenant 200
  registrar dns:40462196.cisco-bcld.com scheme sips expires 240 refresh-ratio 50 tcp tls
  credentials number Hussain6346_LGU username Hussain2572_LGU password 0 meX7]~)VmF realm BroadWorks
  authentication username Hussain2572_LGU password 0 meX7]~)VmF realm BroadWorks
  authentication username Hussain2572_LGU password 0 meX7]~)VmF realm 40462196.cisco-bcld.com
  no remote-party-id
  sip-server dns:40462196.cisco-bcld.com
  connection-reuse
  srtp-crypto 200
  session transport tcp tls 
  url sips 
  error-passthru
  asserted-id pai 
  bind control source-interface GigabitEthernet0/0/1
  bind media source-interface GigabitEthernet0/0/1
  no pass-thru content custom-sdp 
  sip-profiles 200 
  outbound-proxy dns:la01.sipconnect-us10.cisco-bcld.com  
  privacy-policy passthru

Di seguito una spiegazione dei campi per la configurazione:

voice class tenant 200

Abilita configurazioni globali specifiche per più tenant su SIP Trunk che consentono servizi differenziati per i tenant.

Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr5/vcr5-cr-book/vcr-v1.html#wp2159082993.
registrar dns:40462196.cisco-bcld.com scheme sips expires 240 refresh-ratio 50 tcp tls

Il server di registrazione per il gateway locale con la registrazione impostata per l'aggiornamento ogni due minuti (50% di 240 secondi). Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr3/vcr3-cr-book/vcr-r1.html#wp1687622014.

credentials number Hussain6346_LGU username Hussain2572_LGU password 0 meX71]~)Vmf realm BroadWorks

Credenziali per la richiesta di verifica registrazione trunk. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr1/vcr1-cr-book/vcr-c6.html#wp3153621104.

authentication username Hussain2572_LGU password 0 meX71]~)Vmf realm BroadWorks
authentication username Hussain2572_LGU password 0 meX71]~)Vmf realm 40462196.cisco-bcld.com

Richiesta di autenticazione per le chiamate. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr1/vcr1-cr-book/vcr-a1.html#wp1551532462.

no remote-party-id

Disabilita intestazione SIP Remote-Party-ID (RPID) poiché Webex Calling supporta PAI, che viene abilitato utilizzando CIO asserted-id pai. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr3/vcr3-cr-book/vcr-r1.html#wp1580543764.

sip-server dns:40462196.cisco-bcld.com
Definisce la Webex Calling server. Per ulteriori informazioni, vedere https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr1/vcr1-cr-book/vcr-a1.html#wp1551532462
connection-reuse

Utilizza la stessa connessione permanente per l'elaborazione di registrazioni ed chiamate.

Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr1/vcr1-cr-book/vcr-c6.html#wp1622025569.
srtp-crypto 200

Definisce voice class srtp-crypto 200 per specificare SHA1_80. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr5/vcr5-cr-book/vcr-v1.html#wp1731779246.

session transport tcp tls
Imposta il trasporto su TLS. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr4/vcr4-cr-book/vcr-s2.html#wp1960850066.
url sips

SRV query deve essere SIP come supportato dal controller SBC di accesso; tutti gli altri messaggi vengono modificati in SIP dal profilo SIP 200.

error-passthru

Specifica la funzionalità di pass-thru risposta errore SIP.

Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr2/vcr2-cr-book/vcr-e1.html#wp2069028434.
asserted-id pai

Attiva l'elaborazione PAI nel gateway locale. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr1/vcr1-cr-book/vcr-a1.html#wp1052365203.

bind control source-interface GigabitEthernet0/0/1

Configura un indirizzo IP di origine per l'interfaccia di origine del segnale Webex Calling. Per ulteriori informazioni, https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr1/vcr1-cr-book/vcr-b1.html#wp2714966862 vedere .

bind media source-interface GigabitEthernet0/0/1

Configura un indirizzo IP di origine per l'interfaccia dell'origine multimediale Webex Calling. Per ulteriori informazioni, https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr1/vcr1-cr-book/vcr-b1.html#wp2714966862 vedere .

no pass-thru content custom-sdp

Comando predefinito in tenant. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr3/vcr3-cr-book/vcr-p1.html#wp1894635288.

sip-profiles 200

Modifica i SIP in SIP e modifica la linea/porta per i messaggi INVITE e REGISTER come definito in voice class sip-profiles 200. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr5/vcr5-cr-book/vcr-v1.html#wp3265081475.

outbound-proxy dns:la01.sipconnect-us10.cisco-bcld.com

Webex Calling accedere al controller SBC. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr3/vcr3-cr-book/vcr-o1.html#wp3297755699.

privacy-policy passthru

Passa in modo trasparente sui valori dell'intestazione della privacy dall'ingresso alla parte in uscita. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr3/vcr3-cr-book/vcr-p2.html#wp2238903481.

Dopo aver definito il tenant 200 all'interno del gateway locale e aver configurato un dial-peer SIP VoIP, il gateway avvia una connessione TLS verso Webex Calling, a quel punto il controller SBC di accesso presenta il proprio certificato al gateway locale. Il gateway locale convalida l Webex Calling di accesso al certificato SBC mediante il bundle radice CA aggiornato in precedenza. Stabilisce una sessione TLS permanente tra il gateway locale e Webex Calling l'accesso SBC. Il gateway locale invia quindi un'iscrizione al controller SBC di accesso che viene contestato. L'AOR di registrazione è number@domain. Il numero viene preso dal parametro delle credenziali "number" e il dominio da "registrar dns:<fqdn>". Quando l'iscrizione è di verifica:

  • il nome utente, la password e i parametri dell'area di autenticazione delle credenziali vengono utilizzati per creare l'intestazione e il profilo SIP 200.

  • converte l'URL SIPS in SIP.

Registrazione riuscita quando si ricevono 200 OK dal controller SBC di accesso.

Questa distribuzione richiede la seguente configurazione sul gateway locale:

  1. Tenant delle classi vocali: creare ulteriori tenant per i dial-peer ITSP simili al tenant 200 creato per i Webex Calling dial-peer.

  2. URI classe vocale: definire i motivi per gli indirizzi IP/porte dell'host per diversi trunk che terminano sul gateway locale:

    • Webex Calling a LGW

    • PSTN terminazione del trunk SIP su LGW

  3. Dial-peer in uscita: è possibile indirizzare i pacchetti di chiamata in uscita da LGW al trunk SIP ITSP Webex Calling.

  4. DPG classe vocale: è possibile richiamare per chiamare i dial-peer in uscita da un dial-peer in ingresso.

  5. Dial-peer in ingresso: è possibile accettare i pacchetti di chiamata in ingresso da ITSP e Webex Calling.

Utilizzare le configurazioni per l'impostazione del gateway locale ospitato dal partner o per il gateway del sito del cliente, come mostrato nell'immagine seguente.

1

Configura i seguenti tenant della classe vocale:

  1. Applicare il tenant della classe vocale 100 a tutti i dial-peer in uscita che PSTN.

    voice class tenant 100 
    session transport udp
    url sip
    error-passthru
    bind control source-interface GigabitEthernet0/0/0
    bind media source-interface GigabitEthernet0/0/0
    no pass-thru content custom-sdp
    
  2. Applicare il tenant della classe vocale 300 a tutti i dial-peer in entrata dall'PSTN.

    voice class tenant 300 
    bind control source-interface GigabitEthernet0/0/0
    bind media source-interface GigabitEthernet0/0/0
    no pass-thru content custom-sdp
    
2

Configurare il seguente uri della classe vocale:

  1. Definisci l'indirizzo IP host ITSP:

    voice class uri 100 sip
      host ipv4:192.168.80.13
    
  2. Definire il percorso per identificare in modo univoco un sito gateway locale all'interno di un'azienda in base al parametro OTG o DTG del gruppo trunk di Control Hub:

    voice class uri 200 sip
     pattern dtg=hussain2572.lgu
    

     

    Il gateway locale non supporta attualmente il carattere di sottolineatura "_" nello schema di corrispondenza. In alternativa, viene utilizzato il punto "." (qualsiasi corrispondenza) per "_".

    Received
    INVITE sip:+16785550123@198.18.1.226:5061;transport=tls;dtg=hussain2572_lgu SIP/2.0
    Via: SIP/2.0/TLS 199.59.70.30:8934;branch=z9hG4bK2hokad30fg14d0358060.1
    pattern :8934
    
3

Configura i seguenti dial-peer in uscita:

  1. Dial-peer in uscita verso PSTN IP:

    dial-peer voice 101 voip 
    description Outgoing dial-peer to IP PSTN
    destination-pattern BAD.BAD
    session protocol sipv2
    session target ipv4:192.168.80.13
    voice-class codec 99
    dtmf-relay rtp-nte
    voice-class sip tenant 100
    no vad

    Di seguito una spiegazione dei campi per la configurazione:

    dial-peer voice 101 voip
     description Outgoing dial-peer to PSTN
    

    Definisce un VoIP dial-peer con un tag 101e fornisce una descrizione significativa per facilità di gestione e risoluzione dei problemi.

    destination-pattern BAD.BAD

    Consente la selezione di dial-peer 101. Tuttavia, si richiama questo dial-peer in uscita direttamente dal dial-peer in ingresso utilizzando istruzioni dpg e si ignorano i criteri di corrispondenza del numero. Si sta utilizzando un modello arbitrario in base alle cifre alfanumeriche consentite dal percorso di destinazione CLI.

    session protocol sipv2

    Specifica che il dial-peer101 gestisce i mani della chiamata SIP.

    session target ipv4:192.168.80.13

    Indica l'indirizzo IPv4 di destinazione per l'invio del gruppo di chiamata. In questo caso, l'indirizzo IP ITSP.

    voice-class codec 99

    Indica l'elenco di preferenze codec 99 da utilizzare per questo dial-peer.

    dtmf-relay rtp-nte

    Definisce RTP-NTE (RFC2833) come la funzionalità DTMF prevista in questo segmento di chiamata.

    voice-class sip tenant 100

    Il dial-peer eredita tutti i parametri del tenant 100 a meno che lo stesso parametro sia definito nel dial-peer stesso.

    no vad

    Disabilita il rilevamento di attività vocale.

  2. Dial-peer in uscita verso Webex Calling (aggiornare la connessione dial-peer in uscita per servire come dial-peer in entrata da Webex Calling e successivamente nella guida alla configurazione).

    dial-peer voice 200201 voip
     description Inbound/Outbound Webex Calling
    destination-pattern BAD.BAD
    session protocol sipv2
    session target sip-server
    voice-class codec 99
    dtmf-relay rtp-nte
    voice-class stun-usage 200
    no voice-class sip localhost
    voice-class sip tenant 200
    srtp
    no vad
    

    Spiegazione dei comandi:

    dial-peer voice 200201 voip
    description Inbound/Outbound Webex Calling

    Definisce un VoIP dial-peer con un tag di 200201 e fornisce una descrizione significativa per facilità di gestione e risoluzione dei problemi

    session target sip-server

    Indica che il server SIP globale è la destinazione per le chiamate da questo dial-peer. Webex Calling server selezionato in tenant 200 viene ereditano per il servizio di chiamata peer 200201.

    voice-class stun-usage 200

    Consente l'invio di richieste di tono generate in locale sul gateway locale sul percorso multimediale negoziato. Stun consente di aprire la rete nel firewall.

    no voice-class sip localhost

    Disabilita la sostituzione del nome host locale DNS in sostituzione all'indirizzo IP fisico nelle intestazioni Da, ID chiamata e ID parte remota dei messaggi in uscita.

    voice-class sip tenant 200

    Il dial-peer eredita tutti i parametri del tenant 200 (<-->trunk LGW Webex Calling)</--> a meno che lo stesso parametro sia definito in dial-peer stesso.

    srtp

    Abilita SRTP per il parte della chiamata.

    no vad

    Disabilita il rilevamento di attività vocale.

4

Configurare i seguenti gruppi di dial-peer (dpg):

  1. Definisce il gruppo di dial-peer 100. Il dial-peer in uscita 101 è la destinazione per qualsiasi dial-peer in ingresso che richiama dial-peer group 100. DPG 100 viene applicato al 200201 dial-peer Webex Calling --> LGW --> PSTN ingresso.

    voice class dpg 100
    description Incoming WxC(DP200201) to IP PSTN(DP101)
    dial-peer 101 preference 1
    
  2. Definisci il gruppo di dial-peer 200 con dial-peer in uscita 200201 come destinazione per il percorso PSTN --> LGW --> Webex Calling. DPG 200 viene applicato al dial-peer in ingresso 100 definito successivamente.

    voice class dpg 200
    description Incoming IP PSTN(DP100) to Webex Calling(DP200201)
    dial-peer 200201 preference 1
    
5

Configura i seguenti dial-peer in entrata:

  1. Dial-peer in entrata per segmenti di chiamata PSTN IP in ingresso:

    dial-peer voice 100 voip
    description Incoming dial-peer from PSTN
    session protocol sipv2
    destination dpg 200
    incoming uri via 100
    voice-class codec 99
    dtmf-relay rtp-nte
    voice-class sip tenant 300
    no vad
    

    Di seguito una spiegazione dei campi per la configurazione:

    dial-peer voice 100 voip
    description Incoming dial-peer from PSTN

    Definisce un VoIP dial-peer con un tag 100 e fornisce una descrizione significativa per facilità di gestione e risoluzione dei problemi.

    session protocol sipv2

    Specifica che il dial-peer 100 gestisce i mani della chiamata SIP.

    incoming uri via 100

    Specifica l'uri della classe vocale 100 in modo che corrisponda a tutto il traffico in ingresso dal PSTN IP al gateway locale sull'indirizzo IP dell'host VIA. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr2/vcr2-cr-book/vcr-i1.html#wp7490919080.

    destination dpg 200

    Specifica il gruppo di chiamata 200 per selezionare un gruppo di chiamata in uscita. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr5/vcr5-cr-book/vcr-v1.html#wp7209864940.

    voice-class sip tenant 300

    Il dial-peer eredita tutti i parametri del tenant 300 a meno che lo stesso parametro sia definito nel dial-peer stesso.

    no vad

    Disabilita il rilevamento di attività vocale.

  2. Dial-peer in entrata per segmenti di chiamata Webex Calling in ingresso:

    dial-peer voice 200201 voip
    description Inbound/Outbound Webex Calling
    max-conn 250
    destination dpg 100
    incoming uri request 200
     

    Di seguito una spiegazione dei campi per la configurazione:

    dial-peer voice 200201 voip
    description Inbound/Outbound Webex Calling

    Aggiorna un VoIP dial-peer con un tag di 200201 e fornisce una descrizione significativa per facilità di gestione e risoluzione dei problemi.

    incoming uri request 200

    Specifica l'uri della classe vocale 200 in modo che corrisponda a tutto il traffico in ingresso da Webex Calling a LGW sul percorso dtg univoco nell'uri della richiesta, identificando in modo univoco il sito gateway locale all'interno di un'azienda e nel sistema Webex Calling interno. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr2/vcr2-cr-book/vcr-i1.html#wp7490919080.

    destination dpg 100

    Specifica il gruppo di chiamata 100 per selezionare un gruppo di chiamata in uscita. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr5/vcr5-cr-book/vcr-v1.html#wp7209864940.

    max-conn 250

    Limita il numero di chiamate concorrenti a 250 tra l'LGW e la Webex Calling, presupponendo un Webex Calling per le chiamate in entrata e in uscita, come definito in questo articolo. Per ulteriori informazioni sui limiti di chiamata concorrenti che coinvolge il gateway locale, vedere https://www.cisco.com/c/dam/en/us/td/docs/solutions/PA/mcp/DEPLOYMENT_CALLING_Unified_CM_to_Webex_Calling.pdf.

Da PSTN a Webex Calling

Associare tutti i pacchetti di chiamata IP PSTN ingresso sul gateway locale con 100 dial-peer per definire un criterio di corrispondenza per l'intestazione VIA con l'indirizzo IP del PSTN IP. DPG 200 richiama gli utenti con chiamata in 200201, che dispone del server Webex Calling di destinazione.

Da Webex Calling a PSTN

Associare tutti i messaggi di chiamata Webex Calling in ingresso sul gateway locale con il 200201 dial-peer per definire il criterio di corrispondenza per il percorso dell'intestazione REQUEST URI con il parametro del gruppo trunk OTG/DTG, univoco per questa distribuzione del gateway locale. DPG 100 richiama il dial-peer in uscita 101, con l'indirizzo IP PSTN IP come destinazione di destinazione.

Questa distribuzione richiede la seguente configurazione sul gateway locale:

  1. Tenant delle classi vocali: vengono creati più tenant per i dial-peer Unified CM e ITSP, in modo simile al tenant 200 creato per Webex Calling dial-peer di fronte.

  2. URI classe vocale: definire un modello per gli indirizzi IP/porte host per diversi trunk che terminano su LGW da:

    • Da Unified CM a LGW per PSTN destinazione

    • Da Unified CM a LGW per Webex Calling destinazione

    • Webex Calling destinazione LGW

    • PSTN terminazione del trunk SIP su LGW

  3. Gruppo-server classe vocale: è possibile utilizzare come destinazione indirizzi/porte IP per trunk in uscita da:

    • Da LGW a Unified CM

    • LGW a Webex Calling

    • LGW-PSTN trunk SIP

  4. Dial-peer in uscita: è possibile indirizzare i pacchetti di chiamata in uscita da:

    • Da LGW a Unified CM

    • Trunk SIP ITSP

    • Webex Calling

  5. DPG classe vocale: è possibile richiamare i dial-peer in uscita da un dial-peer in ingresso.

  6. Dial-peer in ingresso: è possibile accettare i pacchetti di chiamata in ingresso di Unified CM, ITSP e Webex Calling.

1

Configura i seguenti tenant della classe vocale:

  1. Applica il tenant della classe vocale 100 su tutti i dial-peer in uscita unificati CM e IP PSTN:

    voice class tenant 100 
    session transport udp
    url sip
    error-passthru
    bind control source-interface GigabitEthernet0/0/0
    bind media source-interface GigabitEthernet0/0/0
    no pass-thru content custom-sdp
    
  2. Applica il tenant della classe vocale 300 su tutti i dial-peer in ingresso di Unified CM e IP PSTN:

    voice class tenant 300 
    bind control source-interface GigabitEthernet0/0/0
    bind media source-interface GigabitEthernet0/0/0
    no pass-thru content custom-sdp
    
2

Configurare il seguente uri della classe vocale:

  1. Definisce l'indirizzo IP dell'host di ITSP:

    voice class uri 100 sip
      host ipv4:192.168.80.13
    
  2. Definire un percorso per identificare in modo univoco un sito gateway locale all'interno di un'azienda in base al parametro OTG/DTG del gruppo trunk di Control Hub:

    voice class uri 200 sip
    pattern dtg=hussain2572.lgu
    

     

    Il gateway locale attualmente non supporta caratteri di sottolineatura "_" nello schema di corrispondenza. Come soluzione, utilizzare il punto "." (qualsiasi corrispondenza) per "_".

    Received
    INVITE sip:+16785550123@198.18.1.226:5061;transport=tls;dtg=hussain2572_lgu SIP/2.0
    Via: SIP/2.0/TLS 199.59.70.30:8934;branch=z9hG4bK2hokad30fg14d0358060.1
    pattern :8934
    
  3. Definisce la porta VIA dei segnali Unified CM per il trunk Webex Calling:

    voice class uri 300 sip
    pattern :5065
    
  4. Definisce l'IP e la porta VIA dei segnali di origine CUCM per trunk PSTN:

    voice class uri 302 sip
    pattern 192.168.80.60:5060
    
3

Configura i seguenti gruppi di server di classi vocali:

  1. Definisce l'indirizzo IP host di destinazione e il numero di porta del trunk Unified CM per Unified CM Group 1 (5 nodi). Unified CM utilizza la porta 5065 per il traffico in entrata sul trunk Webex Calling (Webex Calling <-> LGW --> Unified CM).

    voice class server-group 301
    ipv4 192.168.80.60 port 5065
    
  2. Definisce l'indirizzo IP e il numero di porta dell'host di destinazione del trunk Unified CM per Unified CM Group 2, se applicabile:

    voice class server-group 303
    ipv4 192.168.80.60 port 5065
    
  3. Definisce l'indirizzo IP host di destinazione del trunk Unified CM per Unified CM Group 1 (5 nodi). Unified CM utilizza la porta predefinita 5060 per il traffico in entrata sul trunk PSTN. Senza numero di porta specificato, viene utilizzato il valore predefinito 5060. (PSTN <-> LGW --> Unified CM)

    voice class server-group 305
    ipv4 192.168.80.60
    
  4. Definisce l'indirizzo IP host di destinazione del trunk Unified CM per Unified CM Group 2, se applicabile.

    voice class server-group 307 
    ipv4 192.168.80.60
    
4

Configura i seguenti dial-peer in uscita:

  1. Dial-peer in uscita verso PSTN IP:

    dial-peer voice 101 voip 
    description Outgoing dial-peer to IP PSTN
    destination-pattern BAD.BAD
    session protocol sipv2
    session target ipv4:192.168.80.13
    voice-class codec 99
    dtmf-relay rtp-nte
    voice-class sip tenant 100
    no vad
    

    Di seguito una spiegazione dei campi per la configurazione:

    dial-peer voice 101 voip
    description Outgoing dial-peer to PSTN

    Definisce un VoIP dial-peer con un tag 101 e una descrizione significativa viene fornita per facilità di gestione e risoluzione dei problemi.

    destination-pattern BAD.BAD

    Consente la selezione di dial-peer 101. Tuttavia, si richiama questo dial-peer in uscita direttamente dal dial-peer in ingresso utilizzando istruzioni dpg e si ignorano i criteri di corrispondenza del numero. Si sta utilizzando un modello arbitrario in base a cifre alfanumeriche consentite dalla cli con percorso di destinazione.

    session protocol sipv2

    Specifica che il dial-peer 101 gestisce i mani della chiamata SIP.

    session target ipv4:192.168.80.13

    Indica l'indirizzo IPv4 di destinazione per inviare il gruppo di chiamate. In questo caso, l'indirizzo IP del provider ITSP.

    voice-class codec 99

    Indica l'elenco di preferenze codec 99 da utilizzare per questo dial-peer.

    voice-class sip tenant 100

    Il dial-peer eredita tutti i parametri del tenant 100 a meno che lo stesso parametro sia definito nel dial-peer stesso.

  2. Dial-peer in uscita verso Webex Calling (questo dial-peer viene aggiornato per servire come dial-peer in entrata da Webex Calling successivamente nella guida alla configurazione):

    dial-peer voice 200201 voip
    description Inbound/Outbound Webex Calling
    destination-pattern BAD.BAD
    session protocol sipv2
    session target sip-server
    voice-class codec 99
    dtmf-relay rtp-nte
    voice-class stun-usage 200
    no voice-class sip localhost
    voice-class sip tenant 200
    srtp
    no vad
    

    Di seguito una spiegazione dei campi per la configurazione:

    dial-peer voice 200201 voip
    description Inbound/Outbound Webex Calling

    Definisce un VoIP dial-peer con un tag di 200201 e fornisce una descrizione significativa per facilità di gestione e risoluzione dei problemi.

    session target sip-server

    Indica che il server SIP globale è la destinazione per le chiamate di questo dial-peer. Webex Calling server virtuale definito in tenant 200 viene ereditano per questo dial-peer.

    voice-class stun-usage 200

    Consente l'invio di richieste stun generate in locale sul percorso multimediale negoziato. Stun consente di aprire la rete nel firewall.

    no voice-class sip localhost

    Disabilita la sostituzione del nome host locale DNS in sostituzione all'indirizzo IP fisico nelle intestazioni Da, ID chiamata e ID parte remota dei messaggi in uscita.

    voice-class sip tenant 200

    Il dial-peer eredita tutti i parametri del tenant 200 (<-->trunk Webex Calling LGW)</--> a meno che lo stesso parametro sia definito in dial-peer stesso.

    srtp

    Abilita SRTP per il parte della chiamata.

  3. Dial-peer in uscita verso il trunk di Webex Calling Unified CM:

    dial-peer voice 301 voip
    description Outgoing dial-peer to CUCM-Group-1 for 
    inbound from Webex Calling - Nodes 1 to 5
    destination-pattern BAD.BAD
    session protocol sipv2
    session server-group 301
    voice-class codec 99
    dtmf-relay rtp-nte
    voice-class sip tenant 100
    no vad
    

    Di seguito una spiegazione dei campi per la configurazione:

    dial-peer voice 301 voip
    description Outgoing dial-peer to CUCM-Group-1 for 
    inbound from Webex Calling – Nodes 1 to 5

    Definisce un VoIP dial-peer con un tag 301 e fornisce una descrizione significativa per facilità di gestione e risoluzione dei problemi.

    session server-group 301

    Anziché l'IP di destinazione della sessione nel dial-peer, si punta a un gruppo di server di destinazione (gruppo di server 301 per 301 dial-peer) per definire più nodi UCM di destinazione sebbene l'esempio mostra solo un singolo nodo.

    Gruppo di server in uscita dial-peer

    Con più dial-peer nel DPG e più server nel gruppo di server dial-peer, è possibile ottenere la distribuzione casuale delle chiamate su tutti gli abbonati di elaborazione chiamate Unified CM o la risposta in base a una preferenza definita. Ciascun gruppo di server può avere fino a cinque server (IPv4/v6 con o senza porta). Un secondo dial-peer e un secondo gruppo di server sono richiesti solo se vengono utilizzati più di cinque abbonati all'elaborazione delle chiamate.

    Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/cube/configuration/cube-book/multiple-server-groups.html.

  4. Seconda chiamata in uscita verso il trunk di Webex Calling Unified CM se sono attivi più di 5 nodi Unified CM:

    dial-peer voice 303 voip
    description Outgoing dial-peer to CUCM-Group-2 
    for inbound from Webex Calling - Nodes 6 to 10
    destination-pattern BAD.BAD
    session protocol sipv2
    session server-group 303
    voice-class codec 99
    dtmf-relay rtp-nte
    voice-class sip tenant 100
    no vad
  5. Dial-peer in uscita verso il trunk PSTN di Unified CM:

    dial-peer voice 305 voip
    description Outgoing dial-peer to CUCM-Group-1for inbound from PSTN - Nodes 1 to 5
    destination-pattern BAD.BAD
    session protocol sipv2
    session server-group 305
    voice-class codec 99 
    dtmf-relay rtp-nte
    voice-class sip tenant 100
    no vad
    
  6. Seconda chiamata in uscita verso il trunk di PSTN Unified CM se sono attivi più di 5 nodi Unified CM:

    dial-peer voice 307 voip
    description Outgoing dial-peer to CUCM-Group-2 for inbound from PSTN - Nodes 6 to 10
    destination-pattern BAD.BAD
    session protocol sipv2
    session server-group 307
    voice-class codec 99  
    dtmf-relay rtp-nte
    voice-class sip tenant 100
    no vad
    
5

Configura il seguente DPG:

  1. Definisce DPG 100. Il dial-peer in uscita 101 è la destinazione per qualsiasi dial-peer in ingresso che richiama dial-peer group 100. DPG 100 viene applicato al percorso di chiamata in ingresso 302 definito successivamente per il percorso Unified CM --> LGW --> PSTN:

    voice class dpg 100
    dial-peer 101 preference 1
    
  2. Definisci DPG 200 con dial-peer in uscita 200201 come destinazione per il percorso Unified CM --> LGW --> Webex Calling:

    voice class dpg 200
    dial-peer 200201 preference 1
    
  3. Definisci DPG 300 per dial-peer in uscita 301 o 303 per il percorso Webex Calling --> LGW --> Unified CM:

    voice class dpg 300
    dial-peer 301 preference 1
    dial-peer 303 preference 1
    
  4. Definisci DPG 302 per dial-peer in uscita 305 o 307 per il percorso PSTN --> LGW --> Unified CM:

    voice class dpg 302
    dial-peer 305 preference 1
    dial-peer 307 preference 1
    
6

Configura i seguenti dial-peer in entrata:

  1. Dial-peer in entrata per segmenti di chiamata PSTN IP in ingresso:

    dial-peer voice 100 voip
    description Incoming dial-peer from PSTN
    session protocol sipv2
    destination dpg 302
    incoming uri via 100
    voice-class codec 99
    dtmf-relay rtp-nte
    voice-class sip tenant 300
    no vad
    

    Di seguito una spiegazione dei campi per la configurazione:

    dial-peer voice 100 voip
    description Incoming dial-peer from PSTN

    Definisce un VoIP dial-peer con un tag 100 e fornisce una descrizione significativa per facilità di gestione e risoluzione dei problemi.

    session protocol sipv2

    Specifica che il dial-peer100 gestisce i mani della chiamata SIP.

    incoming uri via 100

    Specifica l'uri della classe vocale 100 a tutto il traffico in ingresso da Unified CM a LGW sull'indirizzo IP dell'organizzatore dell'intestazione VIA. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr2/vcr2-cr-book/vcr-i1.html#wp7490919080.

    destination dpg 302

    Specifica il gruppo di dial-peer 302 per selezionare una chiamata in uscita. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr5/vcr5-cr-book/vcr-v1.html#wp7209864940.

    voice-class sip tenant 300

    Il dial-peer eredita tutti i parametri del tenant 300 a meno che lo stesso parametro sia definito nel dial-peer stesso.

  2. Dial-peer in entrata per segmenti di chiamata Webex Calling in ingresso:

    dial-peer voice 200201 voip
    description Inbound/Outbound Webex Calling
    max-conn 250
    destination dpg 300
    incoming uri request 200
     

    Di seguito una spiegazione dei campi per la configurazione:

    dial-peer voice 200201 voip
    description Inbound/Outbound Webex Calling

    Aggiorna un VoIP dial-peer con un tag di 200201 e fornisce una descrizione significativa per facilità di gestione e risoluzione dei problemi.

    incoming uri request 200

    Specifica l'uri della classe vocale 200 a tutto il traffico in ingresso da Unified CM a LGW sul percorso dtg univoco nell'uri richiesta, identificando in modo univoco un sito gateway locale all'interno di un'azienda e nel Webex Calling aziendale. Consultare . https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr2/vcr2-cr-book/vcr-i1.html#wp7490919080

    destination dpg 300

    Specifica il gruppo di dial-peer 300 per selezionare una chiamata in uscita. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr5/vcr5-cr-book/vcr-v1.html#wp7209864940.

    max-conn 250

    Limita il numero di chiamate concorrenti a 250 tra LGW e Webex Calling presupponendo un singolo dial-peer rivolto verso Webex Calling per le chiamate in entrata e in uscita come definito in questa guida. Per ulteriori dettagli sui limiti di chiamata concorrenti che implicano il gateway locale, vedere https://www.cisco.com/c/dam/en/us/td/docs/solutions/PA/mcp/DEPLOYMENT_CALLING_Unified_CM_to_Webex_Calling.pdf.

  3. Dial-peer in entrata per segmenti di chiamata Unified CM in ingresso con Webex Calling come destinazione:

    dial-peer voice 300 voip
    description Incoming dial-peer from CUCM for Webex Calling
    session protocol sipv2
    destination dpg 200
    incoming uri via 300
    voice-class codec 99
    dtmf-relay rtp-nte
    voice-class sip tenant 300
    no vad
    

    Di seguito una spiegazione dei campi per la configurazione:

    dial-peer voice 300 voip
    description Incoming dial-peer from CUCM for Webex Calling

    Definisce un VoIP dial-peer con un tag di 300 e una descrizione significativa viene fornita per facilità di gestione e risoluzione dei problemi.

    incoming uri via 300

    Specifica l'URI della classe vocale 300 a tutto il traffico in ingresso da Unified CM a LGW sulla porta di origine (5065). Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr2/vcr2-cr-book/vcr-i1.html#wp7490919080.

    destination dpg 200

    Specifica il gruppo di dial-peer 200 per selezionare una chiamata in uscita. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr5/vcr5-cr-book/vcr-v1.html#wp7209864940.

    voice-class sip tenant 300

    Il dial-peer eredita tutti i parametri del tenant 300 a meno che lo stesso parametro sia definito nel dial-peer stesso.

  4. Dial-peer in entrata per segmenti di chiamata Unified CM in ingresso con PSTN come destinazione:

    dial-peer voice 302 voip
    description Incoming dial-peer from CUCM for PSTN
    session protocol sipv2
    destination dpg 100
    incoming uri via 302
    voice-class codec 99
    dtmf-relay rtp-nte
    voice-class sip tenant 300
    no vad
    

    Di seguito una spiegazione dei campi per la configurazione:

    dial-peer voice 302 voip
    description Incoming dial-peer from CUCM for PSTN

    Definisce un VoIP dial-peer con un tag 302 e fornisce una descrizione significativa per facilità di gestione e risoluzione dei problemi.

    incoming uri via 302

    Specifica l'uri della classe vocale 302 a tutto il traffico in ingresso da Unified CM a LGW sulla porta di origine (5065). Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr2/vcr2-cr-book/vcr-i1.html#wp7490919080.

    destination dpg 100

    Specifica il gruppo di dial-peer 100 per selezionare una chiamata in uscita. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr5/vcr5-cr-book/vcr-v1.html#wp7209864940.

    voice-class sip tenant 300

    Il dial-peer eredita tutti i parametri del tenant 300 a meno che lo stesso parametro sia definito nel dial-peer stesso.

Porta IP PSTN trunk PSTN Unified CM

Webex Calling da piattaforma a trunk Webex Calling Unified CM

Trunk PSTN Unified CM a ip PSTN

Trunk Webex Calling Unified CM a Webex Calling mobile

Le firme diagnostiche (DS) individuano in modo proattivo i problemi comunemente osservati nel gateway locale basato su IOS XE e generano notifiche e-mail, registri di sistema o messaggi terminali dell'evento. Puoi anche installare le DS per automatizzare la raccolta dei dati diagnostici e trasferire i dati raccolti al caso Cisco TAC per risolvere più rapidamente il problema.

Le firme diagnostiche (DS) sono file XML contenenti informazioni su eventi e azioni da attivare per informare, risolvere e risolvere il problema. La logica di rilevamento dei problemi viene definita utilizzando messaggi del registro di sistema, eventi SNMP e attraverso il monitoraggio periodico di output specifici del comando show. I tipi di azione includono la raccolta degli output del comando show, la generazione di un file di registro consolidato e il caricamento del file in una posizione di rete fornita dall'utente, come HTTPS, SCP, server FTP. I file DS sono autorizzati da tecnici TAC e vengono firmati in digitale per la protezione dell'integrità. A ogni file DS viene assegnato un ID numerico univoco dal sistema. Lo strumento di ricerca delle firme diagnostiche (DSLT) è una singola origine per individuare le firme applicabili per il monitoraggio e la risoluzione di diversi problemi.

Operazioni preliminari:

  • Non modificare il file DS scaricato da DSLT. L'installazione dei file da modificare non riesce a causa di un errore di controllo dell'integrità.

  • Un server SMTP (Mail Transfer Protocol) semplice richiesto dal gateway locale per l'invio di notifiche e-mail.

  • Accertarsi che il gateway locale utilizzi IOS XE 17.6.1 o superiore se si desidera utilizzare il server SMTP sicuro per le notifiche e-mail.

Prerequisiti

Gateway locale con IOS XE 17.3.2 o versione successiva

  1. Le firme diagnostiche sono abilitate per impostazione predefinita.

  2. Configurare il server e-mail sicuro da utilizzare per inviare notifiche proattive se sul dispositivo è in esecuzione Cisco IOS XE 17.3.2 o superiore.

    configure terminal 
    call-home  
    mail-server <username>:<pwd>@<email server> priority 1 secure tls 
    end 
  3. Configurare la variabile di ambiente con ds_email l'indirizzo e-mail dell'amministratore a cui inviare la notifica.

    configure terminal 
    call-home  
    diagnostic-signature 
    environment ds_email <email address> 
    end 

Gateway locale con versione 16.11.1 o successiva

  1. Le firme diagnostiche sono abilitate per impostazione predefinita

  2. Configura il server e-mail da utilizzare per inviare notifiche proattive se sul dispositivo è in esecuzione una versione precedente alla 17.3.2.

    configure terminal 
    call-home  
    mail-server <email server> priority 1 
    end 
  3. Configura la variabile di ambiente ds_email con l'indirizzo e-mail dell'amministratore a cui inviare la notifica.

    configure terminal 
    call-home  
    diagnostic-signature 
    environment ds_email <email address>
    end 

Gateway locale con versione 16.9.x

  1. Inserire i seguenti comandi per abilitare le firme diagnostiche.

    configure terminal 
    call-home reporting contact-email-addr sch-smart-licensing@cisco.com  
    end  
  2. Configura il server e-mail da utilizzare per inviare notifiche proattive se sul dispositivo è in esecuzione una versione precedente alla 17.3.2.

    configure terminal 
    call-home  
    mail-server  <email server> priority 1 
    end 
  3. Configura la variabile di ambiente ds_email con l'indirizzo e-mail dell'amministratore a cui inviare la notifica.

    configure terminal 
    call-home  
    diagnostic-signature 
    environment ds_email <email address> 
    end 

Di seguito viene riportato un esempio di configurazione di un gateway locale in esecuzione su Cisco IOS XE 17.3.2 per inviare notifiche proattive a tacfaststart@gmail.com utilizzando Gmail come server SMTP sicuro:

call-home  
mail-server tacfaststart:password@smtp.gmail.com priority 1 secure tls 
diagnostic-signature 
environment ds_email "tacfaststart@gmail.com" 

Il gateway locale in esecuzione sul software Cisco IOS XE non è un tipico client Gmail basato su Web che supporta OAuth, pertanto è necessario configurare un'impostazione dell'account Gmail specifica e fornire un'autorizzazione specifica per l'elaborazione corretta del messaggio e-mail dal dispositivo:

  1. Vai a Gestisci account Google > Sicurezza e attiva Accesso app meno sicure.

  2. Risposta "Sì, sono stato io" quando si riceve un messaggio e-mail da Gmail in cui viene indicato che "Google ha impedito a qualcuno di accedere all'account utilizzando un'app non Google".

Installare le firme diagnostiche per il monitoraggio proattivo

Monitoraggio di un elevato utilizzo della CPU

Questo DS registra l'utilizzo della CPU di 5 secondi utilizzando l'OID SNMP 1.3.6.1.4.1.9.1.56. Quando l'utilizzo raggiunge il 75% o più, disabilita tutti i debug e disinstalla tutte le firme diagnostiche installate nel gateway locale. Utilizza questa procedura per installare la firma.

  1. Assicurarsi di abilitare SNMP utilizzando il comando show snmp. Se non si abilita, configurare il comando "snmp-server manager".

    show snmp 
    %SNMP agent not enabled 
    
    config t 
    snmp-server manager 
    end 
    
    show snmp 
    Chassis: ABCDEFGHIGK 
    149655 SNMP packets input 
        0 Bad SNMP version errors 
        1 Unknown community name 
        0 Illegal operation for community name supplied 
        0 Encoding errors 
        37763 Number of requested variables 
        2 Number of altered variables 
        34560 Get-request PDUs 
        138 Get-next PDUs 
        2 Set-request PDUs 
        0 Input queue packet drops (Maximum queue size 1000) 
    158277 SNMP packets output 
        0 Too big errors (Maximum packet size 1500) 
        20 No such name errors 
        0 Bad values errors 
        0 General errors 
        7998 Response PDUs 
        10280 Trap PDUs 
    Packets currently in SNMP process input queue: 0 
    SNMP global trap: enabled 
    
  2. Scarica DS 64224 utilizzando le seguenti opzioni del menu a discesa nello strumento DSLT:

    Nome campo

    Valore campo

    Piattaforma

    Cisco 4300, serie 4400 ISR o Cisco CSR serie 1000V

    Prodotto

    CUBE Enterprise in Webex Calling

    Ambito del problema

    Prestazioni

    Tipo di problema

    Utilizzo elevato della CPU con notifica e-mail.

  3. Copia il file XML DS nel flash del gateway locale.

    LocalGateway# copy ftp://username:password@<server name or ip>/DS_64224.xml bootflash: 

    L'esempio seguente mostra la copia del file da un server FTP al gateway locale.

    copy ftp://user:pwd@192.0.2.12/DS_64224.xml bootflash: 
    Accessing ftp://*:*@ 192.0.2.12/DS_64224.xml...! 
    [OK - 3571/4096 bytes] 
    3571 bytes copied in 0.064 secs (55797 bytes/sec) 
    
  4. Installa il file XML DS nel gateway locale.

    call-home diagnostic-signature load DS_64224.xml 
    Load file DS_64224.xml success 
  5. Verifica che la firma sia installata correttamente utilizzando il comando show call-home diagnostic-signature. La colonna dello stato deve contenere il valore "registered".

    show call-home diagnostic-signature  
    Current diagnostic-signature settings: 
    Diagnostic-signature: enabled 
    Profile: CiscoTAC-1 (status: ACTIVE) 
    Downloading  URL(s):  https://tools.cisco.com/its/service/oddce/services/DDCEService 
    Environment variable: 
    ds_email: username@gmail.com 

    Download di firme digitali:

    ID DS

    Nome DS

    Revisione

    Stato

    Ultimo aggiornamento (GMT+00:00)

    64224

    DS_LGW_CPU_MON75

    0.0.10

    Registrato

    2020-11-07 22:05:33


    Quando attivata, questa firma disinstalla tutte le DS in esecuzione, inclusa se stessa. Se necessario, reinstallare DS 64224 per continuare a monitorare un elevato utilizzo della CPU sul gateway locale.

Registrazione trunk SIP di monitoraggio

Questo DS verifica l'annullamento della registrazione di un gateway locale Trunk SIP su Cisco Webex Calling cloud ogni 60 secondi. Una volta rilevato l'evento di annullamento della registrazione, viene generata una notifica e-mail e syslog e si disinstalla da sola dopo due occorrenze di annullamento della registrazione. Utilizza la procedura seguente per installare la firma.

  1. Scarica DS 64117 utilizzando le seguenti opzioni del menu a discesa nello strumento DSLT:

    Nome campo

    Valore campo

    Piattaforma

    Cisco 4300, serie 4400 ISR o Cisco CSR serie 1000V

    Prodotto

    CUBE Enterprise in Webex Calling

    Ambito del problema

    SIP-SIP

    Tipo di problema

    Trunk SIP registrazione con notifica e-mail.

  2. Copia il file XML DS nel gateway locale.

    copy ftp://username:password@<server name or ip>/DS_64117.xml bootflash: 
  3. Installa il file XML DS nel gateway locale.

    call-home diagnostic-signature load DS_64117.xml 
    Load file DS_64117.xml success 
    LocalGateway#  
  4. Verifica che la firma sia installata correttamente utilizzando il comando show call-home diagnostic-signature. La colonna dello stato deve contenere il valore "registered".

Disconnessioni chiamata anomala di monitoraggio

Questa DS utilizza il sondaggio SNMP ogni 10 minuti per rilevare una disconnessione di chiamata anomala con errori SIP 403, 488 e 503.  Se l'aumento del numero di errori è maggiore o uguale a 5 dall'ultimo sondaggio, vengono generati un registro di sistema e una notifica e-mail. Utilizza la procedura seguente per installare la firma.

  1. Verifica se SNMP è abilitato utilizzando il comando show snmp. In caso contrario, configura il comando "snmp-server manager".

    show snmp 
    %SNMP agent not enabled 
     
    
    config t 
    snmp-server manager 
    end 
    
    show snmp 
    Chassis: ABCDEFGHIGK 
    149655 SNMP packets input 
        0 Bad SNMP version errors 
        1 Unknown community name 
        0 Illegal operation for community name supplied 
        0 Encoding errors 
        37763 Number of requested variables 
        2 Number of altered variables 
        34560 Get-request PDUs 
        138 Get-next PDUs 
        2 Set-request PDUs 
        0 Input queue packet drops (Maximum queue size 1000) 
    158277 SNMP packets output 
        0 Too big errors (Maximum packet size 1500) 
        20 No such name errors 
        0 Bad values errors 
        0 General errors 
        7998 Response PDUs 
        10280 Trap PDUs 
    Packets currently in SNMP process input queue: 0 
    SNMP global trap: enabled 
    
  2. Scarica DS 65221 utilizzando le seguenti opzioni nello strumento DSLT:

    Nome campo

    Valore campo

    Piattaforma

    Cisco 4300, serie 4400 ISR o Cisco CSR serie 1000V

    Prodotto

    CUBE Enterprise in Webex Calling

    Ambito del problema

    Prestazioni

    Tipo di problema

    Rilevamento disconnessione chiamata anomala SIP con notifica e-mail e registro di sistema.

  3. Copia il file XML DS nel gateway locale.

    copy ftp://username:password@<server name or ip>/DS_65221.xml bootflash:
  4. Installa il file XML DS nel gateway locale.

    call-home diagnostic-signature load DS_65221.xml 
    Load file DS_65221.xml success 
    
  5. Verifica che la firma sia installata correttamente utilizzando il comando show call-home diagnostic-signature. La colonna dello stato deve contenere il valore "registered".

Installare le firme diagnostiche per risolvere un problema

Per risolvere rapidamente i problemi è possibile utilizzare anche le firme diagnostiche (DS). I tecnici Cisco TAC hanno creato diverse firme per consentire i debug necessari per risolvere un determinato problema, rilevare l'occorrenza del problema, raccogliere la serie giusta di dati diagnostici e trasferire automaticamente i dati al caso Cisco TAC. In questo modo, si elimina la necessità di controllare manualmente la presenza del problema e si rende molto più semplice la risoluzione di problemi intermittenti e temporanei.

È possibile utilizzare lo Strumento di ricerca delle firme diagnostiche per individuare le firme applicabili e installarle per risolvere automaticamente un determinato problema oppure installare la firma consigliata dal tecnico del Tac come parte del coinvolgimento in supporto.

Di seguito un esempio di come trovare e installare una DS per rilevare l'occorrenza "%VOICE_IEC-3-GW: CCAPI: Internal Error (call spike threshold): IEC=1.1.181.1.29.0" e automatizzare la raccolta di dati diagnostici utilizzando le seguenti operazioni:

  1. Configurare una variabile di ambiente DS ds_fsurl_prefix aggiuntiva che è il percorso del file server Cisco TAC (cxd.cisco.com) in cui vengono caricati i dati diagnostici raccolti. Il nome utente nel percorso file è il numero di caso e la password è il token caricamento file supporto che può essere recuperato da Support Case Manager nel seguente comando. Il token di caricamento del file può essere generato nella sezione Allegati del Support Case Manager, come necessario.

    configure terminal 
    call-home  
    diagnostic-signature 
    LocalGateway(cfg-call-home-diag-sign)environment ds_fsurl_prefix "scp://<case number>:<file upload token>@cxd.cisco.com"  
    end 

    Esempio:

    call-home  
    diagnostic-signature 
    environment ds_fsurl_prefix " environment ds_fsurl_prefix "scp://612345678:abcdefghijklmnop@cxd.cisco.com"  
  2. Accertarsi che SNMP sia abilitato utilizzando il comando show snmp. In caso contrario, configura il comando "snmp-server manager".

    show snmp 
    %SNMP agent not enabled 
     
     
    config t 
    snmp-server manager 
    end 
  3. Assicurarsi di installare il DS 64224 di monitoraggio ad alta CPU come misura proattiva per disabilitare tutti i debug e le firme diagnostiche durante il periodo di utilizzo elevato della CPU. Scarica DS 64224 utilizzando le seguenti opzioni nello strumento DSLT:

    Nome campo

    Valore campo

    Piattaforma

    Cisco 4300, serie 4400 ISR o Cisco CSR serie 1000V

    Prodotto

    CUBE Enterprise in Webex Calling

    Ambito del problema

    Prestazioni

    Tipo di problema

    Utilizzo elevato della CPU con notifica e-mail.

  4. Scarica DS 65095 utilizzando le seguenti opzioni nello strumento DSLT:

    Nome campo

    Valore campo

    Piattaforma

    Cisco 4300, serie 4400 ISR o Cisco CSR serie 1000V

    Prodotto

    CUBE Enterprise in Webex Calling

    Ambito del problema

    Registri di sistema

    Tipo di problema

    Syslog - %VOICE_IEC-3-GW: CCAPI: Internal Error (Call spike threshold): IEC=1.1.181.1.29.0

  5. Copia i file XML DS nel gateway locale.

    copy ftp://username:password@<server name or ip>/DS_64224.xml bootflash: 
    copy ftp://username:password@<server name or ip>/DS_65095.xml bootflash: 
  6. Installa la DS 64224 per il monitoraggio dell'utilizzo elevato di CPU e quindi il file XML DS 65095 nel gateway locale.

    call-home diagnostic-signature load DS_64224.xml 
    Load file DS_64224.xml success 
     
    call-home diagnostic-signature load DS_65095.xml 
    Load file DS_65095.xml success 
    
  7. Verifica che la firma sia installata correttamente utilizzando il comando show call-home diagnostic-signature. La colonna dello stato deve contenere il valore "registered".

    show call-home diagnostic-signature  
    Current diagnostic-signature settings: 
    Diagnostic-signature: enabled 
    Profile: CiscoTAC-1 (status: ACTIVE) 
    Downloading  URL(s):  https://tools.cisco.com/its/service/oddce/services/DDCEService 
    Environment variable: 
               ds_email: username@gmail.com 
               ds_fsurl_prefix: scp://612345678:abcdefghijklmnop@cxd.cisco.com 

    Firme digitali scaricate:

    ID DS

    Nome DS

    Revisione

    Stato

    Ultimo aggiornamento (GMT+00:00)

    64224

    00:07:45

    DS_LGW_CPU_MON75

    0.0.10

    Registrato

    2020-11-08

    65095

    00:12:53

    DS_LGW_IEC_Call_spike_threshold

    0.0.12

    Registrato

    2020-11-08

Verifica esecuzione firme diagnostiche

Nel comando seguente, la colonna "Status" (Stato) del comando show call-home diagnostic-signature changes to "running" (In esecuzione) mentre il gateway locale esegue l'azione definita all'interno della firma. L'output delle statistiche della firma diagnostica della chiamata a casa è il modo migliore per verificare se una firma diagnostica rileva un evento di interesse ed esegue l'azione. La colonna "Attivata/Max/Disattivazione" indica il numero di volte in cui la firma specificata ha attivato un evento, il numero massimo di volte in cui viene definito per rilevare un evento e se la firma si autoinstalla dopo aver rilevato il numero massimo di eventi attivati.

show call-home diagnostic-signature  
Current diagnostic-signature settings: 
Diagnostic-signature: enabled 
Profile: CiscoTAC-1 (status: ACTIVE) 
Downloading  URL(s):  https://tools.cisco.com/its/service/oddce/services/DDCEService 
Environment variable: 
           ds_email: carunach@cisco.com 
           ds_fsurl_prefix: scp://612345678:abcdefghijklmnop@cxd.cisco.com 

Firme digitali scaricate:

ID DS

Nome DS

Revisione

Stato

Ultimo aggiornamento (GMT+00:00)

64224

DS_LGW_CPU_MON75

0.0.10

Registrato

08/11/2020 00:07:45

65095

DS_LGW_IEC_Call_spike_threshold

0.0.12

In esecuzione

08/11/2020 00:12:53

mostra statistiche firma diagnostica-chiamata in home

ID DS

Nome DS

Attivato/Max/Disinstalla

Tempo di esecuzione medio (secondi)

Tempo di esecuzione massimo (secondi)

64224

DS_LGW_CPU_MON75

0/0/N

0.000

0.000

65095

DS_LGW_IEC_Call_spike_threshold

1/20/Y

23.053

23.053

Il e-mail di notifica inviato durante l'esecuzione della firma diagnostica contiene informazioni chiave come tipo di problema, dettagli del dispositivo, versione software, configurazione in esecuzione e visualizzazione degli output dei comandi correlati alla risoluzione del problema.

Disinstallare le firme diagnostiche

Le firme diagnostiche utilizzate per la risoluzione dei problemi sono solitamente definite in modo che si disinstallino dopo il rilevamento di un determinato numero di occorrenze del problema. Se si desidera disinstallare manualmente una firma, recuperare l'ID DS dall'output di show call-home diagnostic-signature ed eseguire il seguente comando:

call-home diagnostic-signature deinstall <DS ID> 

Esempio:

call-home diagnostic-signature deinstall 64224 

Nuove firme vengono aggiunte periodicamente nello strumento di ricerca delle firme diagnostiche, in base ai problemi che vengono comunemente osservati nelle distribuzioni. Il TAC attualmente non supporta richieste di creazione di nuove firme personalizzate.

Operazioni preliminari

  • Assicurarsi che la seguente configurazione della piattaforma di base configurata sia impostata in base ai criteri e alle procedure della propria organizzazione:

    • NTP

    • Acl

    • abilita password

    • password principale

    • Indirizzamento IP

    • Indirizzi IP e così via

  • È richiesta la release minima supportata di IOS XE 17.6 per tutte le distribuzioni del gateway locale.

1

Accertarsi di assegnare indirizzi IP validi e instradabili a qualsiasi interfaccia Layer 3:

interface GigabitEthernet0/0/0
 description Interface facing PSTN and/or CUCM
 ip address 192.168.80.14 255.255.255.0
!
interface GigabitEthernet0/0/1
 description Interface facing Webex Calling
 ip address 198.51.100.1 255.0.0.0

 
L'interfaccia Webex Calling deve essere raggiungibile dall'esterno.

 

Control Hub può essere configurato solo nome di dominio completo/SRV del gateway locale. Accertarsi che il nome di dominio completo si risolvere nell'IP dell'interfaccia.

2

È necessario preconfigurare una chiave principale per la password con i seguenti comandi prima di utilizzare le credenziali e condividere le informazioni. Le password di tipo 6 vengono crittografate utilizzando la crittografia AES e la chiave principale definita dall'utente.

conf t
key config-key password-encrypt Password123
password encryption aes
3

Configurare IP Name Server per abilitare la ricerca DNS. Effettuare il ping del server IP Name e assicurarsi che il server sia raggiungibile. Il gateway locale deve risolvere Webex Calling proxy che utilizzano questo DNS:

conf t
Enter configuration commands, one per line. End with CNTL/Z. 
ip name-server 8.8.8.8
end
4

Abilita Esclusività TLS 1.2 e un trustpoint segnaposto predefinito:


 
  • Un certificato CA firmato e attendibile deve essere riconosciuto.

  • Dominio nell'URI dell'intestazione di contatto dei messaggi di richiesta SIP (ad esempio: Invita, Opzioni) deve essere presente nel certificato SAN per stabilire la connessione TLS.

  1. Creare una chiave RSA corrispondente alla lunghezza del certificato della certificato radice con il seguente comando:

    crypto key generate rsa general-keys exportable label my-cube modulus 4096
  2. Creare un punto di attendibilità per contenere un certificato firmato da un'autorità di certificazione con i seguenti comandi:

    crypto pki trustpoint CUBE_CA_CERT
     enrollment terminal pem
     serial-number none
     subject-name CN=my-cube.domain.com (this has to match the router’s hostname  [hostname.domain.name])
     revocation-check none
     rsakeypair TestRSAkey !(this has to match the RSA key you just created)
  3. Generare certificate signing request (CSR) con il seguente comando:

    crypto pki enroll CUBE_CA_CERT

     
    • Utilizzare questa CSR per richiedere un certificato da una delle autorità di certificazione supportate.

    • Assicurarsi che la destinazione trunk (nome di dominio completo o SRV) configurata su Control Hub sia presente nella SAN del certificato.

5

Se il certificato radice dispone di una CA intermedia, eseguire i seguenti comandi:


 

Se non sono presenti autorità di certificazione intermedie, saltare al punto 6.

crypto pki trustpoint Root_CA_CERT
 enrollment terminal
 revocation-check none
!
crypto pki authenticate Root_CA_CERT
<paste root CA X.64 based certificate here >

crypto pki trustpoint Intermediate_CA
 enrollment terminal
 chain-validation continue Root_CA_CERT
 revocation-check none
!
crypto pki authenticate Intermediate_CA
<paste Intermediate CA X.64 based certificate here >

crypto pki authenticate CUBE_CA_CERT 
<paste Intermediate CA X.64 based certificate here >


crypto pki import CUBE_CA_CERT certificate
<paste CUBE  CA X.64 based certificate here >
6

Creare un trustpoint per contenere il certificato radice. (Eseguire i seguenti comandi, se non è presente alcuna CA intermedia).

crypto pki trustpoint Root_CA_CERT
enrollment terminal
revocation-check none
!
crypto pki authenticate Root_CA_CERT
<paste root CA X.64 based certificate here >

crypto pki authenticate CUBE_CA_CERT 
<paste root  CA X.64 based certificate here >

crypto pki import CUBE_CA_CERT certificate
<paste CUBE  CA X.64 based certificate here >

7

Configurare SIP-UA per utilizzare il trustpoint creato.

configure terminal
sip-ua
crypto signaling default trustpoint CUBE_CA_CERT
transport tcp tls v1.2

Operazioni preliminari

  • La rete a Webex Calling deve utilizzare un indirizzo IPv4 pubblico. Gli indirizzi di nomi di dominio completi (nome di dominio completo) o dei record di servizio (SRV) devono essere risolti in un indirizzo IPv4 pubblico su Internet.

  • Tutte le porte SIP e multimediali sull'interfaccia esterna devono essere accessibili da Internet. Le porte non devono essere dietro una nat (Network Address Translation). Accertarsi di aggiornare il firewall sui componenti di rete aziendali.

  • Installare un certificato firmato sul gateway locale.

    • Il certificato deve essere firmato da una CA come indicato in Quali autorità di certificazione radice sono supportate per le chiamate Cisco Webex piattaforme audio e video? .

    • Il nome di dominio completo selezionato da Control Hub deve essere il nome comune (CN) o il nome alternativo oggetto (SAN) del certificato. Ad esempio:

      • Se un trunk configurato dall'hub di controllo della propria organizzazione london.lgw.cisco.com:5061 come nome di dominio completo del gateway locale, CN o SAN deve contenere le london.lgw.cisco.com nel certificato.  

      • Se un trunk configurato dall'hub di controllo della propria organizzazione è london.lgw.cisco.com come indirizzo SRV del gateway locale, CN o SAN deve contenere gli london.lgw.cisco.com nel certificato. I record che l SRV indirizzo host risolve in (CNAME, A Record o Indirizzo IP) sono opzionali in SAN.

      • Nell'esempio nome di dominio completo o SRV utilizzato per il trunk, l'indirizzo di contatto per tutte le nuove finestre di dialogo SIP dal gateway locale deve essere london.lgw.cisco.com nella parte host dell'indirizzo SIP. Vedere il punto 5 per la configurazione.

  • Assicurarsi che i certificati siano firmati per l'uso del client e del server.

  • È necessario caricare il bundle di attendibilità nel gateway locale come indicato in Quali autorità di certificazione radice sono supportate per le chiamate Cisco Webex piattaforme audio e video?.

1

Inserire i seguenti comandi per attivare l'applicazione gateway locale ( fare riferimento a Informazioni di riferimento porta per Cisco Webex Calling per le subnet IP più recenti da aggiungere come elenco entità attendibili):

configure terminal
voice service voip
ip address trusted list
ipv4 x.x.x.x y.y.y.y
allow-connections sip to sip
no supplementary-service sip refer
no supplementary-service sip handle-replaces
fax protocol t38 version 0 ls-redundancy 0 hs-redundancy 0 fallback none 
sip 
early-offer forced

Di seguito una spiegazione dei campi per la configurazione:

Prevenzione frodi
voice service voip
ip address trusted list
ipv4 x.x.x.x y.y.y.y
  • Abilita gli indirizzi IP di origine delle entità da cui il gateway locale si aspetta chiamate VoIP legittima, da Webex Calling peer.

  • Per impostazione predefinita, il gateway locale blocca tutte le impostazioni delle chiamate VoIP ingresso da indirizzi IP non presenti nel relativo elenco di affidabilità. Gli indirizzi IP dei dial-peer con "IP di destinazione sessione" o gruppo di server sono considerati attendibili per impostazione predefinita e non vengono compilati qui.

  • Gli indirizzi IP in questo elenco devono corrispondere alle subnet IP in base al centro dati Webex Calling regionale connesso dal cliente. Per ulteriori informazioni, vedere Informazioni Webex Calling di riferimento porta.


     

    Se il gateway locale si trova dietro un firewall con NAT statico limitato, disabilitare l'elenco di indirizzi IP attendibili sull'interfaccia Webex Calling. Ciò si verifica perché il firewall protegge l'utente da chiamate in entrata VoIP non richieste. Questa azione riduce il sovraccarico della configurazione a lungo termine, poiché gli indirizzi dei peer Webex Calling possono cambiare ed è necessario configurare il firewall per i peer.

  • Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr2/vcr2-cr-book/vcr-i1.html#wp3977511557.

Funzionalità sip-to-SIP base
allow-connections sip to sip
Protocollo fax
fax protocol t38 version 0 ls-redundancy 0 hs-redundancy 0 fallback none

Abilita T.38 per il trasporto del fax, sebbene il traffico fax non sia crittografato. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr2/vcr2-cr-book/vcr-f1.html#wp3472350152.

SIP
early-offer forced

Forza il gateway locale a inviare le informazioni SDP nel messaggio di invito iniziale anziché attendere il riconoscimento dal peer vicino.

Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr2/vcr2-cr-book/vcr-f1.html.
2

Configurare "codec di classe vocale 100".

voice class codec 100
codec preference 1 opus
codec preference 2 g711ulaw
codec preference 3 g711alaw

Di seguito una spiegazione dei campi per la configurazione:

Codec classe vocale 100

Consente codec opus e g711 (mu e a-law) per le sessioni. Applica il codec preferito a tutti i dial-peer. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr5/vcr5-cr-book/vcr-v1.html#wp3562947976.

3

Configurare "voice class stun-usage 100" per abilitare ICE.

voice class stun-usage 100 
stun usage ice lite

Di seguito una spiegazione dei campi per la configurazione:

Lezione vocale - uso 100

Definisce l'utilizzo dello stun. Applicabile all'audio di Webex Calling tutti i dial-peer a Webex Calling, per evitare che l'audio non sia disponibile quando un telefono Unified CM inoltra la chiamata a un Webex Calling telefono.

Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr5/vcr5-cr-book/vcr-v2.html#wp1961799183.
4

Configurare "voice class srtp-crypto 100" per limitare la crittografia supportata.

voice class srtp-crypto 100
 crypto 1 AES_CM_128_HMAC_SHA1_80

Di seguito una spiegazione dei campi per la configurazione:

Classe vocale srtp-crypto 100
Specifica SHA1_80 come unica suite di crittografia SRTP offerta da un gateway locale nell'offerta e risposta SDP. Webex Calling supporta solo SHA1_80.
5

Configurare "Profili SIP 100". Nell'esempio, cube1.abc.lgwtrunking.com è l'nome di dominio completo selezionato per il gateway locale e "172.x.x.x" è l'indirizzo IP dell'interfaccia del gateway locale che si avvicina Webex Calling:

voice class sip-profiles 100
rule 10 request ANY sip-header Contact modify "172.x.x.x" "cube1.abc.lgwtrunking.com" 
rule 20 response ANY sip-header Contact modify "172.x.x.x" "cube1.abc.lgwtrunking.com" 
 

Di seguito una spiegazione dei campi per la configurazione:

regola 10 per regola 20
Assicura che l'indirizzo IP del gateway locale sia sostituito nome di dominio completo nell'intestazione 'Contatto' dei messaggi di richiesta e risposta.

Questo è un requisito per l'autenticazione del gateway locale da utilizzare come trunk in una determinata Webex Calling per la propria organizzazione.

Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr5/vcr5-cr-book/vcr-v1.html#wp3265081475.
6

Configurare i quattro dial-peer in uscita seguenti:

  1. Configurare il primo dial-peer in uscita Webex Calling.

    dial-peer voice 101 voip 
    description OutBound Dial peer towards Webex Calling
    destination-pattern BAD.BAD 
    session protocol sipv2
    session target dns:peering1.sipconnect.bcld.webex.com:5062
    session transport tcp tls
    voice-class sip rel1xx disable 
    voice-class codec 100
    voice-class stun-usage 100 
    voice-class sip profiles 100 
    voice-class sip srtp-crypto 100
    voice-class sip options-keepalive
    voice-class sip bind control source-interface GigabitEthernet 1 
    voice-class sip bind media source-interface GigabitEthernet 1 
    dtmf-relay rtp-nte
    srtp!
    Di seguito una spiegazione dei campi per la configurazione:
    dial-peer voice 101 voip
    description OutBound Dial peer towards Webex Calling

    Definisce un VoIP dial-peer con un tag 101 e fornisce una descrizione significativa per facilità di gestione e risoluzione dei problemi. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr2/vcr2-cr-book/vcr-d1.html#wp2182184624.

    destination-pattern BAD.BAD

    Consente la selezione di dial-peer 101. Tuttavia, viene richiamato il numero 101 in uscita direttamente dal dial-peer in ingresso utilizzando istruzioni dpg e ciò bypassa i criteri di corrispondenza dello schema delle cifre. Si sta utilizzando un modello arbitrario basato su cifre alfanumeriche consentite dalla CLI del percorso di destinazione. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr2/vcr2-cr-book/vcr-d1.html#wp3350083587.

    session protocol sipv2

    Specifica che il dial-peer 101 gestisce i mani della chiamata SIP. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr4/vcr4-cr-book/vcr-s2.html#wp1960850066.

    session target dns:peering1.sipconnect-int.bcld.webex.com:5062

    Indica l'indirizzo nome di dominio completo di destinazione da Control Hub per inviare il percorso della chiamata. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr4/vcr4-cr-book/vcr-s2.html#wp3465578841.

    voice-class codec 100

    Indica l'elenco di preferenze codec 100 da utilizzare per la chiamata peer101. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr5/vcr5-cr-book/vcr-v1.html#wp3869826384.

  2. Configurare il resto di un dial-peer in uscita verso Webex Calling. Le operazioni rimangono uguali al punto 6a , ma dispone di un 'target sessione' diverso per i dial-peer.

    dial-peer voice 102 voip
    description OutBound Dial peer towards Webex Calling
    destination-pattern BAD.BAD
    session protocol sipv2
    session target dns:peering2.sipconnect-int.bcld.webex.com:5062
    session transport tcp tls
    voice-class sip rel1xx disable
    voice-class codec 100  
    voice-class stun-usage 100
    voice-class sip profiles 100
    voice-class sip srtp-crypto 100
    voice-class sip options-keepalive
    voice-class sip bind control source-interface GigabitEthernet 1
    voice-class sip bind media source-interface GigabitEthernet 1
    dtmf-relay rtp-nte
    srtp
    !
    dial-peer voice 103 voip
    description OutBound Dial peer towards Webex Calling
    destination-pattern BAD.BAD
    session protocol sipv2
    session target dns:peering3.sipconnect-int.bcld.webex.com:5062
    session transport tcp tls
    voice-class sip rel1xx disable
    voice-class codec 100  
    voice-class stun-usage 100
    voice-class sip profiles 100
    voice-class sip srtp-crypto 100
    voice-class sip options-keepalive
    voice-class sip bind control source-interface GigabitEthernet 1
    voice-class sip bind media source-interface GigabitEthernet 1
    dtmf-relay rtp-nte
    srtp
    !
    dial-peer voice 104 voip
    description OutBound Dial peer towards Webex Calling
    destination-pattern BAD.BAD
    session protocol sipv2
    session target dns:peering4.sipconnect-int.bcld.webex.com:5062
    session transport tcp tls
    voice-class sip rel1xx disable
    voice-class codec 100  
    voice-class stun-usage 100
    voice-class sip profiles 100
    voice-class sip srtp-crypto 100
    voice-class sip options-keepalive
    voice-class sip bind control source-interface GigabitEthernet 1
    voice-class sip bind media source-interface GigabitEthernet 1
    dtmf-relay rtp-nte
    srtp
     !
7

Creare un gruppo di dial-peer in base al numero di Webex Calling connessione nel modello attivo/attivo.


 

Questa configurazione è applicabile per tutte le regioni ad eccezione dei trunk che vengono configurati in una posizione basata su Singapore. Per ulteriori informazioni, vedere il punto 8 .

  1. Definire dpg 100 con dial-peer in uscita 101,102,103,104 verso Webex Calling. Applicare dpg 100 al dial-peer 100 in ingresso per definire PSTN Unified CM.

voice class dpg 100
dial-peer 101 preference 1 
dial-peer 102 preference 1 
dial-peer 103 preference 1 
dial-peer 104 preference 1 
Di seguito una spiegazione dei campi per la configurazione:
dial-peer 101 preference 1 

Associa una chiamata in uscita con il gruppo di dial-peer 100 e configura le stesse preferenze con 101, 102, 103 e 104. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr2/vcr2-cr-book/vcr-d1.html#wp2182184624.

8

Creare un gruppo di dial-peer in base al numero di Webex Calling nel modello principale/di backup.


 

Questa configurazione è applicabile solo agli elementi configurato nelle posizioni di Singapore.

  1. Definire il gruppo di dial-peer 100 con numero di dial-peer in uscita 101,102,103,104 verso Webex Calling. Applicare dpg 100 al dial-peer 100 in ingresso per definire PSTN Unified CM.

voice class dpg 100
dial-peer 101 preference 1 
dial-peer 102 preference 1 
dial-peer 103 preference 2 
dial-peer 104 preference 2 
Di seguito una spiegazione dei campi per la configurazione:
dial-peer 101 and 102 preference 1 

Associa una chiamata in uscita con il gruppo di dial-peer 100 e configura il numero 101 e 102 come prima preferenza. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr5/vcr5-cr-book/vcr-v1.html#wp7209864940.

dial-peer 103 and 104 preference 2 

Associa una chiamata in uscita al gruppo di dial-peer 100e configura il numero 103 e 104 come seconda preferenza. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr5/vcr5-cr-book/vcr-v1.html#wp7209864940.

9

Configurare il dial-peer in ingresso da Webex Calling. La corrispondenza in arrivo si basa sulla richiesta uri.

voice class uri 120 sip 
pattern awscube2a.var2-sg.lgwtrunking.com 
dial-peer voice 110 voip 
session protocol sipv2
session transport tcp tls
destination dpg 120
incoming uri request 120
voice-class codec 100
voice-class stun-usage 100 
voice-class sip profiles 100 
voice-class sip srtp-crypto 100
voice-class sip bind control 
source-interface GigabitEthernet1 
voice-class sip bind media 
source-interface GigabitEthernet1 
srtp!

Di seguito una spiegazione dei campi per la configurazione:

voice class uri 120 sip
Definisce il modello di corrispondenza per una chiamata in arrivo da Webex Calling. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr5/vcr5-cr-book/vcr-v1.html#wp3880836726.
session transport tcp tls
Imposta il trasporto su TLS. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr4/vcr4-cr-book/vcr-s2.html#wp3059887680.
destination dpg 120
Specifica il gruppo di dial-peer 120 per selezionare una chiamata in uscita. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr5/vcr5-cr-book/vcr-v1.html#wp7209864940.
incoming uri request 120

Corrisponde a tutto il traffico in ingresso da Webex Calling al gateway locale sul percorso dtg univoco nell'URI della richiesta, identificando in modo univoco il sito del gateway locale in un'azienda e nel Webex Calling virtuale. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr2/vcr2-cr-book/vcr-i1.html#wp7490919080.

Voice class srtp-crypto 100

Configura le suite di crittografia preferite per il percorso di chiamata SRTP (connessione). Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr5/vcr5-cr-book/vcr-v1.html#wp1731779246.

bind control source-interface GigabitEthernet0/0/1

Configura un indirizzo IP di origine per l'interfaccia di origine del segnale Webex Calling. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr1/vcr1-cr-book/vcr-b1.html#wp2714966862.

bind media source-interface GigabitEthernet0/0/1

Configura un indirizzo IP di origine per l'interfaccia dell'origine multimediale Webex Calling. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr1/vcr1-cr-book/vcr-b1.html#wp2714966862.

Questa distribuzione richiede la seguente configurazione sul gateway locale:

  1. URI classe vocale: è possibile definire indirizzi IP host/schemi di porte per diversi trunk che terminano sul gateway locale:

    • Webex Calling a LGW

    • PSTN terminazione del trunk SIP su LGW

  2. Dial-peer in uscita: è possibile indirizzare i pacchetti di chiamata in uscita da un LGW al trunk SIP di provider di servizi di telefonia Internet (ITSP) e Webex Calling.

  3. DPG classe vocale: è possibile richiamare i dial-peer in uscita da un dial-peer in ingresso.

  4. Dial-peer in ingresso: è possibile accettare i pacchetti di chiamata in ingresso da ITSP e Webex Calling.

Utilizzare la configurazione per l'impostazione del gateway locale ospitato da partner o per il gateway del sito del cliente locale. Vedere quanto segue:

1

Configurare il seguente uri della classe vocale:

  1. Definisci l'indirizzo IP host ITSP:

    voice class uri 100 sip
      host ipv4:192.168.80.13
    
  2. Definire un percorso per identificare in modo univoco un sito gateway locale all'interno di un'azienda. Utilizzare il nome host del gateway locale come percorso di corrispondenza URI (Uniform Resource Identifier).

    voice class uri 200 sip
    pattern awscube2a.var2-sg.lgwtrunking.com
    

     

    Il gateway locale non supporta attualmente il carattere di sottolineatura "_" nello schema di corrispondenza. Come soluzione, utilizzare il punto "." (qualsiasi corrispondenza) per "_".

    Received
    INVITE sip:+6531239003@awscube1a.var1-sg.lgwtrunking.com:5061;transport=tls;dtg=awscube1a.var1-sg.lgwtrunking.com SIP/2.0 
2

Configura i seguenti dial-peer in uscita:

  1. Dial-peer in uscita verso PSTN IP:

    dial-peer voice 121 voip
    description Outgoing dial-peer to IP PSTN
    destination-pattern BAD.BAD
    session protocol sipv2
    session target ipv4:192.168.80.13 
    voice-class codec 100
    dtmf-relay rtp-nte 
    no vad
    

    Di seguito una spiegazione dei campi per la configurazione:

    dial-peer voice 121 voip
     description Outgoing dial-peer to PSTN
    

    Definisce un VoIP dial-peer con un tag 121 e fornisce una descrizione significativa per facilità di gestione e risoluzione dei problemi. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr2/vcr2-cr-book/vcr-d1.html#wp2182184624.

    destination-pattern BAD.BAD

    Consente la selezione di dial-peer 121. Tuttavia, si richiama questo dial-peer in uscita direttamente dal dial-peer in ingresso utilizzando istruzioni dpg e si ignorano i criteri di corrispondenza del numero. Si sta utilizzando un modello arbitrario basato su cifre alfanumeriche consentite dalla CLI del percorso di destinazione. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr2/vcr2-cr-book/vcr-d1.html#wp3350083587.

    session protocol sipv2

    Specifica che il dial-peer 121 gestisce i mani della chiamata SIP. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr4/vcr4-cr-book/vcr-s2.html#wp1960850066.

    session target ipv4:192.168.80.13

    Indica l'indirizzo IPv4 di destinazione per l'invio del gruppo di chiamata. L'obiettivo della sessione è l'indirizzo IP di ITSP. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr4/vcr4-cr-book/vcr-s2.html#wp3465578841.

    voice-class codec 100.

    Indica l'elenco di preferenze codec 100 da utilizzare per la chiamata peer 121.

    Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr5/vcr5-cr-book/vcr-v1.html#wp3869826384.

    dtmf-relay rtp-nte

    Definisce RTP-NTE (RFC2833) come funzionalità DTMF prevista sul modello della chiamata. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr2/vcr2-cr-book/vcr-d2.html#wp3639536185.

    no vad

    Disabilita il rilevamento di attività vocale. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr5/vcr5-cr-book/vcr-v1.html#wp2063966724.

  2. Chiamata in uscita verso Webex Calling. Vedere Configurazione del trunk basato su certificato per le configurazioni.

3

Configurare il seguente gruppo di dial-peer (dpg):

  1. Definisce il gruppo di dial-peer 120. La chiamata in uscita 121 è la destinazione per Webex Calling --> LGW --> PSTN. Si applica dpg 120 al dial-peer in ingresso 110 per Webex Calling --> LGW --> PSTN ingresso.

    voice class dpg 120
    description Incoming IP PSTN to Webex Calling
    dial-peer 110 

     

    È necessario configurare il dpg 120 sul dial-peer in ingresso da Webex Calling, vedere il punto 9 in Configurazione del trunk basato su certificato per ulteriori informazioni.

4

Configura i seguenti dial-peer in entrata:

  1. Dial-peer in entrata per segmenti di chiamata PSTN IP in ingresso:

    dial-peer voice 122 voip
    description Incoming dial-peer from PSTN 
    session protocol sipv2
    destination dpg 100 
    incoming uri via 100 
    voice-class codec 100 
    dtmf-relay rtp-nte
    no vad
    

    Di seguito una spiegazione dei campi per la configurazione:

    dial-peer voice 122 voip
    description Incoming dial-peer from PSTN

    Definisce un VoIP dial-peer con un tag 122 e fornisce una descrizione significativa per facilità di gestione e risoluzione dei problemi. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr2/vcr2-cr-book/vcr-d1.html#wp2182184624.

    session protocol sipv2

    Specifica che il dial-peer 122 gestisce i mani della chiamata SIP. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr4/vcr4-cr-book/vcr-s2.html#wp1960850066.

    incoming uri via 100

    Definisce un criterio di corrispondenza per l'intestazione VIA con l'indirizzo IP PSTN is address dell'ip del provider di connessioni IP. Corrisponde a tutti i PSTN di chiamata IP in ingresso sul gateway locale con dial-peer 122. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr2/vcr2-cr-book/vcr-i1.html#wp7490919080.

    destination dpg 100

    Ignora i criteri di corrispondenza dial-peer in uscita classica nel gateway locale con dpg di destinazione 100. Impostare la parte di chiamata in uscita utilizzando dial-peer definiti all'interno del dpg di destinazione 100, pari a 101,102,103,104. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr5/vcr5-cr-book/vcr-v1.html#wp7209864940.

    no vad

    Disabilita il rilevamento di attività vocale. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr5/vcr5-cr-book/vcr-v1.html#wp2063966724.

  2. Dial-peer in entrata per segmenti di chiamata Webex Calling in ingresso:

PSTN a Webex Calling:

Associare tutti i destinatari delle chiamate IP PSTN in arrivo sul gateway locale con il peer 122 per definire un criterio di corrispondenza per l'intestazione VIA con l'indirizzo IP dell PSTN Indo ip dell'PSTN IP. Dpg 100 richiama il dial-peer in uscita 101,102,103,104, che dispone del server Webex Calling come destinazione di destinazione.

Webex Calling a PSTN:

Associare tutti i messaggi di chiamata Webex Calling in ingresso sul gateway locale con peer 110 per definire il criterio di corrispondenza per il percorso dell'intestazione REQUEST URI con il nome host del gateway locale, univoco per la distribuzione del gateway locale. Dpg 120 richiama il dial-peer in uscita 121, con l'indirizzo IP PSTN IP come destinazione di destinazione.

Questa distribuzione richiede la seguente configurazione sul gateway locale:

  1. URI classe vocale: è possibile definire schemi di indirizzi IP/porte host per diversi trunk che terminano su LGW da:

    • Da Unified CM a LGW per PSTN destinazione

    • Da Unified CM a LGW per Webex Calling destinazione

    • Webex Calling destinazione LGW

    • PSTN terminazione sip trunk su destinazioni LGW

  2. Gruppo-server classe vocale: è possibile utilizzare gli indirizzi IP o le porte di destinazione per trunk in uscita da:

    • Da LGW a Unified CM

    • LGW a Webex Calling

    • LGW-PSTN trunk SIP

  3. Dial-peer in uscita: è possibile indirizzare i pacchetti di chiamata in uscita da:

    • Da LGW a Unified CM

    • SIP trunk di provider di servizi telefonia Internet (ITSP)

    • Webex Calling

  4. Dpg classe vocale: è possibile richiamare dial-peer in uscita da un dial-peer in ingresso.

  5. Dial-peer in ingresso: è possibile accettare i pacchetti di chiamata in ingresso di Unified CM, ITSP e Webex Calling.

1

Configura i seguenti URI di classe vocale:

  1. Definisce l'indirizzo IP host (IP) dell'ITSP:

    voice class uri 100 sip
    host ipv4:192.168.80.13
    
  2. Definire un percorso per identificare in modo univoco un sito gateway locale all'interno di un'azienda. Utilizzare il nome host del gateway locale come percorso di corrispondenza URI (Uniform Resource Identifier) richiesto.

    voice class uri 200 sip
    pattern awscube2a.var2-sg.lgwtrunking.com

     

    Il gateway locale attualmente non supporta un carattere di sottolineatura "_" nello schema di corrispondenza. Come soluzione, viene utilizzato un punto "." (qualsiasi corrispondenza) per "_".

    Received
    INVITE sip:+6531239003@awscube1a.var1-sg.lgwtrunking.com:5061;transport=tls;dtg=awscube1a.var1-sg.lgwtrunking.com SIP/2.0 
  3. Definisce la porta VIA dei segnali Unified CM per il trunk Webex Calling:

    voice class uri 300 sip
    pattern :5065
    
  4. Definisce la porta IP e VIA dei segnali di origine Unified CM per PSTN trunk:

    voice class uri 302 sip
    pattern 192.168.80.60:5060
    
2

Configura i seguenti gruppi di server di classi vocali:

  1. Definisce l'indirizzo IP host di destinazione e il numero di porta del trunk Unified CM per Unified CM Group 1 (5 nodi). Unified CM utilizza la porta 5065 per il traffico in entrata sul trunk Webex Calling (Webex Calling <-> LGW --> Unified CM).

    voice class server-group 301
    ipv4 192.168.80.60 port 5065
    
  2. Definisce l'indirizzo IP e il numero di porta dell'host di destinazione del trunk Unified CM per Unified CM Group 2, se applicabile:

    voice class server-group 303
    ipv4 192.168.80.60 port 5065
    
  3. Definisce l'indirizzo IP host di destinazione del trunk Unified CM per Unified CM Group 1 (5 nodi). Unified CM utilizza la porta predefinita 5060 per il traffico in entrata sul trunk PSTN. Utilizzare la porta 5060 predefinita, se non si specifica il numero di porta. (PSTN <-> LGW --> Unified CM)</->

    voice class server-group 305
    ipv4 192.168.80.60
    
  4. Definisce l'indirizzo IP host di destinazione del trunk Unified CM per Unified CM Group 2, se applicabile.

    voice class server-group 307
    ipv4 192.168.80.60
    
3

Configura i seguenti dial-peer in uscita:

  1. Dial-peer in uscita verso PSTN IP:

    dial-peer voice 121 voip 
    description Outgoing dial-peer to IP PSTN
    destination-pattern BAD.BAD
    session protocol sipv2
    session target ipv4:192.168.80.13
    voice-class codec 100
    dtmf-relay rtp-nte
    no vad
    

    Di seguito una spiegazione dei campi per la configurazione:

    dial-peer voice 121 voip
    description Outgoing dial-peer to PSTN

    Definisce un VoIP dial-peer con un tag 121 e fornisce una descrizione significativa per facilità di gestione e risoluzione dei problemi. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr2/vcr2-cr-book/vcr-d1.html#wp2182184624.

    destination-pattern BAD.BAD

    Consente la selezione di dial peer 121. Tuttavia, questo dial-peer in uscita viene richiamato direttamente dal dial-peer in ingresso utilizzando istruzioni dpg e ciò bypassa il criterio di corrispondenza del numero. Si sta utilizzando un modello arbitrario in base a cifre alfanumeriche consentite dalla cli con percorso di destinazione. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr2/vcr2-cr-book/vcr-d1.html#wp3350083587. session protocol sipv2

    Specifica che il dial-peer 121 gestisce i mani della chiamata SIP.

    session target ipv4:192.168.80.13

    Specificare l'indirizzo IPv4 di destinazione della destinazione per inviare il destinatario della chiamata (in questo caso, l'indirizzo IP del provider ITSP). Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr4/vcr4-cr-book/vcr-s2.html#wp1960850066.

    voice-class codec 100

    Indica l'elenco di preferenze codec 100 utilizzato per la chiamata peer 121.

    Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr5/vcr5-cr-book/vcr-v1.html#wp3869826384.

  2. Chiamata in uscita verso Webex Calling:

    dial-peer voice 200201 voip
    description Outgoing dial-peer to Webex Calling
    destination-pattern BAD.BAD
    session protocol sipv2
    session target dns:peering1.sipconnect-int.bcld.webex.com:5062
    session transport tcp tls
    voice-class sip rel1xx disable
    voice-class codec 100  
    voice-class stun-usage 100
    voice-class sip profiles 100
    voice-class sip srtp-crypto 100
    voice-class sip options-keepalive
    voice-class sip bind control source-interface GigabitEthernet 1
    voice-class sip bind media source-interface GigabitEthernet 1
    dtmf-relay rtp-nte
    srtp
    !
    
    dial-peer voice 200202 voip
    description Outgoing dial-peer to Webex Calling
    destination-pattern BAD.BAD
    session protocol sipv2
    session target dns:peering2.sipconnect-int.bcld.webex.com:5062
    session transport tcp tls
    voice-class sip rel1xx disable
    voice-class codec 100  
    voice-class stun-usage 100
    voice-class sip profiles 100
    voice-class sip srtp-crypto 100
    voice-class sip options-keepalive
    voice-class sip bind control source-interface GigabitEthernet 1
    voice-class sip bind media source-interface GigabitEthernet 1
    dtmf-relay rtp-nte
    srtp
    !
    
    dial-peer voice 200203 voip
    description Outgoing dial-peer to Webex Calling
    destination-pattern BAD.BAD
    session protocol sipv2
    session target dns:peering3.sipconnect-int.bcld.webex.com:5062
    session transport tcp tls
    voice-class sip rel1xx disable
    voice-class codec 100  
    voice-class stun-usage 100
    voice-class sip profiles 100
    voice-class sip srtp-crypto 100
    voice-class sip options-keepalive
    voice-class sip bind control source-interface GigabitEthernet 1
    voice-class sip bind media source-interface GigabitEthernet 1
    dtmf-relay rtp-nte
    srtp
    !
    
    dial-peer voice 200204 voip
    description Outgoing dial-peer to Webex Calling
    destination-pattern BAD.BAD
    session protocol sipv2
    session target dns:peering4.sipconnect-int.bcld.webex.com:5062
    session transport tcp tls
    voice-class sip rel1xx disable
    voice-class codec 100  
    voice-class stun-usage 100
    voice-class sip profiles 100
    voice-class sip srtp-crypto 100
    voice-class sip options-keepalive
    voice-class sip bind control source-interface GigabitEthernet 1
    voice-class sip bind media source-interface GigabitEthernet 1
    dtmf-relay rtp-nte
    srtp
    !
    

    Di seguito una spiegazione dei campi per la configurazione:

    dial-peer voice 200201 voip
    description Outgoing dial-peer to Webex Calling

    Definisce un VoIP dial-peer con un tag 200201, 200202, 200203, 200204 e fornisce una descrizione significativa per facilità di gestione e risoluzione dei problemi.

    voice-class stun-usage 100

    Invia richiesta stun generata localmente sul percorso multimediale negoziato. Stun apre la rete nel firewall.

    srtp

    Abilita SRTP per il parte della chiamata.

  3. Dial-peer in uscita verso il trunk di Webex Calling Unified CM:

    dial-peer voice 301 voip
    description Outgoing dial-peer to CUCM-Group-1 for inbound from Webex Calling - Nodes 1 to 5
    destination-pattern BAD.BAD
    session protocol sipv2
    session server-group 301
    voice-class codec 100
    dtmf-relay rtp-nte
    no vad
    

    Di seguito una spiegazione dei campi per la configurazione:

    dial-peer voice 301 voip
    description Outgoing dial-peer to CUCM-Group-1 for inbound from Webex Calling – Nodes 1 to 5

    Definisce un VoIP dial-peer con un tag 301 e fornisce una descrizione significativa per facilità di gestione e risoluzione dei problemi.

    session server-group 301

    Definisce l'obiettivo della sessione di più nodi Unified CM (gruppo di server 301 per 301 dial-peer), sebbene l'esempio mostra solo un singolo nodo.

    Gruppo di server in uscita dial-peer

    Consente la distribuzione casuale delle chiamate su tutti gli abbonati di elaborazione chiamate Unified CM o la risposta in base a una preferenza definita con più dial-peer nella dpg e più server nel gruppo di server dial-peer. Ciascun gruppo di server può avere fino a cinque server (IPv4/v6 con o senza porta). È possibile utilizzare solo un secondo gruppo di dial-peer e un secondo server per più di cinque abbonati che elaborano le chiamate.

    Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/cube/configuration/cube-book/multiple-server-groups.html.

  4. Seconda chiamata in uscita verso il trunk di Webex Calling Unified CM se sono attivi più di 5 nodi Unified CM:

    dial-peer voice 303 voip
    description Outgoing dial-peer to CUCM-Group-2 for inbound from Webex Calling - Nodes 6 to 10
    destination-pattern BAD.BAD
    session protocol sipv2
    session server-group 303
    voice-class codec 100
    dtmf-relay rtp-nte
    no vad
  5. Dial-peer in uscita verso il trunk PSTN di Unified CM:

    dial-peer voice 305 voip
    description Outgoing dial-peer to CUCM-Group-1 for inbound from PSTN - Nodes 1 to 5
    destination-pattern BAD.BAD
    session protocol sipv2
    session server-group 305
    voice-class codec 100 
    dtmf-relay rtp-nte
    no vad
    
  6. Seconda chiamata in uscita verso il trunk di PSTN Unified CM se sono attivi più di 5 nodi Unified CM:

    dial-peer voice 307 voip
    description Outgoing dial-peer to CUCM-Group-2 for inbound from PSTN - Nodes 6 to 10
    destination-pattern BAD.BAD
    session protocol sipv2
    session server-group 307
    voice-class codec 100  
    dtmf-relay rtp-nte
    no vad
    
4

Configurare il seguente gruppo di dial-peer (DPG):

  1. Definisce dpg 121. Il dial-peer in uscita 121 è la destinazione per qualsiasi dial-peer in ingresso che richiama dpg 121. Applicare il dpg 121 al dial-peer in ingresso 302 definito successivamente per il percorso Unified CM --> LGW --> PSTN:

    voice class dpg 121
    dial-peer 121 preference 1
    
  2. Definire DPG 100 con il percorso 200201 dial-peer in uscita, 200202, 200203, 200204 come destinazione per percorso LGW --> > Webex Calling Unified CM:


     

    Assicurarsi che le modifiche delle preferenze si basano sulla posizione del gateway locale configurato. Per ulteriori informazioni, vedere i punti 7 e 8 in Configurazione del trunk basato su certificato.

    voice class dpg 100
    dial-peer 200201 preference 1
    dial-peer 200202 preference 1
    dial-peer 200203 preference 1
    dial-peer 200204 preference 1
    
  3. Definire dpg 300 per i dial-peer in uscita 301 o 303 per il percorso Webex Calling --> LGW --> Unified CM:

    voice class dpg 300
    dial-peer 301 preference 1
    dial-peer 303 preference 1
    
  4. Definisci DPG 302 per dial-peer in uscita 305 o 307 per il percorso PSTN --> LGW --> Unified CM:

    voice class dpg 302
    dial-peer 305 preference 1
    dial-peer 307 preference 1
    
5

Configura i seguenti dial-peer in entrata:

  1. Dial-peer in entrata per segmenti di chiamata PSTN IP in ingresso:

    dial-peer voice 100 voip
    description Incoming dial-peer from PSTN
    session protocol sipv2
    destination dpg 302
    incoming uri via 100
    voice-class codec 100
    dtmf-relay rtp-nte
    no vad
    

    Di seguito una spiegazione dei campi per la configurazione:

    dial-peer voice 100 voip
    description Incoming dial-peer from PSTN

    Definisce un VoIP dial-peer con un tag 100 e fornisce una descrizione significativa per facilità di gestione e risoluzione dei problemi.

    session protocol sipv2

    Specifica che il dial-peer 100 gestisce i mani della chiamata SIP.

    incoming uri via 100

    Specifica l'uri della classe vocale 100 in modo che corrisponda a tutto il traffico in ingresso dalla PSTN IP al gateway locale su un indirizzo IP host via in ingresso. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr2/vcr2-cr-book/vcr-i1.html#wp7490919080.

    destination dpg 302

    Specifica il gruppo di chiamata 302 per selezionare un gruppo di chiamata in uscita. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr5/vcr5-cr-book/vcr-v1.html#wp7209864940.
  2. Dial-peer in entrata per segmenti di chiamata Webex Calling in ingresso:

    dial-peer voice 110 voip
    description Incoming dial-peer from Webex Calling  
    session protocol sipv2 
    session transport tcp tls 
    destination dpg 120 
    incoming uri request 120  
    voice-class codec 100 
    voice-class stun-usage 100 
    voice-class sip profiles 100 
    voice-class sip srtp-crypto 100 
    voice-class sip bind control source-interface GigabitEthernet1 
    voice-class sip bind media source-interface GigabitEthernet1 
    srtp 
     

    Di seguito una spiegazione dei campi per la configurazione:

    dial-peer voice 110 voip
    description Incoming dial-peer from Webex Calling

    Aggiorna un VoIP dial-peer con un tag 110 e fornisce una descrizione significativa per facilità di gestione e risoluzione dei problemi.

    destination dpg 120

    Specifica il gruppo di dial-peer 120 per selezionare un numero in uscita. Per ulteriori informazioni, https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr5/vcr5-cr-book/vcr-v1.html#wp7209864940 vedere .

    Voice class srtp-crypto 100

    Configura le suite di crittografia preferite per il percorso di chiamata SRTP (connessione). Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr5/vcr5-cr-book/vcr-v1.html#wp1731779246.

    bind control source-interface GigabitEthernet0/0/1

    Configura un indirizzo IP di origine per l'interfaccia di origine del segnale Webex Calling.

    Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr1/vcr1-cr-book/vcr-b1.html#wp2714966862.

    bind media source-interface GigabitEthernet0/0/1

    Configura un indirizzo IP di origine per l'interfaccia dell'origine multimediale Webex Calling.

    Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr1/vcr1-cr-book/vcr-b1.html#wp2714966862.

  3. Dial-peer in entrata per segmenti di chiamata Unified CM in ingresso con Webex Calling come destinazione:

    dial-peer voice 300 voip
    description Incoming dial-peer from CUCM for Webex Calling
    session protocol sipv2
    destination dpg 200
    incoming uri via 300
    voice-class codec 100
    dtmf-relay rtp-nte
    no vad
    

    Di seguito una spiegazione dei campi per la configurazione:

    dial-peer voice 300 voip
    description Incoming dial-peer from CUCM for Webex Calling

    Definisce un VoIP dial-peer con un tag di 300 e fornisce una descrizione significativa per facilità di gestione e risoluzione dei problemi. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr2/vcr2-cr-book/vcr-d1.html#wp2182184624.

    incoming uri via 300

    Specifica l'URI della classe vocale 300 a tutto il traffico in ingresso da Unified CM a LGW sulla porta di origine (5065). Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr2/vcr2-cr-book/vcr-i1.html#wp7490919080.

    destination dpg 200

    Specifica il gruppo di chiamata 200 per selezionare un gruppo di chiamata in uscita. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr5/vcr5-cr-book/vcr-v1.html#wp7209864940.

  4. Dial-peer in entrata per segmenti di chiamata Unified CM in ingresso con PSTN come destinazione:

    dial-peer voice 302 voip
    description Incoming dial-peer from CUCM for PSTN
    session protocol sipv2
    destination dpg 100
    incoming uri via 302
    voice-class codec 100
    dtmf-relay rtp-nte
    no vad
    

    Di seguito una spiegazione dei campi per la configurazione:

    dial-peer voice 302 voip
    description Incoming dial-peer from CUCM for PSTN

    Definisce un VoIP dial-peer con un tag 302 e fornisce una descrizione significativa per facilità di gestione e risoluzione dei problemi. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr2/vcr2-cr-book/vcr-d1.html#wp2182184624.

    incoming uri via 302

    Specifica l'URI della classe vocale 300 in modo che corrisponda a tutto il traffico in ingresso da Unified CM a un gateway locale per una destinazione PSTN chiamata su porta VIA. È possibile utilizzare la porta 5060 come porta SIP standard. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr5/vcr5-cr-book/vcr-v1.html#wp3880836726.

    destination dpg 100

    Specifica il gruppo di chiamata 100 per selezionare un gruppo di chiamata in uscita. Per ulteriori informazioni, vedi https://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios-xml/ios/voice/vcr5/vcr5-cr-book/vcr-v1.html#wp7209864940.

Le firme diagnostiche (DS) individuano in modo proattivo i problemi comunemente osservati nel gateway locale basato su Cisco IOS XE e generano notifiche e-mail, registri di sistema o messaggi di terminale dell'evento. Puoi anche installare le DS per automatizzare la raccolta dei dati diagnostici e trasferire i dati raccolti al caso Cisco TAC per risolvere più rapidamente il problema.

Le firme diagnostiche (DS) sono file XML contenenti informazioni su eventi e azioni da attivare per informare, risolvere e risolvere il problema. La logica di rilevamento dei problemi viene definita utilizzando messaggi del registro di sistema, eventi SNMP e attraverso il monitoraggio periodico di output specifici del comando show. I tipi di azione includono la raccolta degli output del comando show, la generazione di un file di registro consolidato e il caricamento del file in una posizione di rete fornita dall'utente, come HTTPS, SCP, server FTP. I file DS sono autorizzati da tecnici TAC e vengono firmati in digitale per la protezione dell'integrità. A ogni file DS viene assegnato un ID numerico univoco dal sistema. Lo strumento di ricerca delle firme diagnostiche (DSLT) è una singola origine per individuare le firme applicabili per il monitoraggio e la risoluzione di diversi problemi.

Operazioni preliminari:

  • Non modificare il file DS scaricato da DSLT. L'installazione dei file da modificare non riesce a causa di un errore di controllo dell'integrità.

  • Un server SMTP (Mail Transfer Protocol) semplice richiesto dal gateway locale per l'invio di notifiche e-mail.

  • Accertarsi che il gateway locale utilizzi IOS XE 17.6.1 o superiore se si desidera utilizzare il server SMTP sicuro per le notifiche e-mail.

Prerequisiti

Gateway locale con IOS XE 17.6.1 o superiore

  1. Le firme diagnostiche sono abilitate per impostazione predefinita.

  2. Configurare il server e-mail sicuro utilizzato per inviare notifiche proattive se sul dispositivo è in esecuzione IOS XE 17.6.1 o superiore.

    
    configure terminal 
    call-home  
    mail-server <username>:<pwd>@<email server> priority 1 secure tls 
    end 
  3. Configurare la variabile di ambiente con ds_email l'indirizzo e-mail dell'amministratore a cui inviare la notifica.

    
    configure terminal 
    call-home  
    diagnostic-signature 
    LocalGateway(cfg-call-home-diag-sign)environment ds_email <email address> 
    end 

Gateway locale con versione 17.6.1

  1. Immetti i seguenti comandi per abilitare le firme diagnostiche.

    configure terminal 
    call-home reporting contact-email-addr sch-smart-licensing@cisco.com  
    end  
  2. Configurare il server e-mail da utilizzare per inviare notifiche proattive, se il dispositivo è in esecuzione una versione precedente alla 17.6.1.

    configure terminal 
    call-home  
    mail-server  <email server> priority 1 
    end 
  3. Configurare la variabile di ambiente con ds_email l'indirizzo e-mail dell'amministratore a cui si è inviata la notifica.

    
    configure terminal 
    call-home  
    diagnostic-signature 
    LocalGateway(cfg-call-home-diag-sign)environment ds_email <email address> 
    end 

Di seguito viene riportato un esempio di configurazione di un gateway locale in esecuzione su Cisco IOS XE 17.6.1 per inviare notifiche proattive a tacfaststart@gmail.com utilizzando Gmail come server SMTP sicuro:


call-home
mail-server tacfaststart:password@smtp.gmail.com priority 1 secure tls
diagnostic-signature
environment ds_email "tacfaststart@gmail.com"

Il gateway locale in esecuzione sul software Cisco IOS XE non è un tipico client Gmail basato su Web che supporta OAuth, pertanto è necessario configurare un'impostazione dell'account Gmail specifica e fornire un'autorizzazione specifica per l'elaborazione corretta del messaggio e-mail dal dispositivo:

  1. Vai a Gestisci account Google > Sicurezza e attiva Accesso app meno sicure.

  2. Risposta "Sì, sono stato io" quando si riceve un messaggio e-mail da Gmail in cui viene indicato che "Google ha impedito a qualcuno di accedere all'account utilizzando un'app non Google".

Installare le firme diagnostiche per il monitoraggio proattivo

Monitoraggio di un elevato utilizzo della CPU

Questo DS registra l'utilizzo della CPU di 5 secondi utilizzando l'OID SNMP 1.3.6.1.4.1.9.1.56. Quando l'utilizzo raggiunge il 75% o più, disabilita tutti i debug e disinstalla tutte le firme diagnostiche installate nel gateway locale. Utilizza questa procedura per installare la firma.

  1. Accertarsi che SNMP sia abilitato utilizzando il comando show snmp. Se non si abilita, configurare il comando "snmp-server manager".

    
    show snmp 
    %SNMP agent not enabled  
    
    config t 
    snmp-server manager 
    end  
    
    show snmp 
    Chassis: ABCDEFGHIGK 
    149655 SNMP packets input 
        0 Bad SNMP version errors 
        1 Unknown community name 
        0 Illegal operation for community name supplied 
        0 Encoding errors 
        37763 Number of requested variables 
        2 Number of altered variables 
        34560 Get-request PDUs 
        138 Get-next PDUs 
        2 Set-request PDUs 
        0 Input queue packet drops (Maximum queue size 1000) 
    158277 SNMP packets output 
        0 Too big errors (Maximum packet size 1500) 
        20 No such name errors 
        0 Bad values errors 
        0 General errors 
        7998 Response PDUs 
        10280 Trap PDUs 
    Packets currently in SNMP process input queue: 0 
    SNMP global trap: enabled 
    
  2. Scarica DS 64224 utilizzando le seguenti opzioni del menu a discesa nello strumento DSLT:

    copy ftp://username:password@<server name or ip>/DS_64224.xml bootflash:

    Nome campo

    Valore campo

    Piattaforma

    Cisco 4300, serie 4400 ISR o Cisco CSR serie 1000V

    Prodotto

    CUBE Enterprise in Webex Calling

    Ambito del problema

    Prestazioni

    Tipo di problema

    Utilizzo elevato della CPU con notifica e-mail.

  3. Copia il file XML DS nel flash del gateway locale.

    copy ftp://username:password@<server name or ip>/DS_64224.xml bootflash:

    L'esempio seguente mostra la copia del file da un server FTP al gateway locale.

    copy ftp://user:pwd@192.0.2.12/DS_64224.xml bootflash: 
    Accessing ftp://*:*@ 192.0.2.12/DS_64224.xml...! 
    [OK - 3571/4096 bytes] 
    3571 bytes copied in 0.064 secs (55797 bytes/sec) 
    
  4. Installa il file XML DS nel gateway locale.

    
    call-home diagnostic-signature load DS_64224.xml 
    Load file DS_64224.xml success  
  5. Verifica che la firma sia installata correttamente utilizzando il comando show call-home diagnostic-signature. La colonna dello stato deve contenere il valore "registered".

    
    show call-home diagnostic-signature  
    Current diagnostic-signature settings: 
     Diagnostic-signature: enabled 
     Profile: CiscoTAC-1 (status: ACTIVE) 
     Downloading  URL(s):  https://tools.cisco.com/its/service/oddce/services/DDCEService 
     Environment variable: 
               ds_email: username@gmail.com 

    Download di firme digitali:

    ID DS

    Nome DS

    Revisione

    Stato

    Ultimo aggiornamento (GMT+00:00)

    64224

    DS_LGW_CPU_MON75

    0.0.10

    Registrato

    2020-11-07 22:05:33


    Quando attivata, questa firma disinstalla tutte le DS in esecuzione, inclusa se stessa. Se necessario, reinstallare DS 64224 per continuare a monitorare un elevato utilizzo della CPU sul gateway locale.

Disconnessioni chiamata anomala di monitoraggio

Questa DS utilizza il sondaggio SNMP ogni 10 minuti per rilevare una disconnessione di chiamata anomala con errori SIP 403, 488 e 503.  Se l'aumento del numero di errori è maggiore o uguale a 5 dall'ultimo sondaggio, vengono generati un registro di sistema e una notifica e-mail. Utilizza la procedura seguente per installare la firma.

  1. Verifica se SNMP è abilitato utilizzando il comando show snmp. In caso contrario, configura il comando "snmp-server manager".

    show snmp 
    %SNMP agent not enabled  
    
    config t 
    snmp-server manager 
    end  
    
    show snmp 
    Chassis: ABCDEFGHIGK 
    149655 SNMP packets input 
        0 Bad SNMP version errors 
        1 Unknown community name 
        0 Illegal operation for community name supplied 
        0 Encoding errors 
        37763 Number of requested variables 
        2 Number of altered variables 
        34560 Get-request PDUs 
        138 Get-next PDUs 
        2 Set-request PDUs 
        0 Input queue packet drops (Maximum queue size 1000) 
    158277 SNMP packets output 
        0 Too big errors (Maximum packet size 1500) 
        20 No such name errors 
        0 Bad values errors 
        0 General errors 
        7998 Response PDUs 
        10280 Trap PDUs 
    Packets currently in SNMP process input queue: 0 
    SNMP global trap: enabled 
  2. Scarica DS 65221 utilizzando le seguenti opzioni nello strumento DSLT:

    Nome campo

    Valore campo

    Piattaforma

    Cisco 4300, serie 4400 ISR o Cisco CSR serie 1000V

    Prodotto

    CUBE Enterprise in Webex Calling

    Ambito del problema

    Prestazioni

    Tipo di problema

    Rilevamento disconnessione chiamata anomala SIP con notifica e-mail e registro di sistema.

  3. Copia il file XML DS nel gateway locale.

    copy ftp://username:password@<server name or ip>/DS_65221.xml bootflash:
  4. Installa il file XML DS nel gateway locale.

    
    call-home diagnostic-signature load DS_65221.xml 
    Load file DS_65221.xml success 
  5. Verifica che la firma sia installata correttamente utilizzando il comando show call-home diagnostic-signature. La colonna dello stato deve contenere il valore "registered".

Installare le firme diagnostiche per risolvere un problema

Per risolvere rapidamente i problemi è possibile utilizzare anche le firme diagnostiche (DS). I tecnici Cisco TAC hanno creato diverse firme per consentire i debug necessari per risolvere un determinato problema, rilevare l'occorrenza del problema, raccogliere la serie giusta di dati diagnostici e trasferire automaticamente i dati al caso Cisco TAC. In questo modo, si elimina la necessità di controllare manualmente la presenza del problema e si rende molto più semplice la risoluzione di problemi intermittenti e temporanei.

È possibile utilizzare lo Strumento di ricerca delle firme diagnostiche per individuare le firme applicabili e installarle per autosolvere un determinato problema oppure installare la firma consigliata dal tecnico del Tac come parte del coinvolgimento in supporto.

Di seguito un esempio di come trovare e installare una DS per rilevare l'occorrenza "%VOICE_IEC-3-GW: CCAPI: Internal Error (call spike threshold): IEC=1.1.181.1.29.0" e automatizzare la raccolta di dati diagnostici utilizzando le seguenti operazioni:

  1. Configura una variabile di ambiente DS aggiuntiva ds_fsurl_prefix che rappresenta il percorso del file server CiscoTAC (cxd.cisco.com) in cui vengono caricati i dati diagnostici raccolti. Il nome utente nel percorso file è il numero di caso e la password è il token caricamento file che può essere recuperato da Support Case Manager come mostrato di seguito. Il caricamento file supporto può essere generato nella sezione Allegati di Gestione casi di supporto, come richiesto.

    
    configure terminal 
    call-home  
    diagnostic-signature 
    LocalGateway(cfg-call-home-diag-sign)environment ds_fsurl_prefix "scp://<case number>:<file upload token>@cxd.cisco.com"  
    end 

    Esempio:

    
    call-home  
    diagnostic-signature 
    environment ds_fsurl_prefix " environment ds_fsurl_prefix "scp://612345678:abcdefghijklmnop@cxd.cisco.com"  
  2. Accertarsi che SNMP sia abilitato utilizzando il comando show snmp. In caso contrario, configura il comando "snmp-server manager".

    
    show snmp 
    %SNMP agent not enabled 
     
    config t 
    snmp-server manager 
    end 
  3. Si consiglia di installare il monitoraggio ad alta CPU DS 64224 come misura proattiva per disabilitare tutti i debug e le firme diagnostiche durante il periodo di utilizzo elevato della CPU. Scarica DS 64224 utilizzando le seguenti opzioni nello strumento DSLT:

    Nome campo

    Valore campo

    Piattaforma

    Cisco 4300, serie 4400 ISR o Cisco CSR serie 1000V

    Prodotto

    CUBE Enterprise in Webex Calling

    Ambito del problema

    Prestazioni

    Tipo di problema

    Utilizzo elevato della CPU con notifica e-mail.

  4. Scarica DS 65095 utilizzando le seguenti opzioni nello strumento DSLT:

    Nome campo

    Valore campo

    Piattaforma

    Cisco 4300, serie 4400 ISR o Cisco CSR serie 1000V

    Prodotto

    CUBE Enterprise in Webex Calling

    Ambito del problema

    Registri di sistema

    Tipo di problema

    Syslog - %VOICE_IEC-3-GW: CCAPI: Internal Error (Call spike threshold): IEC=1.1.181.1.29.0

  5. Copia i file XML DS nel gateway locale.

    
    copy ftp://username:password@<server name or ip>/DS_64224.xml bootflash: 
    copy ftp://username:password@<server name or ip>/DS_65095.xml bootflash: 
  6. Installa la DS 64224 per il monitoraggio dell'utilizzo elevato di CPU e quindi il file XML DS 65095 nel gateway locale.

    
    call-home diagnostic-signature load DS_64224.xml 
    Load file DS_64224.xml success 
    call-home diagnostic-signature load DS_65095.xml 
    Load file DS_65095.xml success 
    
  7. Verifica che la firma sia installata correttamente utilizzando il comando show call-home diagnostic-signature. La colonna dello stato deve contenere il valore "registered".

    
    show call-home diagnostic-signature  
    Current diagnostic-signature settings: 
     Diagnostic-signature: enabled 
     Profile: CiscoTAC-1 (status: ACTIVE) 
     Downloading  URL(s):  https://tools.cisco.com/its/service/oddce/services/DDCEService 
     Environment variable: 
               ds_email: username@gmail.com 
               ds_fsurl_prefix: scp://612345678:abcdefghijklmnop@cxd.cisco.com 

    Firme digitali scaricate:

    ID DS

    Nome DS

    Revisione

    Stato

    Ultimo aggiornamento (GMT+00:00)

    64224

    00:07:45

    DS_LGW_CPU_MON75

    0.0.10

    Registrato

    2020-11-08:00:07:45

    65095

    00:12:53

    DS_LGW_IEC_Call_spike_threshold

    0.0.12

    Registrato

    2020-11-08:00:12:53

Verifica esecuzione firme diagnostiche

Nel comando seguente, la colonna "Status" (Stato) del comando show call-home diagnostic-signature changes to "running" (In esecuzione) mentre il gateway locale esegue l'azione definita all'interno della firma. L'output delle statistiche della firma diagnostica della chiamata a casa è il modo migliore per verificare se una firma diagnostica rileva un evento di interesse ed ha eseguito l'azione. La colonna "Attivata/Max/Disattivazione" indica il numero di volte in cui la firma specificata ha attivato un evento, il numero massimo di volte in cui viene definito per rilevare un evento e se la firma si autoinstalla dopo aver rilevato il numero massimo di eventi attivati.

show call-home diagnostic-signature  
Current diagnostic-signature settings: 
 Diagnostic-signature: enabled 
 Profile: CiscoTAC-1 (status: ACTIVE) 
 Downloading  URL(s):  https://tools.cisco.com/its/service/oddce/services/DDCEService 
 Environment variable: 
           ds_email: carunach@cisco.com 
           ds_fsurl_prefix: scp://612345678:abcdefghijklmnop@cxd.cisco.com 

Firme digitali scaricate:

ID DS

Nome DS

Revisione

Stato

Ultimo aggiornamento (GMT+00:00)

64224

DS_LGW_CPU_MON75

0.0.10

Registrato

08/11/2020 00:07:45

65095

DS_LGW_IEC_Call_spike_threshold

0.0.12

In esecuzione

08/11/2020 00:12:53

mostra statistiche firma diagnostica-chiamata in home

ID DS

Nome DS

Attivato/Max/Disinstalla

Tempo di esecuzione medio (secondi)

Tempo di esecuzione massimo (secondi)

64224

DS_LGW_CPU_MON75

0/0/N

0.000

0.000

65095

DS_LGW_IEC_Call_spike_threshold

1/20/Y

23.053

23.053

Il messaggio e-mail di notifica inviato durante l'esecuzione della firma diagnostica contiene informazioni chiave come tipo di problema, dettagli del dispositivo, versione software, configurazione in esecuzione e output del comando show correlati alla risoluzione del problema specificato.

Disinstallare le firme diagnostiche

Per la risoluzione dei problemi, utilizzare le firme diagnostiche che vengono solitamente definite da disinstallare dopo il rilevamento di un determinato numero di occorrenze di problemi. Se si desidera disinstallare manualmente una firma, recuperare l'ID DS dall'output di show call-home diagnostic-signature ed eseguire il seguente comando:

call-home diagnostic-signature deinstall <DS ID> 

Esempio:

call-home diagnostic-signature deinstall 64224 

Nuove firme vengono aggiunte periodicamente nello strumento di ricerca delle firme diagnostiche, in base ai problemi che vengono comunemente osservati nelle distribuzioni. Il TAC attualmente non supporta richieste di creazione di nuove firme personalizzate.

07 marzo 2022
Implementazione di CUBE HA come gateway locale

Il gateway locale (LGW) è l'unica opzione che consente l'accesso PSTN locale per clienti Cisco Webex Calling. L'obiettivo di questo documento è fornire assistenza nella creazione di una configurazione del gateway locale che utilizza CUBE ad alta disponibilità, CUBE attivo/standby per il failover con stato di chiamate attive.

Nozioni fondamentali

Prerequisiti

Prima di distribuire CUBE HA come gateway locale per Webex Calling, accertarti di aver compreso pienamente i seguenti concetti:

Le linee guida di configurazione fornite in questo articolo presuppongono una piattaforma gateway locale dedicata che non prevede alcuna configurazione vocale esistente. Se viene modificata una distribuzione CUBE Enterprise esistente per utilizzare anche la funzione gateway locale per Cisco Webex Calling, presta attenzione alla configurazione applicata per garantire che i flussi di chiamata e le funzionalità esistenti non vengano interrotte e che stai soddisfacendo i requisiti di progettazione CUBE HA.

Componenti hardware e software

CUBE HA come gateway locale richiede IOS-XE versione 16.12.2 o successiva e una piattaforma su cui sono supportate entrambe le funzioni CUBE HA e LGW.


I comandi show e i registri in questo articolo si basano sulla release software minima di Cisco IOS-XE 16.12.2 implementata su vCUBE (CSR1000v).

Materiale di riferimento

Di seguito sono riportate alcune guide alla configurazione di CUBE HA dettagliate per diverse piattaforme:

Panoramica della soluzione Webex Calling

Cisco Webex Calling è un servizio di collaborazione che offre un'alternativa basata su cloud multi-tenant al servizio telefonico PBX locale con più opzioni PSTN per i clienti.

La distribuzione del gateway locale (rappresentata di seguito) è il fulcro di questo articolo. Il trunk del gateway locale (PSTN locale) in Webex Calling consente la connettività a un servizio PSTN di proprietà del cliente. Fornisce anche la connettività a una distribuzione PBX IP locale, ad esempio Cisco Unified CM. Tutte le comunicazioni da e verso il cloud vengono protette utilizzando il trasporto TLS per SIP e SRTP per contenuti multimediali.

La figura seguente mostra una distribuzione Webex Calling senza un PBX IP esistente ed è applicabile a una distribuzione per singolo sito o più siti. La configurazione descritta in questo articolo si basa su questa distribuzione.

Ridondanza box-to-box layer 2

La ridondanza box-to-box layer 2 CUBE HA utilizza il protocollo dell'infrastruttura RG (Redundancy Group) per formare una coppia di router attivo/standby. Questa coppia condivide lo stesso indirizzo IP virtuale (VIP) sulle relative interfacce e scambia continuamente messaggi di stato. Le informazioni di sessione CUBE vengono verificate sulla coppia di router consentendo al router standby di assumere immediatamente tutte le responsabilità di elaborazione delle chiamate CUBE se il router attivo è fuori uso, in modo da preservare segnali e contenuti multimediali.


La verifica è limitata a chiamate connesse con pacchetti multimediali. Le chiamate in transito non vengono verificate (ad esempio, tentativi di chiamata o chiamate che squillano in attesa di risposta).

In questo articolo, CUBE HA fa riferimento alla ridondanza CUBE High Availability (HA) Box-to-box (B2B) layer 2 per la conservazione delle chiamate con stato

A partire da IOS-XE 16.12.2, CUBE HA può essere distribuito come gateway locale per distribuzioni di trunk Cisco Webex Calling (PSTN locale) e in questo articolo verranno riportate alcune considerazioni di progettazione e configurazioni. L'immagine mostra una tipica impostazione di CUBE HA come gateway locale per una distribuzione di trunk Cisco Webex Calling.

Componente Infra del gruppo di ridondanza

Il componente Infra del gruppo di ridondanza (RG, Redundancy Group) fornisce il supporto dell'infrastruttura di comunicazione box-to-box tra i due CUBE e negozia lo stato di ridondanza stabile finale. Questo componente fornisce anche:

  • Un protocollo simile a HSRP che negozia lo stato di ridondanza finale per ciascun router scambiando messaggi keepalive e hello tra i due CUBE (tramite l'interfaccia di controllo), GigabitEthernet3 nella figura precedente.

  • Un meccanismo di trasporto per la verifica dello stato di segnali e contenuti multimediali per ciascuna chiamata dal router attivo al router standby (tramite l'interfaccia dati), GigabitEthernet3 nella figura precedente.

  • Configurazione e gestione dell'interfaccia IP virtuale (VIP) per le interfacce di traffico (più interfacce di traffico possono essere configurate utilizzando lo stesso gruppo RG), GigabitEthernet 1 e 2 sono considerate interfacce di traffico.

Questo componente RG deve essere configurato in modo specifico per supportare il sistema vocale B2B HA.

Gestione degli indirizzi IP virtuali (VIP) per segnali e contenuti multimediali

B2B HA si basa sull'IP virtuale per ottenere ridondanza. Il VIP e le interfacce fisiche associate su entrambi i CUBE nella coppia CUBE HA devono risiedere sulla stessa subnet LAN. La configurazione del VIP e l'associazione dell'interfaccia VIP a una determinata applicazione vocale (SIP) sono obbligatorie per il supporto vocale B2B HA. I dispositivi esterni come Unified CM, controller SBC di accesso a Webex Calling, provider di servizi o proxy, utilizzano il VIP come indirizzo IP di destinazione per le chiamate che attraversano i router CUBE HA. Pertanto, dal punto di vista di Webex Calling, le coppie di CUBE HA agiscono come un singolo gateway locale.

Le informazioni su segnale di chiamata e sessione RTP delle chiamate stabilite vengono verificate dal router attivo al router di standby. Quando il router Attivo non è attivo, il router Standby subentra e continua a inoltrare il flusso RTP precedentemente indirizzato dal primo router.

Le chiamate in uno stato temporaneo al momento del failover non verranno mantenute dopo il cambio. Ad esempio, le chiamate non ancora completamente stabilite o in corso di modifica con una funzione di trasferimento o attesa. Le chiamate stabilite possono essere disconnesse dopo il cambio.

Esistono i seguenti requisiti per l'uso di CUBE HA come gateway locale per il failover delle chiamate:

  • CUBE HA non può avere interfacce TDM o analogiche co-posizionate

  • Le interfacce Gig1 e Gig2 sono denominate interfacce di traffico (SIP/RTP) e Gig3 è l'interfaccia di controllo RG/dati

  • Non è possibile inserire più di 2 coppie CUBE HA nello stesso dominio layer 2, una con ID gruppo 1 e l'altra con ID gruppo 2. Se configuri 2 coppie HA con lo stesso ID gruppo, le interfacce di controllo RG/dati devono appartenere a domini layer 2 diversi (vlan, switch separato)

  • Il canale delle porte è supportato per entrambe le interfacce di controllo RG/dati e di traffico

  • Tutti i segnali/contenuti multimediali sono originati da/all'indirizzo IP virtuale

  • Ogni volta che una piattaforma viene ricaricata in una relazione CUBE-HA, viene sempre avviata come Standby

  • L'indirizzo inferiore per tutte le interfacce (Gig1, Gig2, Gig3) deve essere sulla stessa piattaforma

  • L'identificativo dell'interfaccia di ridondanza, rii, deve essere univoco per una combinazione di coppia/interfaccia nello stesso Layer 2

  • La configurazione su entrambi i CUBE deve essere identica, inclusa la configurazione fisica, e deve essere in esecuzione sullo stesso tipo di piattaforma e versione IOS-XE

  • Non è possibile utilizzare interfacce di loopback come associazione perché sono sempre attive

  • Più interfacce di traffico (SIP/RTP) (Gig1, Gig2) richiedono la configurazione del rilevamento dell'interfaccia

  • CUBE-HA non è supportato su una connessione via cavo crossover per il collegamento controllo RG/dati (Gig3)

  • Entrambe le piattaforme devono essere identiche e connesse tramite uno switch fisico su tutte le interfacce simili affinché CUBE HA funzioni, ossia GE0/0/0 di CUBE-1 e CUBE-2 devono terminare sullo stesso switch e così via.

  • Non è possibile impostare WAN con terminazione diretta su CUBE o Data HA su entrambi i lati

  • Entrambi i router, Attivo/Standby, devono essere nello stesso centro dati

  • È obbligatorio utilizzare un'interfaccia L3 separata per ridondanza (controllo RG/dati, Gig3), ossia l'interfaccia utilizzata per il traffico non può essere utilizzata per keepalive e verifica HA

  • Al momento del failover, il CUBE precedentemente attivo passa attraverso un ricaricamento per impostazione predefinita, preservando segnali e contenuti multimediali

Configurazione della ridondanza su entrambi i CUBE

Devi configurare la ridondanza box-to-box layer 2 su entrambi i CUBE da utilizzare in una coppia HA per visualizzare IP virtuali.

1

Configura il rilevamento dell'interfaccia a livello globale per rilevare lo stato dell'interfaccia.

conf t
 track 1 interface GigabitEthernet1 line-protocol
 track 2 interface GigabitEthernet2 line-protocol
 exit
VCUBE-1#conf t
VCUBE-1(config)#track 1 interface GigabitEthernet1 line-protocol
VCUBE-1(config-track)#track 2 interface GigabitEthernet2 line-protocol
VCUBE-1(config-track)#exit
VCUBE-2#conf t
VCUBE-2(config)#track 1 interface GigabitEthernet1 line-protocol
VCUBE-2(config-track)#track 2 interface GigabitEthernet2 line-protocol
VCUBE-2(config-track)#exit

La CLI di rilevamento viene utilizzata in RG per rilevare lo stato dell'interfaccia di traffico vocale in modo che il router attivo esca dal ruolo attivo una volta disattivata l'interfaccia di traffico.

2

Configura un RG per l'uso con VoIP HA nella modalità secondaria di ridondanza dell'applicazione.

redundancy
  application redundancy
   group 1
    name LocalGateway-HA
    priority 100 failover threshold 75
    control GigabitEthernet3 protocol 1
    data GigabitEthernet3
    timers delay 30 reload 60
    track 1 shutdown
    track 2 shutdown
    exit
   protocol 1
    timers hellotime 3 holdtime 10
   exit
  exit
 exit
VCUBE-1(config)#redundancy
VCUBE-1(config-red)#application redundancy
VCUBE-1(config-red-app)#group 1
VCUBE-1(config-red-app-grp)#name LocalGateway-HA
VCUBE-1(config-red-app-grp)#priority 100 failover threshold 75
VCUBE-1(config-red-app-grp)#control GigabitEthernet3 protocol 1
VCUBE-1(config-red-app-grp)#data GigabitEthernet3
VCUBE-1(config-red-app-grp)#timers delay 30 reload 60
VCUBE-1(config-red-app-grp)#track 1 shutdown
VCUBE-1(config-red-app-grp)#track 2 shutdown
VCUBE-1(config-red-app-grp)#exit
VCUBE-1(config-red-app)#protocol 1
VCUBE-1(config-red-app-prtcl)#timers hellotime 3 holdtime 10
VCUBE-1(config-red-app-prtcl)#exit
VCUBE-1(config-red-app)#exit
VCUBE-1(config-red)#exit
VCUBE-1(config)#
VCUBE-2(config)#redundancy
VCUBE-2(config-red)#application redundancy
VCUBE-2(config-red-app)#group 1
VCUBE-2(config-red-app-grp)#name LocalGateway-HA
VCUBE-2(config-red-app-grp)#priority 100 failover threshold 75
VCUBE-2(config-red-app-grp)#control GigabitEthernet3 protocol 1
VCUBE-1(config-red-app-grp)#data GigabitEthernet3
VCUBE-2(config-red-app-grp)#timers delay 30 reload 60
VCUBE-2(config-red-app-grp)#track 1 shutdown
VCUBE-2(config-red-app-grp)#track 2 shutdown
VCUBE-2(config-red-app-grp)#exit
VCUBE-2(config-red-app)#protocol 1
VCUBE-2(config-red-app-prtcl)#timers hellotime 3 holdtime 10
VCUBE-2(config-red-app-prtcl)#exit
VCUBE-2(config-red-app)#exit
VCUBE-2(config-red)#exit
VCUBE-2(config)#

Di seguito una spiegazione dei campi utilizzati in questa configurazione:

  • redundancy: attiva la modalità di ridondanza

  • application redundancy: attiva la modalità di configurazione della ridondanza dell'applicazione

  • group: attiva la modalità di configurazione del gruppo di applicazioni di ridondanza

  • name LocalGateway-HA: definisce il nome del gruppo RG

  • priority 100 failover threshold 75: specifica la priorità iniziale e le soglie di failover per un RG

  • timers delay 30 reload 60: configura tempo di ritardo e tempo di ricaricamento

    • Timers delay è la quantità di tempo per ritardare inizializzazione e negoziazione del ruolo del gruppo RG dopo l'attivazione dell'interfaccia – 30 secondi è il valore predefinito. L'intervallo di valori consentiti va da 0 a 10.000 secondi

    • Reload è la quantità di tempo per ritardare inizializzazione e negoziazione del ruolo del gruppo RG dopo un ricaricamento – 60 secondi è il valore predefinito. L'intervallo di valori consentiti va da 0 a 10.000 secondi

    • Si consiglia di utilizzare i timer predefiniti, sebbene questi timer possano essere regolati in base all'eventuale ritardo di convergenza della rete che può verificarsi durante l'avvio/ricaricamento dei router, al fine di garantire che la negoziazione del protocollo RG venga eseguita dopo che l'indirizzamento nella rete è confluito in un punto stabile. Ad esempio, se dopo il failover si nota che sono necessari fino a 20 secondi al nuovo router STANDBY per visualizzare il primo pacchetto RG HELLO dal nuovo router ACTIVE, i timer devono essere regolati in 'timers delay 60 reload 120' per prendere in considerazione questo ritardo.

  • control GigabitEthernet3 protocol 1: configura l'interfaccia utilizzata per scambiare messaggi keepalive e hello tra i due CUBE e specifica l'istanza del protocollo che verrà collegata a un'interfaccia di controllo e attiva la modalità di configurazione del protocollo dell'applicazione di ridondanza

  • data GigabitEthernet3: configura l'interfaccia utilizzata per la verifica del traffico dati

  • track: rilevamento di interfacce del gruppo RG

  • protocol 1: specifica l'istanza del protocollo che verrà collegata a un'interfaccia di controllo e attiva la modalità di configurazione del protocollo dell'applicazione di ridondanza

  • timers hellotime 3 holdtime 10: configura i due timer per hellotime e holdtime:

    • Hellotime: intervallo tra messaggi hello successivi – 3 secondi valore predefinito. L'intervallo di valori consentiti va da 250 millisecondi a 254 secondi

    • Holdtime: intervallo tra la ricezione di un messaggio Hello e il presupposto che si è verificato un errore del router di invio. Questa durata deve essere maggiore del valore di hellotime – 10 secondi valore predefinito. L'intervallo di valori consentiti va da 750 millisecondi a 255 secondi

      È consigliabile configurare il timer holdtime in modo che sia almeno 3 volte il valore del timer hellotime.

3

Abilita la ridondanza box-to-box per l'applicazione CUBE. Configura l'RG dal passaggio precedente in voice service voip. Questo consente all'applicazione CUBE di controllare il processo di ridondanza.

voice service voip
   redundancy-group 1
   exit
VCUBE-1(config)#voice service voip
VCUBE-1(config-voi-serv)#redundancy-group 1
% Created RG 1 association with Voice B2B HA; reload the router for the new configuration to take effect
VCUBE-1(config-voi-serv)# exit
VCUBE-2(config)#voice service voip
VCUBE-2(config-voi-serv)#redundancy-group 1
% Created RG 1 association with Voice B2B HA; reload the router for the new configuration to take effect
VCUBE-2(config-voi-serv)# exit

redundancy-group 1: l'aggiunta e la rimozione di questo comando richiede un ricaricamento per applicare la configurazione aggiornata. Le piattaforme verranno ricaricate una volta applicata la configurazione.

4

Configura le interfacce Gig1 e Gig2 con i relativi IP virtuali come mostrato di seguito e applica l'identificativo dell'interfaccia di ridondanza (rii)

VCUBE-1(config)#interface GigabitEthernet1
VCUBE-1(config-if)# redundancy rii 1
VCUBE-1(config-if)# redundancy group 1 ip 198.18.1.228 exclusive
VCUBE-1(config-if)# exit
VCUBE-1(config)#
VCUBE-1(config)#interface GigabitEthernet2
VCUBE-1(config-if)# redundancy rii 2
VCUBE-1(config-if)# redundancy group 1 ip 198.18.133.228 exclusive
VCUBE-1(config-if)# exit
VCUBE-2(config)#interface GigabitEthernet1
VCUBE-2(config-if)# redundancy rii 1
VCUBE-2(config-if)# redundancy group 1 ip 198.18.1.228 exclusive
VCUBE-2(config-if)# exit
VCUBE-2(config)#
VCUBE-2(config)#interface GigabitEthernet2
VCUBE-2(config-if)# redundancy rii 2
VCUBE-2(config-if)# redundancy group 1 ip 198.18.133.228 exclusive
VCUBE-v(config-if)# exit

Di seguito una spiegazione dei campi utilizzati in questa configurazione:

  • redundancy rii: configura l'identificativo dell'interfaccia di ridondanza per il gruppo di ridondanza. Richiesto per la generazione di un indirizzo MAC virtuale (VMAC). Lo stesso valore ID rii deve essere utilizzato sull'interfaccia di ciascun router (ACTIVE/STANDBY) con lo stesso VIP.


     

    Se sono presenti più di una coppia B2B sulla stessa LAN, ciascuna coppia DEVE disporre di ID rii univoci sulle relative interfacce (per evitare che si verifichino conflitti). 'show redundancy application group all' dovrebbe indicare le informazioni locali e peer corrette.

  • redundancy group 1: associa l'interfaccia al gruppo di ridondanza creato al punto 2 precedente. Configura il gruppo RG e il VIP assegnato a questa interfaccia fisica.


     

    È obbligatorio utilizzare un'interfaccia separata per ridondanza, ovvero, l'interfaccia utilizzata per il traffico vocale non può essere utilizzata come interfaccia di controllo e dati specificata al punto 2 precedente. In questo esempio, viene utilizzata l'interfaccia Gigabit 3 per controllo RG/dati

5

Salva la configurazione del primo CUBE e ricaricala.

La piattaforma da ricaricare per ultima è sempre Standby.

VCUBE-1#wr
Building configuration...
[OK]
VCUBE-1#reload
Proceed with reload? [confirm]

Dopo aver avviato completamente VCUBE-1, salva la configurazione di VCUBE-2 e ricaricala.

VCUBE-2#wr
Building configuration...
[OK]
VCUBE-2#reload
Proceed with reload? [confirm]
6

Verifica che la configurazione box-to-box funzioni come previsto. L'output rilevante è evidenziato in grassetto.

VCUBE-2 è stato ricaricato per ultimo e in base alle considerazioni di progettazione; la piattaforma da ricaricare per ultima sarà sempre Standby.


VCUBE-1#show redundancy application group all
Faults states Group 1 info:
       Runtime priority: [100]
               RG Faults RG State: Up.
                       Total # of switchovers due to faults:           0
                       Total # of down/up state changes due to faults: 0
Group ID:1
Group Name:LocalGateway-HA
  
Administrative State: No Shutdown
Aggregate operational state: Up
My Role: ACTIVE
Peer Role: STANDBY
Peer Presence: Yes
Peer Comm: Yes
Peer Progression Started: Yes

RF Domain: btob-one
         RF state: ACTIVE
         Peer RF state: STANDBY HOT

RG Protocol RG 1
------------------
        Role: Active
        Negotiation: Enabled
        Priority: 100
        Protocol state: Active
        Ctrl Intf(s) state: Up
        Active Peer: Local
        Standby Peer: address 10.1.1.2, priority 100, intf Gi3
        Log counters:
                role change to active: 1
                role change to standby: 1
                disable events: rg down state 0, rg shut 0
                ctrl intf events: up 1, down 0, admin_down 0
                reload events: local request 0, peer request 0

RG Media Context for RG 1
--------------------------
        Ctx State: Active
        Protocol ID: 1
        Media type: Default
        Control Interface: GigabitEthernet3
        Current Hello timer: 3000
        Configured Hello timer: 3000, Hold timer: 10000
        Peer Hello timer: 3000, Peer Hold timer: 10000
        Stats:
            Pkts 1509, Bytes 93558, HA Seq 0, Seq Number 1509, Pkt Loss 0
            Authentication not configured
            Authentication Failure: 0
            Reload Peer: TX 0, RX 0
            Resign: TX 0, RX 0
    Standy Peer: Present. Hold Timer: 10000
            Pkts 61, Bytes 2074, HA Seq 0, Seq Number 69, Pkt Loss 0

VCUBE-1#

VCUBE-2#show redundancy application group all
Faults states Group 1 info:
       Runtime priority: [100]
               RG Faults RG State: Up.
                       Total # of switchovers due to faults:           0
                       Total # of down/up state changes due to faults: 0
Group ID:1
Group Name:LocalGateway-HA
  
Administrative State: No Shutdown
Aggregate operational state: Up
My Role: STANDBY
Peer Role: ACTIVE
Peer Presence: Yes
Peer Comm: Yes
Peer Progression Started: Yes

RF Domain: btob-one
         RF state: ACTIVE
         Peer RF state: STANDBY HOT

RG Protocol RG 1
------------------
        Role: Active
        Negotiation: Enabled
        Priority: 100
        Protocol state: Active
        Ctrl Intf(s) state: Up
        Active Peer: address 10.1.1.2, priority 100, intf Gi3
        Standby Peer: Local
        Log counters:
                role change to active: 1
                role change to standby: 1
                disable events: rg down state 0, rg shut 0
                ctrl intf events: up 1, down 0, admin_down 0
                reload events: local request 0, peer request 0

RG Media Context for RG 1
--------------------------
        Ctx State: Active
        Protocol ID: 1
        Media type: Default
        Control Interface: GigabitEthernet3
        Current Hello timer: 3000
        Configured Hello timer: 3000, Hold timer: 10000
        Peer Hello timer: 3000, Peer Hold timer: 10000
        Stats:
            Pkts 1509, Bytes 93558, HA Seq 0, Seq Number 1509, Pkt Loss 0
            Authentication not configured
            Authentication Failure: 0
            Reload Peer: TX 0, RX 0
            Resign: TX 0, RX 0
    Standy Peer: Present. Hold Timer: 10000
            Pkts 61, Bytes 2074, HA Seq 0, Seq Number 69, Pkt Loss 0

VCUBE-2#

Configurazione di un gateway locale su entrambi i CUBE

Nella configurazione dell'esempio, stiamo utilizzando le seguenti informazioni di trunk di Control Hub per creare la configurazione del gateway locale su entrambe le piattaforme, VCUBE-1 e VCUBE-2. Il nome utente e la password per questa impostazione sono i seguenti:

  • Nome utente: Hussain1076LGU_

  • Password: lOV12MEaZx

1

Assicurati che venga creata una chiave di configurazione per la password, con i comandi shown di seguito, prima di poterla utilizzare in credenziali o segreti condivisi. Le password di tipo 6 sono crittografate utilizzando cifratura AES e questa chiave di configurazione definita dall'utente.


LocalGateway#conf t
LocalGateway(config)#key config-key password-encrypt Password123
LocalGateway(config)#password encryption aes

Questa è la configurazione del gateway locale che verrà applicata a entrambe le piattaforme in base ai parametri di Control Hub visualizzati sopra, salva e ricarica. Le credenziali SIP digest di Control Hub sono evidenziate in grassetto.


configure terminal
crypto pki trustpoint dummyTp
revocation-check crl
exit
sip-ua
crypto signaling default trustpoint dummyTp cn-san-validate server
transport tcp tls v1.2
end


configure terminal
crypto pki trustpool import clean url
http://www.cisco.com/security/pki/trs/ios_core.p7b
end


configure terminal
voice service voip
  ip address trusted list
    ipv4 x.x.x.x y.y.y.y
    exit
   allow-connections sip to sip
  media statistics
  media bulk-stats
  no supplementary-service sip refer
  no supplementary-service sip handle-replaces
  fax protocol pass-through g711ulaw
  stun
    stun flowdata agent-id 1 boot-count 4
    stun flowdata shared-secret 0 Password123!
  sip
    g729 annexb-all
    early-offer forced
    end


configure terminal
voice class sip-profiles 200
  rule 9 request ANY sip-header SIP-Req-URI modify "sips:(.*)"
"sip:\1"
  rule 10 request ANY sip-header To modify "<sips:(.*)" "<sip:\1"
  rule 11 request ANY sip-header From modify "<sips:(.*)" "<sip:\1"
  rule 12 request ANY sip-header Contact modify "<sips:(.*)>"
"<sip:\1;transport=tls>"
  rule 13 response ANY sip-header To modify "<sips:(.*)" "<sip:\1"
  rule 14 response ANY sip-header From modify "<sips:(.*)" "<sip:\1"
  rule 15 response ANY sip-header Contact modify "<sips:(.*)"
"<sip:\1"
  rule 20 request ANY sip-header From modify ">"
";otg=hussain1076_lgu>"
  rule 30 request ANY sip-header P-Asserted-Identity modify
"sips:(.*)" "sip:\1"


voice class codec 99
  codec preference 1 g711ulaw
  codec preference 2 g711ulaw
  exit

voice class srtp-crypto 200
  crypto 1 AES_CM_128_HMAC_SHA1_80
  exit

voice class stun-usage 200
  stun usage firewall-traversal flowdata
  exit






voice class tenant 200
  registrar dns:40462196.cisco-bcld.com scheme sips expires 240
refresh-ratio 50 tcp tls
  credentials number Hussain5091_LGU username Hussain1076_LGU
password 0 lOV12MEaZx realm Broadworks 
  authentication username Hussain5091_LGU password 0 lOV12MEaZx
realm BroadWorks

  authentication username Hussain5091_LGU password 0 lOV12MEaZx
realm 40462196.cisco-bcld.com
  no remote-party-id
  sip-server dns:40462196.cisco-bcld.com
  connection-reuse
  srtp-crypto 200
  session transport tcp tls
  url sips
  error-passthru
  asserted-id pai
  bind control source-interface GigabitEthernet1
  bind media source-interface GigabitEthernet1
  no pass-thru content custom-sdp
  sip-profiles 200
  outbound-proxy dns:la01.sipconnect-us10.cisco-bcld.com
  privacy-policy passthru


voice class tenant 100
  session transport udp
  url sip
  error-passthru
  bind control source-interface GigabitEthernet2
  bind media source-interface GigabitEthernet2
  no pass-thru content custom-sdp

voice class tenant 300
  bind control source-interface GigabitEthernet2
  bind media source-interface GigabitEthernet2
  no pass-thru content custom-sdp
  

voice class uri 100 sip
 host ipv4:198.18.133.3

voice class uri 200 sip
 pattern dtg=hussain1076.lgu



dial-peer voice 101 voip
 description Outgoing dial-peer to IP PSTN
 destination-pattern BAD.BAD
 session protocol sipv2
 session target ipv4:198.18.133.3
 voice-class codec 99
 voice-class sip tenant 100
 dtmf-relay rtp-nte
 no vad

dial-peer voice 201 voip
 description Outgoing dial-peer to Webex Calling
 destination-pattern BAD.BAD
 session protocol sipv2
 session target sip-server
 voice-class codec 99
 voice-class stun-usage 200
 no voice-class sip localhost
 voice-class sip tenant 200
 dtmf-relay rtp-nte
 srtp
 no vad


voice class dpg 100
 description Incoming WebexCalling(DP200) to IP PSTN(DP101)
 dial-peer 101 preference 1

voice class dpg 200
 description Incoming IP PSTN(DP100) to Webex Calling(DP201)
 dial-peer 201 preference 1





dial-peer voice 100 voip
 desription Incoming dial-peer from IP PSTN
 session protocol sipv2
 destination dpg 200
 incoming uri via 100
 voice-class codec 99
 voice-class sip tenant 300
 dtmf-relay rtp-nte
 no vad

dial-peer voice 200 voip
 description Incoming dial-peer from Webex Calling
 session protocol sipv2
 destination dpg 100
 incoming uri request 200
 voice-class codec 99
 voice-class stun-usage 200
 voice-class sip tenant 200
 dtmf-relay rtp-nte
 srtp
 no vad

end

copy run start

Per visualizzare l'output del comando show, è stato ricaricato VCUBE-2 seguito da VCUBE-1, rendendo VCUBE-1 il CUBE standby e VCUBE-2 il CUBE attivo

2

In un determinato momento, solo una piattaforma manterrà una registrazione attiva come gateway locale con il controller SBC di accesso a Webex Calling. Dai un'occhiata all'output dei seguenti comandi show.

show redundancy application group 1

show sip-ua-register status


VCUBE-1#show redundancy application group 1
Group ID:1
Group Name:LocalGateway-HA

Administrative State: No Shutdown
Aggregate operational state : Up
My Role: Standby
Peer Role: ACTIVE
Peer Presence: Yes
Peer Comm: Yes
Peer Progression Started: Yes

RF Domain: btob-one
         RF state: STANDBY HOT
         Peer RF state: ACTIVE

VCUBE-1#show sip-ua register status
VCUBE-1#

VCUBE-2#show redundancy application group 1
Group ID:1
Group Name:LocalGateway-HA

Administrative State: No Shutdown
Aggregate operational state : Up
My Role: ACTIVE
Peer Role: STATUS
Peer Presence: Yes
Peer Comm: Yes
Peer Progression Started: Yes

RF Domain: btob-one
         RF state: ACTIVE
         Peer RF state: STANDBY HOT

VCUBE-2#show sip-ua register status

Tenant: 200
--------------------Registrar-Index  1 ---------------------
Line                           peer       expires(sec) reg survival P-Associ-URI
============================== ========== ============ === ======== ============
Hussain5091_LGU                -1          48          yes normal
VCUBE-2#

Dall'output precedente, puoi vedere che VCUBE-2 è l'LGW attivo che mantiene la registrazione con l'SBC di accesso a Webex Calling, mentre l'output del comando "show sip-ua register status" è vuoto in VCUBE-1

3

Ora abilita i seguenti debug su VCUBE-1


VCUBE-1#debug ccsip non-call
SIP Out-of-Dialog tracing is enabled
VCUBE-1#debug ccsip info
SIP Call info tracing is enabled
VCUBE-1#debug ccsip message
4

Simula il failover specificando il seguente comando sull'LGW attivo, VCUBE-2 in questo caso.


VCUBE-2#redundancy application reload group 1 self

Il passaggio dall'LGW ACTIVE a STANDBY si verifica nei seguenti casi oltre alla CLI sopra elencata

  • Quando il router ACTIVE viene ricaricato

  • Quando si spegne e riaccende il router ACTIVE

  • Quando viene arrestata un'interfaccia configurata RG del router ACTIVE per la quale è abilitato il rilevamento

5

Controlla se VCUBE-1 è stato registrato con il controller SBC di accesso a Webex Calling. VCUBE-2 dovrebbe essere stato ricaricato ora.


VCUBE-1#show sip-ua register status

Tenant: 200
--------------------Registrar-Index  1 ---------------------
Line                           peer       expires(sec) reg survival P-Associ-URI
============================== ========== ============ === ======== ============
Hussain5091_LGU                -1          56          yes normal
VCUBE-1#

VCUBE-1 è ora l'LGW attivo.

6

Esamina il registro di debug pertinente su VCUBE-1 inviando un SIP REGISTER a Webex Calling tramite IP virtuale e ricevendo un 200 OK.


VCUBE-1#show log

Jan 9 18:37:24.769: %RG_MEDIA-3-TIMEREXPIRED: RG id 1 Hello Time Expired.
Jan 9 18:37:24.771: %RG_PROTCOL-5-ROLECHANGE: RG id 1 role change from Standby to Active
Jan 9 18:37:24.783: %VOICE_HA-2-SWITCHOVER_IND: SWITCHOVER, from STANDBY_HOT to ACTIVE state.
Jan 9 18:37:24.783: //-1/xxxxxxxxxxxx/SIP/Info/info/4096/sip_ha_notify_active_role_event: Received notify active role event

Jan 9 18:37:25.758: //-1/xxxxxxxxxxxx/SIP/Msg/ccsipDisplayMsg:
Sent:
REGISTER sip: 40462196.cisco-bcld.com:5061 SIP/2.0
Via: SIP/2.0/TLS 198.18.1.228:5061;branch=z9hG4bK0374
From: <sip:Hussain5091_LGU@40462196.cisco-bcld.com;otg=hussain1076_lgu>;tag=8D573-189
To: <sip:Hussain5091_LGU@40462196.cisco-bcld.com>
Date: Thu, 09 Jan 2020 18:37:24 GMT
Call-ID: FFFFFFFFEA0684EF-324511EA-FFFFFFFF800281CD-FFFFFFFFB5F93B97
User-Agent: Cisco-SIPGateway/IOS-16.12.02
Max-Forwards: 70
Timestamp: 1578595044
CSeq: 2 REGISTER
Contact: <sip:Hussain5091_LGU@198.18.1.228:5061;transport=tls>
Expires: 240
Supported: path
Content-Length: 0
Jan 9 18:37:25.995: //-1/000000000000/SIP/Msg/ccsipDisplayMsg:
Received:
SIP/2.0 401 Unauthorized
Via: SIP/2.0/TLS 198.18.1.228:5061;received=173.38.218.1;branch=z9hG4bK0374;rport=4742
From: <sip:Hussain5091_LGU@40462196.cisco-bcld.com;otg=hussain1076_lgu>;tag=8D573-189
To: <sip:Hussain5091_LGU@40462196.cisco-bcld.com>;tag=SD1u8bd99-1324701502-1578595045969
Date: Thu, 09 Jan 2020 18:37:24 GMT
Call-ID: FFFFFFFFEA0684EF-324511EA-FFFFFFFF800281CD-FFFFFFFFB5F93B97
Timestamp: 1578595044
CSeq: 2 REGISTER
WWW-Authenticate; DIGEST realm="BroadWorks",qop="auth",nonce="BroadWorksXk572qd01Ti58zliBW",algorithm=MD5
Content-Length: 0
Jan 9 18:37:26.000: //-1/xxxxxxxxxxxx/SIP/Msg/ccsipDisplayMsg:
Sent:
REGISTER sip:40462196.cisco-bcld.com:5061 SIP/2.0
Via: SIP/2.0/TLS 198.18.1.228:5061;branch=z9hG4bK16DC
From: <sip:Hussain5091_LGU@40462196.cisco-bcld.com;otg=hussain1076_lgu>;tag=8D573-189
To: <sip:Hussain5091_LGU@40462196.cisco-bcld.com>
Date: Thu, 09 Jan 2020 18:37:25 GMT
Call-ID: FFFFFFFFEA0684EF-324511EA-FFFFFFFF800281CD-FFFFFFFFB5F93B97
User-Agent:Cisco-SIPGateway/IOS-16.12.02
Max-Forwards: 70
Timestamp: 1578595045
CSeq: 3 REGISTER
Contact: <sip:Hussain5091_LGU@198.18.1.228:5061;transport=tls>
Expires: 240
Supported: path
Authorization: Digest username="Hussain1076_LGU",realm="BroadWorks",uri="sips:40462196.cisco-bcld.com:5061",response="b6145274056437b9c07f7ecc08ebdb02",nonce="BroadWorksXk572qd01Ti58z1iBW",cnonce="3E0E2C4D",qop=auth,algorithm=MD5,nc=00000001
Content-Length: 0
Jan 9 18:37:26.190: //1/000000000000/SIP/Msg/ccsipDisplayMsg:

Received:
SIP/2.0 200 OK
Via: SIP/2.0/TLS 198.18.1.228:5061;received=173.38.218.1;branch=z9hG4bK16DC;rport=4742
From: <sip:Hussain5091_LGU@40462196.cisco-bcld.com;otg=hussain1076_lgu>;tag=8D573-189
To: <sip:Hussain5091_LGU@40462196.cisco-bcld.com>;tag=SD1u8bd99-1897486570-1578595-46184
Call-ID: FFFFFFFFEA0684EF-324511EA-FFFFFFFF800281CD-FFFFFFFFB5F93B97
Timestamp: 1578595045
CSeq: 3 REGISTER
Contact: <sip:Hussain5091_LGU@198.18.1.228:5061;transport=tls>;expires=120;q=0.5
Allow-Events: call-info,line-seize,dialog,message-summary,as-feature-event,x-broadworks-hoteling,x-broadworks-call-center-status,conference
Content-Length: 0
07 marzo 2022
Configurazione di Unified CM per Webex Calling

È possibile che ti venga richiesta un'integrazione con Unified CM se le posizioni abilitate per Webex Calling vengono aggiunte a una distribuzione esistente in cui Unified CM è la soluzione di controllo chiamate locale e se è richiesta la chiamata diretta tra i telefoni registrati in Unified CM e i telefoni nelle posizioni Webex Calling.

Configurazione del profilo di sicurezza del trunk SIP per il trunk al gateway locale

Nei casi in cui il gateway locale e il gateway PSTN risiedano sullo stesso dispositivo, Unified CM deve essere abilitato per distinguere due diversi tipi di traffico (chiamate da Webex e dalla PSTN) che hanno origine dallo stesso dispositivo e applicare una classe differenziata di servizio a questi tipi di chiamata. Questo tipo di gestione differenziata delle chiamate viene realizzato predisponendo due trunk tra Unified CM e il gateway locale combinato e un dispositivo gateway PSTN che richiede porte di ascolto SIP diverse per i due trunk.

Crea un profilo di sicurezza del trunk SIP dedicato per il trunk del gateway locale con le seguenti impostazioni:

Impostazione Valore
Nome Nome univoco, ad esempio Webex
Descrizione Descrizione significativa, ad esempio Profilo di sicurezza del trunk SIP Webex
Porta in ingresso Deve corrispondere alla porta utilizzata nella configurazione del gateway locale per il traffico verso/da Webex: 5065

Configurazione del profilo SIP per il trunk del gateway locale

Crea un profilo SIP dedicato per il trunk del gateway locale con le seguenti impostazioni:

Impostazione Valore
Nome Nome univoco, ad esempio Webex
Descrizione Descrizione significativa, come Profilo SIP Webex
Abilita OPTIONS Ping per monitorare lo stato di destinazione per i trunk con tipo di servizio "Nessuno (predefinito)" Selezionato

Creazione di uno spazio di ricerca di chiamata per le chiamate da Webex

Crea uno spazio di ricerca chiamata per le chiamate provenienti da Webex con le seguenti impostazioni:

Impostazione Valore
Nome Nome univoco, ad esempio Webex
Descrizione Descrizione significativa, ad esempio Spazio di ricerca Webex Calling
Partizioni selezionate

DN (numeri di rubrica +E.164)

ESN (chiamata intersito abbreviata)

PSTNInternational (accesso PSTN)

onNetRemote (destinazioni acquisite da GDPR)


 

L'ultima partizione onNetRemote viene utilizzata solo in un ambiente multicluster in cui le informazioni di indirizzamento vengono scambiate tra i cluster Unified CM utilizzando il servizio di ricerca intercluster (ILS) o la replica del piano di chiamata globale (GDPR).

Configurazione di un trunk SIP da e verso Webex

Crea un trunk SIP per le chiamate da e verso Webex attraverso il gateway locale con le seguenti impostazioni:

Impostazione Valore
Informazioni dispositivo
DeviceName Un nome univoco, come Webex
Descrizione Descrizione significativa, come Trunk SIP Webex
Esecuzione su tutti i nodi Unified CM attivi Selezionato
Chiamate in arrivo
Spazio di ricerca chiamata Spazio di ricerca chiamata precedentemente definito: Webex
Spazio di ricerca di chiamata AAR Uno spazio di ricerca chiamata con accesso limitato ai percorsi di indirizzamento PSTN: PSTNReroute
Informazioni SIP
Indirizzo di destinazione Indirizzo IP del CUBE del gateway locale
Porta di destinazione 5060
Profilo sicurezza trunk SIP Definito in precedenza: Webex
Profilo SIP Definito in precedenza: Webex

Configurazione del gruppo di indirizzamento per Webex

Crea un gruppo di indirizzamento con le seguenti impostazioni:

Impostazione Valore
Informazioni gruppo di indirizzamento
Nome gruppo di indirizzamento Un nome univoco, come Webex
Dispositivi selezionati Trunk SIP precedentemente configurato: Webex

Configurazione dell'elenco di indirizzamento per Webex

Crea un elenco di indirizzamento con le seguenti impostazioni:

Impostazione Valore
Informazioni elenco di indirizzamento
Nome Un nome univoco, come RLWebex_
Descrizione Descrizione significativa, come Elenco di indirizzamento per Webex
Esecuzione su tutti i nodi Unified CM attivi Selezionato
Informazioni membri elenco di indirizzamento
Gruppi selezionati Solo il gruppo di indirizzamento definito in precedenza: Webex

Creazione di una partizione per le destinazioni Webex

Crea una partizione per le destinazioni Webex con le seguenti impostazioni:

Impostazione Valore
Informazioni elenco di indirizzamento
Nome Nome univoco, ad esempio Webex
Descrizione Descrizione significativa, come Partizione Webex

Operazione successivi

Accertati di aggiungere questa partizione a tutti gli spazi di ricerca chiamata che devono avere accesso alle destinazioni Webex. Devi aggiungere questa partizione in modo specifico allo spazio di ricerca chiamata utilizzato come spazio di ricerca di chiamata in ingresso sui trunk PSTN, in modo che le chiamate dalla PSTN a Webex possano essere indirizzate.

Configurazione dei percorsi di indirizzamento per le destinazioni Webex

Configura i percorsi di indirizzamento per ogni intervallo DID su Webex con le seguenti impostazioni:

Impostazione Valore
Percorso di indirizzamento Percorso +E.164 completo per l'intervallo DID in Webex con "\" iniziale. Ad esempio: \+140855501XX
Partizione di indirizzamento Webex
Gateway/Elenco di indirizzamento RLWebex_
Priorità urgente Selezionato

Configurazione della normalizzazione chiamata intersito abbreviata per Webex

Se è richiesta la chiamata intersito abbreviata a Webex, configura gli schemi di normalizzazione chiamata per ciascun intervallo ESN su Webex con le seguenti impostazioni:

Impostazione Valore
Schema di traduzione Schema ESN per l'intervallo ESN in Webex. Ad esempio: 80121XX
Partizione Webex
Descrizione Descrizione significativa, come Schema di normalizzazione Webex
Uso dello spazio di ricerca di chiamata dell'iniziatore Selezionato
Priorità urgente Selezionato
Non attendere il timeout tra numeri sugli hop successivi Selezionato
Maschera di trasformazione parte chiamata Maschera di normalizzazione del numero in +E.164. Ad esempio: +140855501XX
20 giugno 2022
Impostazione delle funzioni Webex Calling

Ulteriori informazioni su alcune funzioni disponibili in Webex Calling e su come impostarle per la propria organizzazione e gli utenti.

Imposta una gruppo di risposta

I gruppi di risposta instradare le chiamate in arrivo a un gruppo di utenti o aree di lavoro. Puoi persino configurare un percorso per l'indirizzamento a un intero gruppo.

Per ulteriori informazioni sull'impostazione di una gruppo di risposta, vedere Gruppi di risposta in Cisco Webex Control Hub.

Crea una coda chiamata

Puoi impostare una coda chiamate in modo che quando non è possibile rispondere alle chiamate dei clienti, viene fornita loro una risposta automatica, messaggi di cortesia e musica di attesa finché qualcuno non risponde alla chiamata.

Per ulteriori informazioni su come impostare e gestire una conferenza coda chiamata, vedere Gestione delle code chiamata in Cisco Webex Control Hub.

Creare un client receptionist

Il client receptionist assiste nel supporto delle esigenze del personale di front-office. È possibile impostare gli utenti come operatori telefonici in modo che possano selezionare le chiamate in arrivo a determinate persone all'interno della propria organizzazione.

Per informazioni su come impostare e visualizzare i client receptionist, vedi Client receptionist in Cisco Webex Control Hub.

Creazione e gestione dei operatori automatici

Puoi aggiungere messaggi di saluto, impostare menu e indirizzare le chiamate a un servizio di risposta, a un gruppo di risposta, a una casella vocale o a una persona reale. Creare una pianificazione di 24 ore o fornire opzioni diverse quando la propria azienda è aperta o chiusa.

Per informazioni su come creare e gestire i operatori automatici, vedere Gestione dei operatori automatici Cisco Webex Control Hub.

Configurare una gruppo di cercapersone

La funzione di cercapersone di gruppo consente a un utente di effettuare una chiamata a una via o una chiamata di gruppo con cercapersone fino a 75 utenti e spazi di lavoro di destinazione componendo un numero o un interno assegnato a uno specifico gruppo di cercapersone.

Per informazioni su come impostare e modificare i gruppi di cercapersone, vedere Configurazione di un gruppo di cercapersone Cisco Webex Control Hub.

Imposta risposta per assente

Ottimizza il lavoro in team e la collaborazione creando risposta per assente gruppo in modo che gli utenti possano rispondere alle chiamate degli altri. Quando aggiungi utenti a un gruppo di risposta per assente e un membro del gruppo è assente o è occupato, un altro membro può rispondere alle sue chiamate.

Per informazioni su come impostare un gruppo di risposta per assente, vedi Risposta per assente in Cisco Webex Control Hub.

Imposta parcheggio chiamata

Il parcheggio chiamata consente a un gruppo definito di utenti di parcheggiare le chiamate su altri membri disponibili di un gruppo di parcheggio chiamata. Alle chiamate parcheggiate possono rispondere altri membri del gruppo sul proprio telefono.

Per ulteriori informazioni sull'impostazione del parcheggio chiamata, vedi Parcheggio chiamata in Cisco Webex Control Hub.

Come consentire agli utenti di inserirsi nelle telefonate di altre persone

1

Dalla vista del cliente in https://admin.webex.com, andare a Utenti, quindi selezionare l'utente che si desidera modificare.

2

Seleziona Chiamata, vai a Impostazioni di chiamata avanzate, quindi seleziona Inclusione.

3

Attiva Inclusione, scegli se desideri che il telefono riproduca un suono quando qualcuno si inserisce in una chiamata, quindi fai clic su Salva.

Impedire a un utente di monitorare lo stato della linea di un utente

1

Dalla vista del cliente in https://admin.webex.com, andare a Utenti e selezionare l'utente che si desidera modificare.

2

Seleziona Chiamata, quindi vai a Privacy.

3

Scegli le impostazioni di Privacy operatore automatico appropriate per questo utente.

4

Seleziona la casella di controllo Abilita privacy. Puoi quindi decidere se bloccare tutti gli utenti lasciando vuoto il campo Cerca utente per nome o scegliere chi può monitorare lo stato della linea di questo utente.

Utilizzando l'esempio del dirigente precedente, puoi ricercare il nome del relativo assistente amministrativo.

5

Fare clic su Salva.

Esempio

Desideri vedere come è possibile farlo? Guarda questa dimostrazione video su come gestire le impostazioni della privacy per un utente in Control Hub.

Elenco monitoraggio - Altri utenti ed Parcheggio chiamata estensioni

Il numero massimo di linee monitorate è 50, ma devi considerare la larghezza di banda. Il numero massimo può anche essere determinato dal numero di pulsanti di linea sul telefono dell'utente.


Il servizio di monitoraggio funziona solo con il dispositivo principale di un utente.

1

Dalla vista del cliente in https://admin.webex.com, andare a Utenti e selezionare l'utente che si desidera modificare.

2

Seleziona Chiamata, scegli Impostazioni di chiamata avanzate, quindi vai a Monitoraggio.

3

Scegliere una delle opzioni seguenti:

  • Aggiungi linea monitorata
  • Aggiungi interno di parcheggio chiamata
4

Scegli se desideri che all'utente venga visualizzata una notifica sulle chiamate parcheggiate, ricerca la persona o l'interno del parcheggio chiamata da monitorare, quindi fai clic su Salva.


 

L'elenco di linee monitorate in Control Hub corrisponde all'ordine delle linee monitorate visualizzate sul dispositivo dell'utente. Puoi riordinare l'elenco delle linee monitorate in qualsiasi momento.


 

Il nome visualizzato per la riga monitorata è il nome inserito nei campi Nome e Cognome dell'utente o dell'ID chiamante workspace.

Esempio

Desideri vedere come è possibile farlo? Guarda questa dimostrazione video su come gestire le impostazioni di monitoraggio per un utente in Control Hub.

Attivare l'hotel per un utente

Se abiliti la modalità hotel per un utente, quest'ultimo potrà lavorare in un altro spazio e al contempo mantenere tutte le funzionalità del suo telefono da tavolo.

1

Dalla vista del cliente in https://admin.webex.com, andare a Utenti , quindi selezionare l'utente che si desidera modificare.

2

Seleziona Chiamata, scegli Impostazioni di chiamata avanzate e fai clic su Modalità hotel.

3

Attiva Modalità hotel e fai clic su Salva.

Esempio

Desideri vedere come è possibile farlo? Guarda questa dimostrazione video su come configurare le impostazioni di attesa musica in Control Hub.
07 marzo 2022
Configurazione e gestione degli utenti che chiamano WebEx

Devi aggiungere ogni singolo utente in Control Hub per fare in modo che tutti possano utilizzare i servizi Webex Calling. Il numero di utenti che occorre aggiungere determina come aggiungerli in Control Hub, se si aggiunge manualmente ciascun utente per indirizzo e-mail o si aggiungono più utenti utilizzando un file CSV. La scelta è vostra.


Se sincronizzi gli utenti di una rubrica come Active Directory, quando aggiungi manualmente le persone in Control Hub, devi aggiungerle anche alla tua rubrica.


Quando aggiungi gli utenti, i nomi e i cognomi non devono includere caratteri ASCII estesi o i seguenti caratteri %, #, <, >, \, /," e devono avere una lunghezza massima di 30 caratteri. Queste limitazioni di caratteri speciali si applicano solo agli utenti Webex Calling.

Operazioni preliminari

È possibile che venga visualizzato un errore se si sta tentando di aggiungere utenti che hanno utilizzato il proprio indirizzo e-mail per creare un account di prova. Fare in modo che gli utenti cancellino la propria organizzazione prima di aggiungerli alla propria organizzazione.

1

Dalla vista cliente in https://admin.webex.com, vai a Utenti, quindi fai clic su Gestisci utenti.

2

Selezionare Aggiungi o modifica manualmente gli utenti.

3

(Opzionale) Se invii automaticamente e-mail di benvenuto, quindi fai clic su Avanti.

4

Scegliere uno e fare clic su Avanti:

  • Selezionare indirizzo e-maile inserire fino a 25 indirizzi e-mail.
  • Selezionare nomi e indirizzi e-mail, quindi immettere fino a 25 nomi e indirizzi e-mail.

 

È possibile aggiungere utenti disponibili per la conversione alla propria organizzazione.

5

Assegnazione licenza:

  • Se si dispone di un modello di licenza attivo, le licenze vengono assegnate automaticamente ai nuovi utenti ed è possibile rivedere il riepilogo della licenza.
  • Selezionare i servizi da assegnare. Se si dispone di più abbonamenti, scegliere un abbonamento dall'elenco.